Con Lodger – L’ospite, Editoriale Cosmo propone un fumetto che racconta una storia dell’America di periferia, di quel Sud degli Stati Uniti che non vive il sogno americano, ma che ne raccoglie le briciole e, o ci muore di fame, oppure impazzisce e si candida a proporre il prossimo serial killer che riempirà le pagine dei giornali e dei siti web. Lodger – L’ospite è un po’ tutto questo.

Lodger – L’ospite: un thriller ai margini dell’America

La storia racconta il percorso di Ricky Toledo, una giovane ragazza che vive un’esperienza al limite nel suo paese dell’Arizona, dove le temperature superano abbondantemente i 40 gradi. Una cruenta serie di omicidi e morti, compresa quella della madre, porteranno Ricky a fare una caccia al killer che partirà da lontano, ma si concluderà molto vicino all’inizio del percorso.

David Lapham e Maria Lapham realizzano questo fumetto che si mette a confronto con una tradizione letteraria, quella che racconta una parte degli Stati Uniti divisa tra storie di vite perdute ai margini e percorsi di redenzione o vendetta, che passa da Kerouac a Bukowski, fino a toccare Stephen King.

C’è raffinatezza e gusto nel raccontare questa storia con uno stile narrativo degno di essere accostato alla grande letteratura americana di genere. Le sfaccettature di Lodger – L’ospite sono tante, e passano dal thriller fino a toccare la road-story. 

Si tratta di un fumetto che in alcuni momenti ricorda Prova a Prendermi, ma che il realtà è molto più crudo e schizzato rispetto al film con Leonardo DiCaprio e Tom Hanks.

I disegni riescono a esprimere bene la crudezza della storia raccontata, con un tratto marcato, ed una forte alternanza di bianco e nero, che si adatta perfettamente alle atmosfere thriller del fumetto.

I disegni di David Lapham si rifanno ad un certo tipo di fumetto americano che ricorda i personaggi della Archie Comics, e la storica EC Comics che negli anni Cinquanta propose i fumetti di Tales from the Crypt.

Lodger – L’ospite: un fumetto schizzato dal ritmo sincopato

Insomma, Lodger – L’ospite s’ispira e si fa contaminare da tanto fumetto e letteratura di genere, e crea una sorta di cerchio narrativo ricco di serpentine, che si allontanano dalla linearità e dallo schematismo di una storia tradizionale per poi tornare al cuore del racconto.

Si tratta di un fumetto con flashback e ritorni al presente, una storia non molto lineare ma intrigante anche per questo motivo, con personaggi apparentemente normali, che a mano a mano mostrano tutta la propria schizofrenia e disperazione.

Lodger è una storia per lettori che cercano personaggi e situazioni al limite, una proposta fumettistica intrigante per chi vuole andare al di là dei supereroi e del mainstream, leggendo un certo tipo di fumetto americano.

Lodger è un buona proposta di comics indipendente, una storia non perfetta, ma che mostra personaggi e situazioni accattivanti, momenti al limite, violenza che ha delle radici profonde.

Questo fumetto soddisferà tutti i lettori alla ricerca di storie non convenzionali e di proposte alternative. Editoriale Cosmo è stata brava a intercettare un certo tipo di fumetto, ed a proporlo in Italia, muovendosi sulla scia di proposte fumettistiche nostrane, come ad esempio Battaglia (sempre pubblicato da Cosmo).

Acquista QUI Lodger. L’ospite

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui