I 10 cattivi più forti dei film di One Piece

Pubblicato il 21 Ottobre 2019 alle 10:00

Breve, quanto doverosa, premessa, prima di andare a snocciolare questa nostra classifica dei dieci nemici più temibili mai incontrati dalla Ciurma di Cappello di Paglia nei film. Prima di tutto, la classifica non è in ordine di pericolosità, tanto per metterlo in chiaro sin da subito. L’ordine è cronologico, dai primi lungometraggi, fino ad arrivare all’ultimo di prossima uscita al cinema, il 24 ottobre 2019, One Piece: STAMPEDE – Il Film.

Chiarito tutto ciò, vi lasciamo a questa carrellata di cattivoni contenuti nelle prossime pagine.

El Dorago

Il temibile El Dorago appare in One Piece: Per tutto l’oro del mondo, film uscito nel 2000 diretto da Junji Shimizu.

Pirata del Mare Orientale a capo dei pirati di Dorago, ha mangiato il frutto del diavolo Goe Goe che gli permette di creare, con la sua voce, delle tremende onde distruttive. È un personaggio imponente dalla pelle scura, denti sporgenti, capelli folti color rosso e un vago aspetto leonino. Indossa diversi oggetti d’oro, tra cui due enormi spalliere e le sue unghie taglienti, che usa come armi.

Per sconfiggerlo, dopo un duro combattimento, Luffy si avvale del suo colpo Gom Gom Bazooka, con cui riesce a spazzarlo via definitivamente.

Bear King

Bear King si scontra con la Ciurma di Cappello di Paglia nel film One Piece: Avventura all’Isola Spirale del 2001 diretto da Junji Shimizu.

È il capitano della ciurma dei fratelli Trump e regna sull’Isola Spirale. Ha una taglia di 11,6 milioni di berry e ha mangiato il frutto del diavolo Metal Metal, che rende il suo corpo duro come la roccia e capace di generare calore dalle braccia e dalle mani con le quali sferra dei colpi micidiali. Questo suo attacco potentissimo si chiama Hot Boiling Special, con cui aumenta la temperatura dei suoi pugni letali. È vestito con una buffa pelliccia di orso, da qui il suo nome.

Sulla sua isola, tiene schiavizzati degli scienziati che costringe a costruirgli un gigantesco cannone, che ha chiamato King Cannon, con il quale pensa di poter diventare il Re dei pirati. Viene sconfitto da Luffy, dopo un duro scontro, che rispedisce indietro un pericoloso colpo del cannone utilizzando il Gom Gom Slingshot, con cui riesce a scaraventarlo giù dalla torre del suo palazzo.

Gaspardi

Gaspardi appare come antagonista nel film One Piece: Trappola mortale uscito nel 2003 e diretto da Kōnosuke Uda.

È un ex-marine che, lasciata la Marina, ha deciso di diventare un pirata. Sulla sua testa pende una pesantissima taglia di ben 95 milioni di berry. Ha una enorme nave rivestita completamente d’oro che si chiama Salamandra, con la polena a forma di muso di drago e il simbolo della Marina con una grossa X disegnato sulla vela maestra. Ha mangiato il frutto del diavolo Ame Ame, della categoria Rogia, che gli consente di trasformarsi in sciroppo di zucchero ed evitare così gli attacchi nemici. Ha una corporatura enorme e, come per la vela della sua nave, indossa la tipica giacca da ammiraglio, ma col simbolo della Marina barrato da un X.

Dopo aver provocato Luffy rovinandogli il suo cappello di paglia a cui il giovane è molto legato, inizia la sfida tra i due. Sanji porta un sacco di farina, punto debole del frutto di Gaspardi, in modo da permettere al suo capitano di colpire lo sfuggente Gaspardi. Alla fine di un lungo ed estenuante combattimeno, Luffy riesce a sconfiggerlo grazie ad un potente Gom Gom Bazooka che lo spazza via.

Barone Omatsuri

Il Barone Omatsuri è l’antagonista principale del film One Piece: L’isola segreta del barone Omatsuri del 2005 con la regia di Mamoru Hosoda.

È il capitano dei pirati Frecce Rosse e il proprietario dell’isola Omatsuri, sulla Rotta Maggiore, in cui finiscono Luffy e la sua ciurma. Come per ogni pirata che capita sulla sua isola, il barone sottopone gli avventori a delle difficili prove, prima di potergli consentire di riposarsi lì. In realtà queste sfide servono per mettere alla prova i partecipanti e vedere se sono adatti al Giglio Garofano, la pianta che gli cresce sulla sua spalla e con cui ha una rapporto simbiotico.

L’oscura storia di questo capitano lo vede vittima di una tempesta in cui perse la vita ogni membro della sua ciurma di pirati. Da quel momento è vissuto disprezzando ogni natante che approdasse sulla sua isola. Con l’aiuto della pianta, Omatsuri riesce a fare tornare in vita i suoi compagni tramite dei sembianti in tutto e per tutto uguali agli originali. In verità sono invece delle piante generate dal Giglio Garofano e alimentate dall’energia vitale delle vittime delle prove del barone.

Combatte utilizzando un potente arco armato con delle frecce dalla punta rossa. Per sconfiggerlo Luffy sarà aiutato dal capitano dei pirati Ochanoma. Questi, mediante una freccia, riesce ad uccidere il Giglio Garofano, indebolendo di conseguenza il barone Omatsuri, che infine viene definitivamente sconfitto da Luffy con un potente pugno.

Dottor Ratchet

Dottor Ratchet compare nel film One Piece: I misteri dell’isola meccanica del 2006 e diretto da Kōnosuke Uda.

È un geniale scienziato che vive sull’Isola Meccanica, di cui è anche il padrone incontrastato. La sua intelligenza è pari solo alla sua arroganza e sostiene che grazie al potere del suo cervello superiore può governare il mondo.

La ciurma di Cappello di Paglia si ritrova a combattere contro Ratchet e i suoi uomini, i quali utilizzano dei grossi robot come terribili armi. Ratchet combatte contro Luffy utilizzando diversi apparecchi, fino ad arrivare ad usarne uno potentissimo con le sembianze di una tartaruga meccanica gigante. Con questa macchina il geniale antagonista riesce a mettere in seria difficoltà Luffy. Per poterlo sconfiggere, il capitano della Going Merry, riesce inconsapevolmente ad attivare il Gear Second, con cui distrugge l’invincibile robot e il suo pilota mediante un Gom Gom Bazooka potenziato.

Mushroo

Mushroo appare nel film One Piece: Il miracolo dei ciliegi in fiore del 2008 diretto da Atsuji Shimizu.

È il fratello di Blik Wapol e assomiglia sia al fratello che al padre. Ha mangiato il frutto del diavolo Noko Noko, che gli permette di rilasciare delle spore di varia forma e potere. Inoltre è dotato di una grande forza fisica, velocità ed agilità. Ha un aspetto piuttosto buffo, porta una maschera e ha un pizzetto nero. Come suggerisce il suo nome, la forma della sua testa e la sua acconciatura ricordano molto un fungo. Indossa un vestito elegante con un mantello viola e pantaloni arancioni.

Lo scontro con Mushroo mette davvero in seria difficoltà i membri della ciurma di Cappello di Paglia. Infatti sulle prime, questo villain riesce facilmente a sconfiggere Luffy e Chopper, avvelenando con una nume di spore il capitano e portandolo quasi alla morte. Ma nel momento in cui il nemico sta per assestare il colpo di grazia ai due, arrivano Usopp e Robin, che salvano il ragazzo con un antidoto. Mushroo ingaggerà quindi una nuova lotta contro Luffy, che riuscirà a sconfiggerlo, non senza qualche difficoltà, in modalità Gear Second. Wapol allora si fonderà con lui ma, grazie al Gear Third, Luffy riuscirà infine a scagliarli entrambi lontano dall’isola.

Shiki

Shiki è il villain principale in One Piece: Avventura sulle isole volanti, film del 2009 diretto da Munehisa Sakai.

Anche detto “il Leone d’oro” e soprannominato il “Pirata volante”, è famoso fra i pirati per essere il primo prigioniero ad essere scappato da Impel Down. Vestito con abiti tradizionali giapponesi, che consistono in una veste gialla, una rossa ed una nera, legate insieme da una fascia verde scura, coperte da uno spesso mantello giallo sulle spalle. Ha dei folti capelli dorati che assomigliano ad una folta criniera, su cui campeggia ciò che rimane del timone della sua nave, incastratosi in un incidente durante la furia della battaglia di Ed Waugh. In bocca ha spesso un sigaro, incastonato in un ghigno che non abbandona mai il suo viso.

Anche nelle situazioni più assurdamente drammatiche, fa sempre sfoggio del suo imperturbabile sorriso. Al posto delle gambe, che si è tagliato per evadere da Impel Down, Shiki ha come protesi le sue due spade che usa anche per combattere. Comanda una grande flotta di pirati, con almeno cinquanta divisioni sotto i suoi ordini.

Shiki ha mangiato il frutto del diavolo Fuwa Fuwa, della categoria Paramisha, che gli ha donato il potere di fare levitare e di controllare a suo piacimento qualsiasi cosa egli tocchi con le sue mani, purché sia di materia inanimata.

Per sconfiggerlo, Luffy lo sfiderà una prima volta in modalità Gear Second, ma verrà inizialmente sconfitto. Dopo aver recuperato le energie, Cappello di Paglia ingaggerà battaglia nuovamente contro Shiki, ma questa volta usando il potentissimo Gear Third. Per far fuori il temibile sfidante, spingerà il suo piede fino alle nuvole. All’inizio Il Leone d’oro crede che i fulmini uccideranno Luffy, non pensando che il corpo del ragazzo è fatto di gomma, che lo rendere refrattario all’elettricità. Quando si rende conto del suo errore di valutazione sarà ormai troppo tardi. Infatti Luffy lo colpirà con il suo piede elettrizzato, schiantandolo e fulminandolo.

Z

Z è il nemico principale del film One Piece Film: Z del 2012 diretto da Tatsuya Nagamine.

Z, il cui nome per esteso è Zephyr, è un uomo grande e muscoloso dai capelli viola con un grosso congegno meccanico al braccio destro. Questo gli è stato impiantato a seguito di uno scontro, in cui aveva perso il braccio, con un pirata che aveva mangiato un frutto del diavolo. Questo arto meccanico, chiamato Battle Smasher, gli consente dei colpi davvero devastanti. A seguito dell’entrata dello stesso pirata, nella Flotta dei Sette avallata del Governo Mondiale, Zephyr perde la totale fiducia nella marina e in tutti i suoi ideali. Questo lo spinge infine ad abbandonandola definitivamente.

Zephir affronterà più volte Luffy in scontri senza esclusione di colpi, e infine sarà Cappello di Paglia ad avere la peggio. Però poi Z, che ha iniziato ad apprezzare il buon cuore di Luffy, si sacrificherà per permettere a lui e alla ciurma del pirata, di fuggire da un assalto della marina.

Gild Tesoro

Gild Tesoro è il temibile antagonista del film One Piece Gold, uscito nel 2016 per la regia di Hiroaki Miyamoto.

È soprannominato il “Re del Casinò” ed è il capo di Gran Tesoro. Ha una grossa cicatrice a forma di stella sulla schiena a coprire il simbolo dei Draghi Celesti, che gli incisero durante il periodo di schiavitù. Indossa un paio di occhiali da sole e fa sfoggio di un gran numero di gioielli tra orecchini e anelli. Possiede il 20% della ricchezza mondiale ed è per questo una personalità molto influente.

Ha mangiato il Frutto Gold Gold che gli permette di manipolare a suo piacimento l’oro con cui entra in contatto, plasmandolo come fosse liquido. Ma perde tale controllo se entra a contatto con l’acqua marina.

ll combattimento tra Luffy e Tesoro è uno dei più lunghi ed estenuanti tra tutti quelli dei film. La svolta della sfida c’è quando Cappello di Paglia riesce, con un colpo violentissimo attivando il Gear Fourth, a mandare a terra l’avversario frantumandogli il braccio.

Infine, come estrema arma Gild trasforma un suo enorme golem d’oro dallo stato solido a quello liquido inondando una la città e provocando Luffy. Il capitano della Going Merry, al culmine della rabbia, con un polpo potentissimo riesce a sconfiggerlo scagliandolo sulle navi della Marina, dove viene poi arrestato.

Douglas Bullet

Ed eccoci arrivati alla fine della nostra lista, con l’ultimo temibilissimo avversario. Stiamo parlando di Douglas Bullet, antagonista principale del film di prossima uscita One Piece: STAMPEDE – Il Film, che arriverà nei cinema italiani il 24 ottobre 2019 e diretto da Takashi Otsuka.

Douglas Bullet ha mangiato il Frutto del Diavolo chiamato Gasha Gasha no Mi, o Clank Clank Fruit, che gli consente di assemblare e combinare nel suo corpo una serie di oggetti fisici come l’acciaio e le armi. Grazie a questo potere può mutare il suo corpo e trasformarsi in strutture, veicoli o armature robotiche pronte al combattimento.

Il suo aspetto, nella forma normale, è davvero imponente. Muscolosissimo, indossa un giacchetto di pelle, tipo chiodo, con una lunga capigliatura bionda e delle grosse cuffie per sentire la musica alle orecchie.

Ovviamente, per non spoilerare il film, non vi possiamo raccontare come andrà a finire lo scontro tra lui e Luffy. Per saperlo dovrete per forza aspettare qualche settimana ed andarlo a vedere direttamente voi al cinema. Quello che è sicuro, già nelle premesse, è che sarà di certo uno scontro epocale!

Articoli Correlati

Per l’anime dedicato alle storie di Junji Ito manca ancora qualche mese (ottobre è la data di uscita), ma questo non...

06/08/2022 •

15:00

Demon Slayer è sicuramente uno dei manga Shonen più appassionanti e di successo degli ultimi anni. Lo dicono sicuramente in...

06/08/2022 •

12:00

Dragon Ball Super: Super Hero in terra nipponica è arrivato da quasi due mesi nelle sale cinematografiche e tra poco approderà...

06/08/2022 •

10:00