Il fumettista italiano ha espresso la sua preferenza in un post su Facebook.

Un post sibillino e passato quasi inosservato, ma che in tempi di forti commistioni tra case editrici di fumetti e produzioni televisive/cinematografiche può far fantasticare gli appassionati, e magari suggerire una futura realtà.

Martedì scorso il fumettista Roberto Recchioni, come è solito fare ogni anno, ha commentato con alcuni post su Facebook la prima serata del Festival di Sanremo 2018.

Tra i conduttori del Festival di quest’anno, oltre a Claudio Baglioni e Michelle Hunziker, c’è anche l’attore Pierfancesco Favino.

Favino è uno degli attori italiani più apprezzati nel bel paese ( Romanzo Criminale, Suburra, Baciami Ancora sono solo alcuni dei film e telefilm più importanti nei quali è comparso) ed all’Estero (Rush e World War Z sono tra i titoli maggiori ai quali ha partecipato).

Ora: cosa può collegare Pierfrancesco Favino con Roberto Recchioni?

In uno dei post pubblicati durante la serata di martedì scorso Recchioni ha dichiarato: “Sanremo a parte, continuo a pensare che Favino sarebbe un Pietro Battaglia perfetto“.

Pietro Battaglia è il personaggio dei fumetti ideato da Roberto Recchioni a metà anni ’90, e riportato in auge da Editoriale Cosmo negli ultimi anni. Battaglia è un soldato siciliano trasformatosi in vampiro dopo lo scontro di Caporetto, avvenuto durante la Prima Guerra Mondiale. Un character duro, senza scrupoli, una sorta di antieroe che attraversa le epoche ed i momenti più bui e misteriosi della storia d’Italia.

Confrontando il look di Favino con quello di Pietro Battaglia la somiglianza ci sta tutta.

Recchioni ha chiuso il post con un “ma” avversativo che anticipava un video tratto dalla terza Stagione del telefilm Boris, nel quale il personaggio Nando Martellone fa riferimento al fatto che in Italia “una volta ci stavano i ruoli per gli attori, adesso li fa tutti Favino”. Quindi Recchioni avrebbe già cambiato idea?

Per ora stiamo parlando di un semplice post su Facebook, una fantasia dello stesso autore. O forse no? Qualche mese fa lo stesso Recchioni in una intervista rilasciataci durante lo scorso Lucca Comics & Games ha dichiarato di star lavorando ad una sceneggiatura per il cinema incentrata sull’horror, stesso genere del quale fa parte il personaggio di Pietro Battaglia. Che possa essere questo il progetto cinematografico al quale il fumettista italiano sta lavorando?

In attesa di sapere se si tratti di una semplice fantasia o di una possibile realtà, secondo voi Pierfrancesco Favino sarebbe l’attore ideale per interpretare il vampiro Pietro Battaglia?

telegra_promo_mangaforever_2