Chi segue anche il manga di One Piece attendeva di certo con ansia di poter vedere animate le sequenze mostrate in questo ultimo episodio, preludio del fatto che la trama ambientata nel Paese di Wa stia entrando sempre più nel vivo.

Sono diversi gli avvenimenti significativi mostrati, per cui bando alle ciance ed entriamo subito nel vivo della puntata!

LA STORIA LA SCRIVONO I VINCITORI

Nel Paese di Wa del presente, il nome della famiglia è bandito, ostracizzato in nome di una riscrittura mistificatoria dei fatti storici realmente accaduti, e questo per giustificare l’attuale predominio di Orochi.

Non mi addentrerò nei dettagli, poiché vale davvero la pena gustarsi questa puntata con i propri occhi, ma in questa sezione il Maestro Eiichiro Oda vuole far riflettere su una serie di argomenti attualissimi.

Innanzitutto, sulla necessità dei regimi autoritari e dittatoriali di distorcere la realtà per mettere sé stessi sotto una buona luce, in modo da essere bene accetti dalla popolazione che in realtà tengono sotto il proprio giogo.

Un altro tema molto vicino al precedente e ad esso strettamente collegato è quello che potremmo definire del lavaggio del cervello, che consiste per l’appunto nel”indottrinamento forzato fin dalla più tenera età.

Tutto questo è necessario affinché la popolazione non si ribelli e creda di essere protetta e di vivere in un Paese pacifico, distogliendo dunque l’attenzione delle masse da una realtà decisamente più misera, in cui vengono indegnamente sfruttate e sottomesse, a ulteriore dimostrazione di quanto la denuncia sociale sia un tema assolutamente fondamentale nell’opera del Maestro.

WE GOTTA TAKE THE POWER BACK!

Come già sappiamo, il piano originario era quello di infiltrarsi all’interno della società di Wa no Kuni per poter carpire informazioni senza destare sospetti e avere il tempo di radunare un buon numero di alleati prima di sferrare un attacco diretto a Orochi e l’Imperatore Kaido delle 100 Bestie.

La famiglia Oden che un tempo viveva qui dimorava in un castello posto su un’altura, ma sono ormai trascorsi 20 anni da quando avvenne qualcosa di terribile e di irreparabile. Almeno all’apparenza.

Ora, quel castello è ormai un rudere abbandonato, ed è proprio lì che il Chirurgo della Morte sta portando Luffy, Zoro e una sconvolta O-Tama, che deve aver vissuto in prima persona quella terribile tragedia quando era ancora soltanto una bambina.

Qui, sono presenti delle tombe, ma alcuni dei nomi incisi su di esse lasciano il nostro Capitano di stucco. Law gli dice che non spetta a lui rivelargli la verità su quanto accaduto 20 anni prima, per cui Cappello di Paglia dovrà attendere che arrivi sul posto qualcuno che conosca da vicino questa storia, per potergliela raccontare.

Ciò che Mugiwara scoprirà sarà assolutamente sconvolgente e non soltanto per lui, ma anche per tutti gli spettatori!

Intanto, stanno arrivando sul posto anche altre nostre vecchie conoscenze: ora, non resta che attendere di vedere come si svilupperanno i fatti nelle prossime puntate di One Piece, che già si preannunciano molto, molto interessanti!

ANTICIPAZIONI

Kozuki Oden era un uomo incredibilmente coraggioso che sfidò perfino il grande Barbabianca ed era molto rispettato anche dal re dei Pirati in persona, il leggendario Gol D. Roger! La sua storia lascerà Luffy e gli altri a bocca aperta, e potrete scoprirla anche voi nel prossimo episodio di One Piece, dal titolo Il samurai leggendario – L’uomo stimato da Roger! Kaizoku ou ni ore wa naru!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui