La nostra canonica classifica di fine anno sulla serialità vista nei 12 mesi appena trascorsi.

Fine anno è sempre tempo di bilanci. Dopo i migliori film dell’anno e in attesa dei Golden Globes, ecco a voi le 12 migliori novità (quindi non nuove stagioni) quando si tratta di serie tv viste nell’ultimo anno. Quali sono state le scoperte seriali che hanno entusiasmato di più voi invece?

12. Bodyguard (BBC in Uk, Netflix in Italia)

Una serie inglese che, al netto di qualche difetto, incentra tutta la sua forza nell’essere avvincente, attuale e politica tra terrorismo, ritorno a casa dei soldati nella Londra di oggi, con qualche spruzzata soap. Il bodyguard del titolo è il Richard Madden de Il Trono di Spade, il politico (donna) da proteggere è il Ministro dell’Interno Julia Montague. Insieme a Bodyguard un’altra serie inglese si è fatta notare, Press, incentrata invece sulla concorrenza fra due giornali con tutte le sfide quotidiane del giornalismo al tempo di internet che ciò comporta.

11. A Million Little Things (ABC negli Usa, inedita in Italia)

Una serie con tutti i canoni ABC, dove va in onda, al posto giusto. Il suicidio del membro di un gruppo di amici molto affiatato getta scompiglio nell’equilibrio già precario delle loro vite. Tra segreti e colpi di scena inaspettati, tutto va veloce, ma si prende anche tutto il tempo necessario, senza mai essere eccessivamente stucchevole, ma piuttosto familiare, come se dopo pochi episodi li conoscessimo già da una vita (un potere che le serie americane possiedono e che noi non riusciremo mai ad avere). Ciò che ne esce è un ritratto veritiero, onesto, toccante, di cosa vuol dire l’amicizia oggi, ma anche temi vicini alla morte come il suicidio, il cancro si tratta sempre dell’insieme di un milione di piccole cose. Ricordiamo tra le serie generaliste di genere invece The Resident e 911, che hanno sorprendentemente rinverdito il pronto soccorso televisivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui