Buffy Volume 3 – Dal Profondo potrebbe definirsi un volume tie-in del precedente Buffy/Angel – La Bocca dell’Inferno in quanto gli avvenimenti si svolgono in maniera parallela e in parte conseguente concentrandosi sul ricco cast di personaggi “secondari” e su qualche nuovo ingresso senza lesinare qualche rivelazione.

Buffy: dove eravamo rimasti?

Nel primo volume di questo reboot fumettistico dell’amata serie TV – cliccate QUI per la nostra recensione – eravamo ritornati nuovamente a Sunnydale, piccolo sobborgo californiano, dove la sedicenne Buffy Summers si barcamena fra stringere amicizie nella sua nuova scuola, avere voti decenti e sfuggire al destino che le impone di essere la Cacciatrice ovvero una mitica prescelta che deve impedire che i vampiri scorrazzino liberi sulla Terra.

Affiancata dagli amici Xander e Willow, Buffy si era scontrata con alcuni vampiri immuni ai suoi attacchi merito di misteriosi amuleti. In città infatti erano arrivati i misteriosi Spike e Drusilla che avevano preso di mira proprio il povero Xander che era stato morso dalla vampira.

Buffy e Willow nel secondo volume – cliccate QUI per la recensione – avevano iniziato la ricerca della misteriosa Pietra dell’Anima, oscuro artefatto capace di salvare l’amico a patto di cedere metà della propria anima. Era stata Willow a farsi carico di questo fardello scongiurando il peggio per l’amico ma non senza effetti collaterali mentre il tutto si rivelava essere un diversivo di Drusilla e Spike per recuperare un altro artefatto indispensabile per realizzare il loro piano. I due infatti vogliono aprire la Bocca dell’Inferno situata ovviamente sotto Sunnydale.

Buffy era stata quindi avvicinata durante la festa di Halloween da un affascinante ragazzo mascherato ovvero Angel.

In Buffy/Angel – La Bocca dell’Inferno cliccate QUI per la nostra recensione – Drusilla, dopo aver ottenuto il pugnale di Sekhmet, aveva aperto la Bocca dell’Inferno pugnalando Spike in pieno petto. La festa di Halloween del liceo si trasforma in un incubo con un’orda di creature infernali pronte ad invadere la Terra.

Buffy ovviamente non può rimanere con le mani in mano e si era gettata a capofitto nella battaglia anche se il bello e tenebroso Angel l’aveva invitata a farsi da parte. Avevo presto scoperto cheil piano di Drusilla era sì quello di aprire la Bocca dell’Inferno ma anche quello di liberare la Madre Infernale che aveva ripreso forza grazie alle emozioni negative proveniente dalla Terra stessa.

Angel e Buffy si erano quindi addentrati nella Bocca non solo combattendo demoni sempre più agguerriti bisogna ma anche facendo i conti con i propri di demoni, quelli interiori.

La battaglia finale era poi terminata con un grande sacrificio, che ha cambiato forse per sempre gli equilibri fra Buffy e i suoi amici/alleati, e con una incredibile scoperta di cui forse neanche Giles ha ben compreso la portata.

Buffy Volume 3 – cosa succede in città?

Prima di arrivare a quell’importante sacrificio e a quella importante rivelazione però dobbiamo tornare in città nel mentre della battaglia che Buffy e Angel stanno combattendo.

In Buffy Volume 3 – Dal Profondo la Bocca dell’Inferno non ha solo modificato l’aspetto di Sunnydale ma anche il comportamento dei suoi abitanti che iniziano ad essere più irascibili del solito compresa Willow e Giles, che mal sopportano l’assenza di Buffy, mentre si barcamenano in turni per sostituire la Cacciatrice.

Tuttavia c’è anche chi fra gli abitanti di Sunnydale dà sfogo ai suoi istinti primordiale e alle sue perversioni di cui sono vittime anche Cordelia e Rose che fortunatamente riescono a cavarsela per il rotto della cuffia.

In città intanto arriva la misteriosa Kendra che sembra prendere di mira Robin, il ragazzo con cui Buffy era uscito un paio di volte. Quando Kendra rivela la sua identità e Robin il suo retaggio la situazione in città diventa problematica: la Madre Infernale infatti, estendendo la sua influenza, ha soggiogato le coscienze dei cittadini per creare un esercito di uomini al suo comando.

Buffy Volume 3 – teenage wasteland

Buffy Volume 3 – Dal Profondo non riesce ad essere una lettura soddisfacente né come corollario a Buffy/Angel – La Bocca dell’Inferno né fornendo supporto narrativo alle rivelazioni finale di quel volume.

Il risultato è una sceneggiatura nervosa che prova a cercare sponda narrativa favorevole in diversi personaggi e temi ma senza successo. Non contribuisce, in questo senso, la scelta di aprire il volume subito con Willow e la sua crisi adolescenziale che dà purtroppo il “ritmo” sbagliato alle vicende.

Per una buona metà di Buffy Volume 3 infatti la sensazione è che i personaggi si lamentino senza un grosso motivo fra problemi sentimentali ed esistenziali più o meno legittimi. Come già capitato nei precedenti volumi poi Jordie Bellarie preferisce accelerare subito e in maniera brusca rivelando in rapida successione i plot twist senza una adeguata costruzione.

Quello che spiazza maggiormente però di questo terzo volume è l’impossibilità di collocare temporalmente gli avvenimenti in maniera precisa. Il tutto avviene prima, dopo o durante la discesa di Buffy nella Bocca dell’Inferno? I primi capitoli lasciano presagire dopo, ma la presenza di Xander lascia intendere durante…

Una gestione a monte, da parte di Boom! Studios e non di saldaPress è bene sottolinearlo, non impeccabile.

A questo punto non ci resta che attendere il prossimo volume nella speranza di tuffarci nelle conseguenze “reali” del finale di Buffy/Angel – La Bocca dell’Inferno che avevano lasciato presagire sicuramente sviluppi interessanti.

Buffy Volume 3 – i disegni

Appena sufficienti invece sono i disegni di un irriconoscibile David Lopez. Il disegnatore spagnolo infatti parta alle estreme conseguenze una sintesi che si concretizza in anatomie poco particolareggiate ed una espressività marcata ma poco efficace causa un approccio meno realistico del solito.

Per fortuna Lopez compensa con un ottimo storytelling che utilizza una solida impostazione orizzontale per interpretare una sceneggiatura estremamente basata sui dialoghi e sulle interazioni dei personaggi prima e dare urgenza alle sequenze d’azione che invece monopolizzano la parte finale del volume.

Il volume saldaPress

Come sempre Ottima la fattura del volume cartonato confezionato da saldaPress in cui è presente, oltre l’immancabile galleria di copertine variant, anche una piccola sezione extra con alcuni bozzetti di studio dei personaggi.

Da segnalarsi più di una incertezza in fase di traduzione e adattamento. Nel tentativo di rendere la prosa più colloquiale in più di un frangente qualche libertà di troppo nella coniugazione, e di conseguenza nella consecutio temporum, rende la lettura farraginosa. Stesso discorso per l’adattamento in cui dei semplici bastoncini di pesci diventano “bastoncini findus”, scelta forse un po’ troppo estrema.

Acquista Buffy Volume 3 – Dal profondo cliccando QUI

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui