Con Rocketeer – Le Nuove Avventure si chiude la collana dedicata al personaggio varata dalla sempre volenterosa e attenta saldaPress e composta in totale da 5 volumi – cliccate QUI per tutte le nostre recensioni.

Rocketeer – Le Nuove Avventure, antologia celebrativa ma non solo

Rocketeer – Le Nuove Avventure, il volume che chiude la collana dedicata al personaggio creato agli inizi degli anni ’80 da Dave Stevens, è una antologia di 24 racconti brevi ambientati in tutte le fasi della storia di Rocketeer dagli esordi fino al suo periodo al fronte durante la Seconda Guerra Mondiale e oltre.

Fra gli autori coinvolti ci sono tutti i grandi nomi del comicdom americano e non solo fra cui: Joe LansdaleKurt BusiekDarwyn CookeDave GibbonsMark WaidBill SienkiewiczJohn Arcudi, Marc GuggenheimWalter Simonson, John ByrneMatt Wagner e tanti altri.

Il canovaccio è più o meno sempre quello che ha reso nel avventure del personaggio così iconiche e coinvolgenti. Alla base c’è il semplice rapporto, spesso tumultuoso, fra Betty e Cliff inframezzato dai soliti brutti ceffi che vogliono mettere le mani sullo zaino-razzo, spasimanti troppo veementi di Betty o nella peggiore delle ipotesi spie naziste.

In questo canovaccio solido e sempre foriero di storie mai banali, per quanto familiari, spiccano ovviamente alcuni chicche come per esempio la storia in prosa dai toni più marcatamente pulp di Joe R. Lansdale o quella delicatissima a sfondo bellico, ma con protagonista Betty, di Kurt Busiek.

C’è anche spazio per un po’ di ironico meta-fumetto con Mark Waid che ci mostra come Cliff reagisce alla moda nascente dei supereroi sui quotidiani (!) mentre Betty, e le sue grazie, tornano protagoniste nella storia dai toni noir del compianto Darwyn Cooke.

L’azione è protagonista della storia scritta da Lowell Francis, in cui tornano alla carica i nazisti che ritroveremo anche in quella di John Arcudi, così come in quella di Jonathan Ross e Dave Gibbons.

Dall’animo prettamente supereroistico sono invece quelle di Marc Guggenheim e Tom Taylor che fanno da contraltare a quella parodistica di Peter David in cui fanno una velata incursione i paperi di disneyana memoria. Divi di una Hollywood oramai mitica fanno capolino nella storia di Walter Simonson mentre sua moglie Louise ci racconta come Cliff è riuscito ad arruolarsi.

Tutta votata alla fantascienza è la storia di Matt Wagner che chiude idealmente l’epopea di Cliff Secord e di Rocketeer.

Rocketeer – Le Nuove Avventure, una festa per gli occhi

Rocketeer – Le Nuove Avventure è un volume che fa della immediatezza delle sue sceneggiature il suo punto di forza al netto, come già detto, che i canovacci usati dagli autori superstar che hanno contribuito al volume pagano il giusto tributo al personaggio così come originariamente ideato dal grande Dave Stevens.

Quello che però colpisce subito sin dalle prime storie di questo volume è la ricchezza e la eterogeneità della parte grafica. Un compendio del meglio del meglio delle matite del fumetto americano che attraversa due se non addirittura tre generazioni di autori che mostrano come il tratto di Stevens, la sua estetica e il suo character design.

C’è chi lo reinterpreta più marcatamente come Kyle Baker, Eric Canete o Bill Sienkiewicz o chi preferisce un approccio più tradizionale come Walter Simonson o John Byrne o ancora chi invece uno più realistico come John Paul Leon, Colin Wilson o Sandy Plunkett.

Insomma una vera e propria gioia per gli occhi con prove assolutamente maiuscole e sintetizzate benissimo dalle copertine pittore di Alex Ross e quelle decò di Darwyn Cooke.

Rocketeer – Le Nuove Avventure, conclusioni

Rocketeer – Le Nuove Avventure è un volume che omaggia l’estro, la creatività e l’eredità di Dave Stevens con 24 storie eccellenti che faranno la gioia dei fan di Rocketeer ma il cui acquisto è consigliato anche ai neofiti che potranno magari poi andare a ritroso a scoprire il personaggio.

In generale la collana pensata da saldaPress è stata una operazione grandiosa che meriterebbe riconoscimenti da parte di tutta l’industria del fumetto italiano che santifica spesso iniziative estremamente autoreferenziali. Non dimentichiamoci che quello fatto da Dave Stevens con Rocketeer, come detto in altra sede,

si potrebbe sintetizzare con un semplice assunto: il fumetto indipendente quando ancora non c’era il fumetto indipendente almeno non nell’eccezione più moderna e di successo moderna. Anzi. Rocketeer è stato uno dei primi fumetti a diventare un cinefumetto prima che solo si potesse immaginare il fenomeno cinefumetti grazie alla pellicola del 1991 firmato allora Walt Disney Studios che catturò l’attenzione di una generazione di cui chi vi scrive fa parte.

Rocketeer - Le Nuove Avventure | Recensione

La cura Editoriale

Come sempre impeccabile dal punto di vista carto-tecnico il volume cartonato confezionato da saldaPress che si distingue per contenere tutte le copertine originali, una breve sezione con schizzi e bozzetti preparatori e le immancabili biografie dei moltissimi autori coinvolti.

Buoni come sempre traduzione ed adattamento.

Acquista Rocketeer – Le Nuove Avventure cliccando QUI

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui