Un manga è stato bloccato in Giappone per moventi religiosi – Shueisha nella bufera

Un manga è stato bloccato in Giappone per moventi religiosi - Shueisha nella bufera

Pubblicato il 12 Aprile 2022 alle 14:51

Il Giappone, soprattutto in ambito manga, non ha mai avuto problemi religiosi rilevanti, visto che è uno Stato Laico e non impone nessuna credenza; ma non per questo la religione non è un fattore importante per il popolo nipponico.

Infatti nel corso del tempo numerose tradizioni e credenze si sono inglobate, e successivamente sono penetrate nella vita quotidiana dei cittadini, così da creare anche numerose organizzazioni religiose e pseudo-religiose che hanno assunto un enorme peso.

Non stiamo parlando solamente del buddismo o del cattolicesimo, ma anche di sette religiose piccole che hanno provocato enormi problemi al Giappone in passato, tramite attentati e attacchi vari che hanno scombussolato le attività quotidiane in modo spesso permanente.

A tal proposito nel vortice religioso ci è finito anche il manga “Kami-sama” no Iru Ie de Sodachimashita ~Shūkyō 2-Sei na Watashi-tachi~ che successivamente ai commenti dell’organizzazione religiosa Happy Science, è stato bloccato in maniera definitiva.

Da come leggiamo sulla rivista digitale Yomitai, il soggetto in questione scritto e disegnato da Mariko Kikuchi si pone come obiettivo quello di rappresentare di un gruppo di persone, che hanno deciso di abbandonare la religione imposta dalla famiglia, successivamente ad una intervista visionata al riguardo.

Un manga particolare che aveva iniziato la sua serializzazione nel settembre 2021 e che ha visto la pubblicazione del suo quinto capitolo il 26 gennaio del 2022.

Il capitolo in questione è stato successivamente rimosso da Shueisha nel corso del mese di febbraio, scusandosi dell’offesa verso un’altra religione o un gruppo in particolare.

Un manga è stato bloccato in Giappone per moventi religiosi - Shueisha nella bufera

Come già accennato, nel corso dei mesi, la casa editrice e il manga sono stati fortemente bersagliati da Happy Science, e molto probabilmente è il motivo del blocco di Kami-sama” no Iru Ie de Sodachimashita ~Shūkyō 2-Sei na Watashi-tachi~

A rivelare il tutto è stata proprio l’autrice Kikuchi alla rivista Weekly Flash, aggiungendo anche che l’editor ha chiesto di cambiare tutta l’impostazione della storia e rivedere numerose impostazioni.

Da queste richieste, successivamente sono scaturite altre domande da parte dell’autrice, che col passare del tempo ha capito che la casa editrice voleva cambiare completamente il manga, e quindi la decisione di Kikuchi di cancellare la sua storia era più che appropriata; visto che non voleva censurarsi.

Nei comunicati pubblici non si legge il nome di Happy Science, vista l’enorme pressione messa sul manga, sull’autrice e su Shueisha da parte dell’organizzazione. Quest’ultima ha dichiarato:

La storia di Kikuchi conteneva innumerevoli messe in scena inaccurate e scorrette; dipingeva un quadro negativo della fede e dei suoi annessi insegnamenti.

La mangaka è stata sconvolta dalla cosa ovviamente ed è rimasta sbalordita da quanto potere esercita la religione in tutto il mondo, andando ad intaccare anche storie che dovrebbero essere di libera espressione.

In tal caso ringrazia Shueisha per averla protetta anche se non è riuscita a fare lo stesso col suo manga. La storia è stata bloccata e cancellata dalla rivista, oltre che radiata dal catalogo digitale annesso. Per la diffusione in Occidente si spera di rilasciarlo sulla piattaforma MangaPlus.

 

Articoli Correlati

Zio Paperone e il Segreto di Cuordipietra è il secondo volume presente nel bellissimo cofanetto di Panini Comics, dedicato...

24/05/2022 •

11:00

Dopo il successo di Doctor Strange in the Multiverse of Madness, il lato magico del Marvel Cinematic Universe sarà ulteriormente...

24/05/2022 •

10:45

Il mangaka della serie Edens Zero, Hiro Mashima, ultimamente sta rilasciando moltissimi sketch su alcuni dei suoi personaggi....

24/05/2022 •

10:00