Avevamo lasciato DC’s Legends of Tomorrow la scorsa settimana con un degli episodi ambiziosi di questa Stagione 5 – la nostra recensione QUI in cui le Leggende si erano ritrovate divise alla mercé delle Parche.

Nello specifico Cloto/Charlie aveva creato una serie di universi immaginari in cui le Leggende erano protagoniste di altrettanti show televisivi che intrattenevano la popolazione mondiale imprigionata in quello che era di fatto uno stato distopico. Ben presto le Leggende avevano preso coscienza della situazione ed iniziato a ribellarsi ma la prima vittoria contro le Parche – con la scelta del libero arbitrio sulla felicità – era arrivata con conseguenze inaspettate come ad esempio la presenza di due Zari e la resurrezione di Behrad.

Da qui riparte il 14° episodio e season finale di questa settimana intitolato Swan Thong.

Le Leggende si dividono in due gruppi: il primo deve rintracciare la Waverider, il secondo cercare di manomettere il Telaio e far ritornare tutto alla normalità. Ma tutto riesce troppo facilmente e le Leggende si ritrovano in un’altra realtà una completamente dominata da Lachesis.

Dopo aver ritrovato Charlie, le Leggende apprendono come Lachesis ha esteso il suo dominio sulla realtà iniziando a preparare il loro assalto finale: bisognerà convincere Charlie e il mondo intero che il libero arbitrio è meglio di una realtà pre-indirizzata e senza sorprese.

Tuttavia la vittoria finale non arriverà senza l’immancabile sacrificio e soprattutto senza l’arrivo di una nuova minaccia proveniente da una galassia lontana, lontana?

DC’s Legends of Tomorrow chiude purtroppo la sua Stagione 5 con l’episodio più debole in assoluto di quest’anno. Convulso, confuso, compresso e anticlimatico Swan Thong non riesce a capitalizzare su quanto di buono fatto vedere soprattutto nella prima parte di stagione concludendo con una inerzia decisamente negativa il filotto di episodi post-pausa forzata causata dall’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus.

Le Parche come antagoniste risultano essere meno irresistibili di quanto fatto vedere negli episodi precedenti e infatti la loro minaccia viene liquidata in maniera abbastanza sbrigativa dalle Leggende e senza lavorare neanche all’unisono come si converrebbe se non nella sequenza d’azione finale.

L’unico spunto positivo dell’episodio è senz’altro l’aver portato organicamente a conclusione i vari filoni narrativi – gli encore, la doppia Zari etc… – visti nel corso di questa Stagione 5 concedendosi un piccolo cliffhanger finale per la già confermata Stagione 6.

In definitiva sono state più le luci di questa Stagione 5 di DC’s Legends of Tomorrow compresi uno sviluppo più asciutto e puntuale, meno riempitivi e più equilibrio generale e antagonisti più concreti e credibili con un John Constantine (Matt Ryan) particolarmente efficace ma è impossibile anche non notare il brusco calo finale che non può non penalizzare la stagione che fino alla pausa forzata citata poco sopra era sicuramente da annoverarsi come la migliore della serie.

In un quadro generale, questo calo finale è ascrivibile sicuramente ad una certa stanchezza dell’Arrowverse e dei suoi stilemi che ormai faticano a trovare un giusto equilibrio in seno ad una serialità televisiva più smart ed agile: è ora per Warner e DC di ripensare il loro approccio alla TV.

Acquistate DC’S Legends Of Tomorrow Stagione 4 in blu ray cliccando QUI

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui