Con Angel Volume 1 – Essere Umano, saldaPress, oltre a proporre i fumetti di Buffy – L’ammazzavampiri, ha deciso di dare spazio anche agli spin-off ed a personaggi come Angel. Angel è tornato. Dopo un’introduzione in cui vediamo il personaggio vivere nel passato parlando della sua condanna, Angel viene inserito nella contemporaneità ed in situazioni più che attuali.

Angel Volume 1 – Essere Umano: tra continuity e storie profonde

Questo Angel Volume 1 – Essere Umano è una storia che dà spazio ad i personaggi di Buffy l’ammazzavampiri, ma che allo stesso tempo inserisce la narrazione in racconti e storie molto attuali.

Un demone tenta delle ragazze deboli attraverso la chat, Brewster è una giovanissima fragile e con una situazione famigliare delicata. Il demone approfitterà di tutto ciò per far calare la giovane in un inferno personale e non, che richiederà l’intervento di Angel.

L’aspetto interessante di questo volume è la capacità di Bryan Edward Hill di saper raccontare una storia di Angel, con Lilith altra protagonista, dando un contesto narrativo e sociale accattivante.

Il demone che si scoprirà nella parte finale del volume ha a che fare con la storia di Angel, ma riesce bene ad insinuarsi all’interno di un fumetto che dà spazio e approfondisce anche personaggi comprimari.

Ad esempio la giovane Brewster è uno di quei personaggi secondari che però all’interno del contesto narrativo del racconto rivestono un’importanza preponderante. Sono le fragilità di Brewster ed il suo passato drammatico a dare spessore alla storia ed a creare una certa empatia.

La storia di un’adolescente adescata per chat può essere la base di un racconto drammatico e che racconta le difficoltà dei nostri tempi. Tutto questo, inserito all’interno di un contesto horror-fantasy, riesce ad elevare la qualità dell’intero fumetto.

Angel Volume 1 – Essere Umano: dialoghi efficaci e scene d’impatto

Bryan Edward Hill sembra aver imparato da Joss Whedon, il creatore di Buffy, ad utilizzare dei dialoghi sottili ed efficaci, capaci di enfatizzare e dare peso a singole scene che riescono ad avere un impatto emotivo importante sul lettore (vedasi il momento in cui Brewster si trova in bagno a parlare con l’uomo della chat).

Questa capacità di saper lavorare bene con i dialoghi inserendoli nelle scene più efficaci è un qualcosa che non tutti gli sceneggiatori possiedono. Negli ultimi decenni uno tra i più abili è stato Michael B. Bendis, capace di gestire dialoghi di intere tavole.

Edward Hill, che con Bendis condivide il nome di battesimo, è accomunato con lo sceneggiatore creatore di Ultimate Spider-Man anche da questa capacità di saper lavorare con i dialoghi, dando un buon ritmo allo sviluppo della narrazione.

Mentre i disegni di Gleb Melnikov sono realistici ma dal tratto morbido, e riescono perciò ad essere plastici ed espressivi al punto giusto. Si tratta di uno stile grafico tipico di un certo tipo di fumetti americani (diversi dei quali appartengono alla Image Comics).

Gli appassionati di Buffy troveranno in questo primo volume dedicato ad Angel storie sul personaggio che riescono a creare interesse e continuità con la base narrativa del character. Ma anche chi non è mai stato appassionato di Buffy potrà trovare in questo volume motivi d’interesse, che potrebbero spingere ad avvicinarsi anche alla serie TV ed agli altri fumetti dedicati.

Insomma, Angel – Essere Umano è un fumetto che merita la lettura.

Acquista QUI Buffy. L’ammazzavampiri: 1

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui