One Piece: Romance Dawn – Il leggendario “Poema” di Eiichiro Oda

One Piece: Romance Dawn, il leggendario inizio dell'epopea piratesca di Oda!

Pubblicato il 22 Luglio 2022 alle 13:00

Lo storico capitolo di One Piece continua ad “invecchiare” e con esso si trascina dietro una storia incredibile che al di là delle varie critiche e ipotesi soggettive si è sempre posta come una delle migliori di sempre.
One Piece: Romance Dawn – Il leggendario “Poema” di Eiichiro Oda

Specie quando si inizia una storia (che sia un libro, film, manga, videogioco ecc) la parte iniziale deve sempre colpire, catturare e comprendere tutta la poetica che sarà presente in futuro così da conquistare subito il fruitore del “servizio”.

Quello fatto all’epoca da Romance Dawn (il “pilot” di One Piece) ha davvero dell’incredibile e riesce a racchiudere tutte queste caratteristiche appena citate, e anche qualcosina in più.

Fin da subito infatti possiamo notare l’incalzante e altissima caratura della storia, che tra flashback, personaggi e misteri si pone fin da subito come un’opera enigmatica e simbolica, che passo dopo passo avrebbe risolto tutti i suoi misteri.

Nonostante la voglia di scoprire e concludere in “fretta” tutte le digressioni e le diramazioni aperte nel corso della serializzazione, col tempo il pubblico ha imparato ad apprezzare questa “lentezza” della narrazione, una storia volta al racconto, al carisma ed al grande cuore dei protagonisti, dei lettori e dell’autore stesso.

One Piece: Romance Dawn – Il leggendario “Poema” di Eiichiro Oda

One Piece: Romance Dawn - 25 anni fa iniziava il "Poema" di Eiichiro Oda
Copyright – Toei Animation

Il prologo originale della storia è quello che avete modo di vedere anche all’interno dell’anime, anche se quest’ultimo ha comunque delle versioni diverse che non risultano canoniche.

Questa, insieme ad altre storie con cui Oda si è esercitato per tirare fuori il manga con protagonista Luffy, le trovate nel volume unico pubblicato da Star Comics intitolato “Wanted”.

Infatti la travagliata e complessa storia di Oda nel campo dell’editoria giapponese è davvero sfaccettata e ardua e la strada che ha dovuto attraversare per raggiungere la vetta è stata davvero dura. Tutti i suoi sforzi sono racchiusi nel volume citato.

Se volete vedere la versione animata della prima versione del prologo, potete vedere il mediometraggio One Piece: Romance Dawn Story che si ispira alla Versione 1, un manga one shot di sole 50 pagine.

Una genesi sempre diversa

La complessità e il volto di questa epopea piratesca ha di certo avuto bisogno di una grande impostazione iniziale da parte dell’autore e la sperimentazione per il prologo, e la serie in generale ha sempre avuto bisogno di numerose revisioni da parte degli editor per raggiungere la forma finale e “giusta” per la linea di Shonen Jump.

Fin da subito ci troviamo di fronte il Re dei Pirati Gol. D. Roger al patibolo, successivamente alla cattura dovuta alla sua temibile taglia e la sua pericolosità per la Marina e il resto del mondo.

Un incipit del genere scatena fin da subito curiosità e voglia di scoperta e avventura, dato che al grido “Il mio tesoro…? Se lo volete, è vostro… cercatelo! Ho lasciato tutto in un certo posto” il pirata da il via ad una storia dai tratti unici, meravigliosi e capaci ancora di far sognare.

Il prologo, come accennato è uno dei migliori di sempre in ambito manga e anime visto e considerato che contiene tutte le “formule” per invogliare e accompagnare il lettore/spettatore in quella che è una grande avventura.

Fin da subito infatti Oda ci proietta nel suo mondo fatto di misteri ed enigmi, mostrando la versione infantile di Luffy che vuole entrare nella Ciurma di Shanks, quello che diventerà uno degli Imperatori più potenti dei mari e mentore del protagonista.

La leggenda del ONE PIECE!

Il loro stupendo rapporto seppur si sofferma solamente a Romance Dawn, si forma proprio in questo momento e la capacità di raccontare da parte dell’autore permette di immedesimare e far empatizzare il pubblico, dato che è bastato solo una determinata vicenda per far entrare i suoi personaggi nel cuore di tutti.

Nonostante le prese in giro da parte del pirata al riguardo delle richieste di Luffy nell’entrare nella sua Ciurma, quest’ultimo sacrifica il suo braccio per salvare Luffy da morte certa in mare, regalandogli successivamente il Cappello di Paglia che lo avrebbe distinto per sempre.

L’epica trasudata da questa sequenza/tavola ha veramente dell’incredibile e il giusto mix di personaggi, dialoghi e disegni riesce a regalare al pubblico, ancora oggi, una delle nascite migliori di sempre. Un prologo leggendario rimasto negli annali, che farà scuola per diversi anni a venire.

Se ancora oggi, dopo un considerevole lasso di tempo parliamo ancora di questo prologo non servono veramente altre parole di elogio, visto e considerato che questo è ad ora un’enorme vanto per One Piece, specie in un’epoca dove ci si dimentica di tutto in un tempo brevissimo, a meno che non lasci veramente un segno indelebile.

Il “Poema” di Oda tra le sue carte vincenti non ha solamente il lato tecnico ma anche quello spirituale, visto che l’importanza di entrare nell’anima del pubblico è importante, specie se si vuole continuare per tanto tempo e cercare di abbracciare diverse generazioni di appassionati.

Articoli Correlati

Bleach è tra le serie manga più iconiche di sempre e come ormai tutti sanno, la serie animata tornerà con nuovi episodi entro...

08/08/2022 •

20:00

Katsuhiro Otomo, il mangaka del celebre Akira è tornato al lavoro su un nuovo manga! L’aggiornamento giunge dalla pagina...

08/08/2022 •

18:00

Jujutsu Kaisen 0 come ben sapete ha conquistato letteralmente tutto il mondo, grazie al suo film prequel campione di incassi in...

08/08/2022 •

16:00