One Piece: le origini di Luffy

L'aspirante Re dei Pirati si staglia in mezzo a un mare di protagonisti shonen. Scopriamo perché.

0

Quando i fan di One Piece hanno visto per la prima volta Monkey D. Luffy, il ragazzino si stava ferendo con un piccolo pugnale sotto l’occhio sinistro per dimostrare a una banda di pirati che aveva il coraggio di diventare uno di loro.

È così che si apre il manga di One Piece, dopo che il Re dei Pirati Gold D. Roger, pochi istanti prima della sua esecuzione, lancia la sua famosa sfida al mondo per invitare chiunque lo desideri a trovare il suo tesoro, il leggendario One Piece: con un ragazzo che cerca di impressionare dei pirati, uomini che la maggior parte delle persone considererebbe la feccia del mare. Ma questo è il ragazzo che i fan avrebbero visto continuare a crescere e a sorprenderli fino ad oggi, ben 23 anni dopo.

Sotto diversi punti di vista, Luffy è il tradizionale protagonista degli shonen di combattimento giapponesi: non è molto intelligente, è più goloso di Goku e mette costantemente i suoi amici davanti a sé. Ma c’è molto di più in questo scapestrato dal corpo di gomma rispetto ai personaggi da cui Eiichiro Oda ha tratto ispirazione per dargli vita.

4IL RAPPORTO CON SHANKS IL ROSSO

telegram_promo_mangaforever_3

“Questo cappello è il mio regalo per te… è il mio cappello preferito, abbine cura. Quando diventerai un grande pirata, me lo restituirai.” – Shanks il Rosso mentre dona a Luffy il suo preziosissimo cappello di paglia.

Luffy è nato e cresciuto nel piccolo villaggio di Foosha, situato sull’isola di Dawn, nel regno di Goa. Qui, il piccolo Luffy ha incontrato il suo eroe, l’uomo che lo ha davvero ispirato a prendere, un giorno, il mare: si tratta del pirata Shanks detto Il Rosso per il colore dei suoi capelli. Solo diversi anni dopo i fan della saga scopriranno che Shanks non solo è un Imperatore, ovvero uno dei 4 pirati più forti e potenti al mondo, ma da ragazzo fu, insieme a Buggy il Clown, mozzo sulla nave del Re dei Pirati in persona, Gol D. Roger.

Quest’uomo influenzerà dunque moltissimo Luffy, instillando in lui l’amore per l’avventura e la libertà. Ma il pirata ha anche insegnato a Luffy l’importanza di difendere sempre gli amici e di lavorare sodo per riuscire a trasformare i suoi sogni in realtà. Luffy ronzava intorno a Shanks e al suo equipaggio, imparando da loro mentre ridevano e bevevano spensierati, così il piccolo iniziò ben presto a desiderare di andare in cerca di avventure insieme a loro, anche se Shanks e i suoi spesso prendevano in giro quel ragazzino così vivace.

Ma Shanks era in realtà molto legato affettivamente a Luffy, e quando venne rapito, gettato in mare da un bandito e poi attaccato dal mostro marino locale, (in seguito si scoprirà che si tratta di un Re del Mare, mostri marini non così rari nel mondo di One Piece), Shanks si precipitò a salvarlo, atterrendo quel mostro semplicemente con il suo sguardo (si tratta della primissima apparizione dell’Haki nella Tonalità del Re Conquistatore, l’unico tipo di Haki innato e che, per questo, non può essere appreso con l’allenamento, diversamente dagli altri due, Intuizione e Armatura).

Questo atto di compassione ha tuttavia avuto un costo, poiché Shanks ha perso il braccio sinistro durante l’attacco del mostro. Tuttavia, questo non lo infastidisce, né lo preoccupa affatto: tutto ciò che conta per lui è che sia stato in grado di salvare Luffy, e fu proprio questo gesto di sacrificio estremo che ha influenzato il modo disinteressato (anche se spericolato) che ha Luffy di mettere gli altri prima di se stesso.

Prima che Shanks e il suo equipaggio lasciassero definitivamente il villaggio di Foosha per intraprendere la loro prossima avventura, Luffy promette al pirata che un giorno diventerà il Re dei Pirati; nel momento in cui quel ragazzino così vivace e spericolato confessa candidamente al Rosso di voler divenire un giorno come Gol D. Roger, Shanks vede qualcosa in Luffy, qualcosa che gli ricorda il suo ex capitano, quindi prima di partire affida a il suo tesoro più importante: il cappello di paglia che gli venne regalato, a sua volta, proprio da Gol D. Roger; da quell’istante, il cappello di paglia diviene tratto distintivo e simbolo di Luffy e della sua ciurma, in futuro. Shanks gli chiede di tenerselo ben stretto, in modo che un giorno possa restituirlo, quando sarà diventato un vero grande pirata.

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui