“Io Sono Sasuke”, il “fiabesco” racconto del Giappone Feudale di Osamu Tezuka – Recensione Express

"Io Sono Sasuke", il "fiabesco" racconto del Giappone Feudale di Osamu Tezuka - Recensione Express

Pubblicato il 10 Maggio 2022 alle 17:08

Autori: Osamu Tezuka
Casa Editrice: Edizioni BD
Provenienza: Giappone
Prezzo: € 15,00
Bross. Con Sovracc. – 330 cad. , B/N
Data di pubblicazione: 06/04/2022

Nicola Giuseppe Gargiulo
Nicola Giuseppe Gargiulo
2022-05-10T17:08:45+02:00
Nicola Giuseppe Gargiulo

Autori: Osamu Tezuka Casa Editrice: Edizioni BD Provenienza: Giappone Prezzo: € 15,00 Bross. Con Sovracc. – 330 cad. , B/N Data di pubblicazione: 06/04/2022

Con “Io Sono Sasuke” continuiamo la rubrica Recensioni Express, dove tramite un articolo efficace, snello, incisivo e esplicativo andremo a spulciare le nostre storie, tramite un’analisi minuziosa e particolare, che andrà subito al dunque!

Non serve osannare Osamu Tezuka, il Dio dei manga, visto e considerato che la rilevanza di questo mangaka è davvero esaustiva, nonché leggendaria.

LEGGI ANCHE:

Dance Dance Danseur, la delicatezza e la crudezza della danza (e del mondo) secondo George Asakura – Recensione Express

Il racconto all’interno del manga analizzato contiene la maggior parte delle leggende folkloristiche giapponesi, insieme alle figure dei samurai storiche dalle quali hanno attinto opere future e famigerate come Naruto e Lupin.

Io sono Sasuke è una storia che attraversa diverse ere e trascina il lettore nella vita dei personaggi, che proprio come la nostra muta, cambia e si evolve.

Sasuke Sarutobi è un personaggio ricorrente della cultura popolare giapponese fin dal XVII secolo, dove è raffigurato come uno dei Dieci impavidi di Sanada, un altrettanto leggendaria squadra di guerrieri ninja al servizio di Yukimura Sanada (1567-1615), lo storico generale distintosi nella difesa di Osaka durante l’Assedio d’Inverno (1614-1615), che mise fine alla lunga era degli Stati belligeranti.

Il protagonista si muoverà in diverse ere e come accennato incontrerà numerosi personaggi storici, con i quali cercherà di riportare le popolazioni oppresse verso la loro precedente stabilità, grazie anche alle sue capacità mimetiche e la straordinaria agilità, acquisite durante un importante allenamento con uno storico maestro.

Le citazioni e i riferimenti alle opere cinematografiche di Akira Kurosawa si sprecano e in questo manga Tezuka si ispira e cita fortemente la pellicola “I Sette Samurai”.

Le origini contadine di Sasuke sopprimeranno inizialmente le sue ambizioni, per poi, tramite tragici eventi, diventare la sua ragione di vita, dato che la sua famiglia lavorava e viveva in quell’ambito.

Nel corso della storia conosceremo anche un villain/comprimario di nome Ishikawa Goemon, un leggendario ninja giapponese vissuto durante il periodo Sengoku-jidai (1467-1603). Guerriero fuorilegge, egli rubava oro e oggetti preziosi per poi donarli ai poveri, nel corso del tempo la sua figura è divenuta leggendaria, portando ispirazione anche a storie future come Lupin III.

Dal lato stilistico rimaniamo sempre su un livello eccezionale, con Tezuka che disegna tavole immortali che ancora oggi fanno scuola e rimangono moderne ed efficaci indubbiamente. Il tratto disneyano tanto amato dal leggendario mangaka si fa sempre sentire e corona una costruzione delle gabbie ispirata e che spesso e volentieri vola fuori dagli schemi.

Tra citazioni storiche e autoreferenziali Osamu disegna e costruisce vignette e frasi che rompono la quarta parete, con i personaggi che spesso escono e distruggono le vignette in cui sono ingabbiati entrando a stretto contatto con il lettore che ancora oggi si sorprende di determinate trovate stilistiche (pensate ai tempi dell’uscita la rivoluzione ndr).

Un racconto importante per chi vuole immedesimarsi in maniera leggera nella storia folkloristica giapponese e nelle sue figure leggendarie e storiche. L’eredità del Dio dei manga Osamu Tezuka è immensa e proprio per questo, sia i lettori più navigati che i neofiti dovrebbero attingere da questi lavori esaustivi, che ancora oggi rimangono dei capisaldi leggendari dell’arte sequenziale giapponese, costruendo, regalando e coronando un livello talmente irraggiungibile ed elevato da entrare nella leggenda, proprio come già accaduto.

“Io Sono Sasuke” è un meraviglioso racconto fiabesco e funzionale di un’epoca violenta e tanto apprezzata come il Giappone feudale; la scrittura efficace e leggera si amalgama alla perfezione ai dialoghi ed all’impostazione delle gabbie, che spesso e volentieri esplodono fuori dagli schemi, donando una narrazione scorrevole e piacevole per chi cerca una qualità indiscussa dalle forme e la scrittura non troppo complessa, rimanendo in una scala qualitativa elevata partorita dalla mente e la matita di un gigante come Tezuka.

In Breve

STORIA

8

DISEGNI

8.5

CURA EDITORIALE

8

Sommario

Io sono Sasuke è un'opera meravigliosa che trascina il lettore nel Giappone feudale, uno dei periodi più apprezzati e violenti dell'intera storia nipponica. Figure e temi storici si fondono alle leggende ed al folklore riguardanti quel periodo, tramite tavole ispirate, moderne e funzionali che spiccano e portano in scena dialoghi leggeri, efficaci ed esaustivi. La forte ispirazione alla Disney ed alle opere cinematografiche di Kurosawa concedono a Tezuka di confezionare una storia meravigliosa, che sancisce ancora una volta la sua eterna eredità come "Dio dei manga".

8

Punteggio Totale

Articoli Correlati

Tanta azione non-stop, come enuncia il titolo, in questa miniserie di Joe Kelly e Chris Bachalo, dove il nostro Arrampicamuri...

18/05/2022 •

09:00

Suzume no Tojimari (“La chiusura delle porte di Suzume“) è un film d’animazione fantasy-fantascientifico...

18/05/2022 •

08:30

Panini Comics ha annunciato sul numero 369 del catalogo Anteprima i nuovi fumetti e libri della linea editoriale facente parte...

18/05/2022 •

08:00