Sottosopra 2, dopo il primo volume, prosegue la storia del mondo distopico in cui la Terra si è ribaltata, ed il cielo è diventato una voragine nella quale si va incontro alla morte.

L’inversione della gravità ha creato una vera e propria apocalisse, e tra i sopravvissuti a questa calamità ci sono Giorgia e Alessandro, i due protagonisti che cercheranno di compattarsi e di trovare un modo di sopravvivere.

Sottosopra 2 – un mondo distopico in espansione

L’aspetto particolare di Sottosopra 2 consiste nel fatto che Luca Enoch ci presenta anche tutto ciò che sta intorno a questo paesaggio distopico, introducendo alcuni personaggi e situazioni particolari.

Troviamo un uomo che riesce a restare aggrappato al suolo grazie ad una palla di pupazzi che lo sorreggono, e soprattutto una sorta di messia dell’apocalisse, che spinge i sopravvissuti a gettarsi nel vuoto del sottosopra.

Mentre il legame tra i due giovani si è ancora più rafforzato, ed Enoch non ha timore di mostrare anche la sessualità dei protagonisti (aspetto particolare per una storia young adult).

Questa seconda parte di Sottosopra apre a situazioni e personaggi che fanno intendere come questo mondo concepito da Enoch sia intrigante, e voglia spingersi sempre più in là, non mostrando solo il racconto di due ragazzi, ma un intero mondo sconvolto da un’apocalisse.

La presenza del predicatore eretico fa fare a Sottosopra quel salto di livello narrativo, che suggerisce la presenza di villain e di personaggi con i quali Giorgia e Alessandro si dovranno confrontare.

Il ribaltamento del mondo, l’inversione della gravità, sono tutti elementi fantascientifici e distopici che intrigano il lettore e che suggeriscono delle sotto-trame interessanti.

Sottosopra è una ventata di freschezza in casa Bonelli. La storica etichetta editoriale di via Buonarroti sta cercando di conciliare la tradizione con l’innovazione, e Sottosopra fa sicuramente parte di questa seconda tendenza.

Lo stesso Luca Enoch con Dragonero sta portando avanti un percorso tradizionale ma innovativo al tempo stesso all’interno della Sergio Bonelli Editore, considerando che il fantasy puro non era mai stato alla base di un titolo di punta della casa editrice.

Sottosopra 2: disegni freschi per una storia innovativa della SBE

A simboleggiare questa ricerca di innovazione e di una via alternativa ci sono i disegni di Riccardo Crosa, che dà un tocco meno bonelliano e più americano allo stile grafico del fumetto.

Sottosopra è una storia ricca d’immagini dinamiche, e Crosa riesce a portare avanti anche una giusta mediazione tra dinamismo delle vignette ed espressività dei personaggi.

Ciò che riesce a creare il disegnatore all’interno di questo mondo alternativo è qualcosa d’intrigante, perché propone personaggi, ambienti e situazioni “ribaltati”. L’inventiva del fumettista in questo caso deve andare di pari passo con lo sceneggiatore, e Crosa c’è riuscito perfettamente.

I disegni sono ben accompagnati dai colori di  Paolo Francescutto e Alessandra Baccaglini, che riescono a dare vivacità ed un impatto forte alla pagina disegnata.

C’è una sorta di punto d’incontro tra realismo e cartoonesco in questi colori, ciò che serviva per rendere ancora più vivido il mondo di Sottosopra.

I lettori non vedranno sicuramente l’ora di osservare questo mondo svilupparsi, per capire cosa ci sta dietro a questo evento apocalittico, e quale sarà la sorte dei due protagonisti.

Il creare una storia intrigante è un grande merito, ma allo stesso tempo anche una grande responsabilità, perché l’attesa dei lettori dovrà essere ripagata con un proseguimento all’altezza delle aspettative. Noi ci contiamo.

Acquista QUI Sottosopra: 2

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui