Debutta finalmente Superman & Lois, ultimo ingresso in quello che è stato l’Arrowverse ovvero l’universo televisivo DC e che negli ultimi mesi fra pandemie, chiusure e stravolgimenti dettati dai cambi di strategie di Warner Bros. e HBO Max, sta radicalmente mutando pelle.

C’era molta attesa, e più di una legittima riserva, su questa nuova interazione televisiva dell’Uomo d’Acciaio che nasce dopo i cammei del personaggio in Supergirl e negli annuali crossover del già citato Arrowverse degli ultimi anni ovvero Elseworlds e Crisis on Infinite Earths.

Non solo ritroviamo Tyler Hoechlin nei panni di Clark Kent/Superman ma abbiamo uno starting point totalmente inedito, o quasi, per il personaggio che si ritrova papà di due gemelli!

Superman & Lois, la famiglia Kent

Jonathan e Jordan Kent sono la “conseguenze” del crossover citato poco sopra Crisis on Infinite Earths.

In Elseworlds, il crossover del 2018, infatti Lois era rimasta incinta di Jonathan e in seguito aveva deciso di lasciare la Terra insieme a Clark e stabilirsi su Argo City per crescere il loro bambino. In Crisis, Superman, Lois e il piccolo Jonathan erano riusciti a sopravvivere alla distruzione di Argo City e di Terra-38 caduta vittima dell’ondata di anti-materia.

Tuttavia, dopo che Oliver Queen nei panni dello Spettro ha riavviato il multiverso, tutti i personaggi sono diventati abitanti di Terra-Prime e, nel caso specifico di Lois e Clark, i due devono gestire l’imprevista conseguenza di avere un secondo figlio.

Superman & Lois, ritorno a Smallville

Dopo una breve sequenza introduttiva che ci rinarra le origini e l’esordio di Superman veniamo catapultati subito al centro dell’azione. Superman deve gestire una emergenza in una centrale nucleare ma è nulla in confronto con quello che lo attende a casa e al Daily Planet.

Jon è solare e popolare ed è appena diventato quarteback titolare della squadra di football di una delle high school più competitive del paese, Jordan è introverso e taciturno inoltre soffre di attacchi d’ansia. Disturbo per il quale è in terapia.

Né Jon né Jordan conoscono però il segreto del padre. La situazione subisce una brusca sterzata non solo perché Morgan Edge, nuovo proprietario del Daily Planet, sta attuando dei tagli selvaggi al personale ma anche perché una drammatica notizia riporta la famiglia Kent a Smallville.

Lì l’incontro con vecchi amici, e non solo, riapre vecchie ferite e ricordi anche per i due gemelli Kent che rincontrano Sarah, la figlia di Lana Lang. Proprio i due gemelli sono vittime di uno sfortunato incidente da cui escono miracolosamente illesi.

I due ragazzi sono turbati così come Lois che chiede a Clark di rivelare il suo segreto di modo da capire se uno o entrambi i figli stiano iniziando a manifestare i suoi poteri. I guai però non sembrano essere finiti perché sulla fattoria è stata accesa una ipoteca che riporta ancora una volta alle Galaxy Industries di Morgan Edge.

Quando di due gemelli curiosano troppo nel mitico fienile della fattoria a Clark non rimane altro che rivelare il suo segreto con tutte le conseguenze del caso che esploderanno, letteralmente, durante una festa a cui parteciperanno Jon e Jordan.

Mentre i Kent devono decidere se rimanere a Smallville e riscattare la fattoria, il Generale Lane conferma i sospetti di Superman: gli attacchi alle centrali nucleari sono opera di qualcuno. Ma chi è la misteriosa figura in armatura che pare conoscere tutto sull’Uomo d’Acciaio e lo attacca a viso aperto?

Superman & Lois, un Superman contemporaneo

Superman & Lois è uno degli approccio più radicalmente diversi rispetto al canone dell’eroe. Non si tratta solo di rivoluzionare lo status quo del personaggio per il puro sensazionalismo o per bizzarre scelte narrative ma di rendere Superman ancora una volta rilevante e contemporaneo.

Al centro di questa season premiere c’è Superman, non solo l’eroe in costume ma anche il simbolo che rappresenta, eppure calato in un contesto nuovo e facilmente riconoscibile come quello famigliare.

Uscendo dalla comfort zone delle ambientazioni e delle trame classicamente sci-fi e supereroistiche, la serie trova una incredibile spinta in una tensione fra il più classico dei family drama e il teen drama più robusto. Tyler Hoechlin e Elizabeth Tulloch non saranno gli archetipi perfetti di Superman e Lois ma sono dannatamente perfetti nel ruolo di (super)genitori con tutte le difficoltà, dubbi e incertezze del caso.

A rubare la scena sono per i giovani Jordan Elsass e Alex Garfin (Jon e Jordan Kent) che incarnano non solo due fratelli in maniera molto realistica ma sembrano quasi rappresentare in maniera inedita e più intima la dualità che accompagna, e su cui è basato, Superman.

Le difficoltà di avere una famiglia, le difficoltà della crescita in un mondo frenetico e spersonalizzante, lo sfondo di una crisi economica che mina le certezze anche quelle più ferree (come il lavoro legato alla Terra) creano un substrato vivo e attuale in cui poi ricamare le trame più o meno classiche dei generi in un cui la serie si muoverà. Dallo sci-fi al supereroico (il cliffhanger finale che promette di cambiare ancora una volta l’approccio al personaggio della serie) fino a quelle drama. Ottima quindi la sceneggiatura di Greg Berlanti e Todd Helbing.

Superman & Lois dimostra, qualora ce ne fosse bisogno, quanto il personaggio sia capace di essere rilevante soprattutto quando calato in un contesto attuale o meglio con connessioni con il mondo che lo circonda. Lo fu nei comics all’origine, lo fu ad esempio fra la fine degli anni ’80 e l’inizio anni ’90 (periodo con cui la serie sembra condividere l’amore per un cast di personaggi folto e sfaccettato) e lo è stato in Man of Steel di Zack Snyder precedendo la riflessione sul migrante e sul riconoscimento dell’altro che sarebbe esplosa di lì a pochi anni.

Superman & Lois, ritorno a Smallville

Ed è evidentissima l’influenza di Man of Steel in tutto questa season premiere. Dal ritmo della regia passando alle musiche fino all’estetica e alla fotografia. Il meglio, forse, della pellicola di Snyder viene ripreso in Superman & Lois pur filtrato con piglio più televisivo che frena in alcuni frangenti Lee Toland Krieger dietro la macchina da presa.

Sono 60 minuti molto densi quelli di questa premiere e spesi per costruire, benissimo, il “nuovo” mondo di Superman ed in cui vengono sacrificate soprattutto le sequenze d’azione un po’ troppo vagamente generiche. In questo senso qualche accorgimento in più e un affinamento degli effetti pratici (vedasi il nuovo costume di Hoechlin, eccessivamente imbottito in qualche inquadratura) non potrà che giovare alla serie.

Superman & Lois, cosa aspettarci dal resto della Stagione 1

Superman & Lois è un’ottima season premiere. Carica di gravitas, coinvolgente mai banale che rispetta, rinnovandolo profondamente, il canone supermaniano.

Al netto di qualche incertezza in fase registica, come tutte le serie TV, ed in particolare quelle DC la speranza è che il resto della Stagione 1 si mantenga su questi livelli senza cadere nella trappola di appoggiarsi eccessivamente a quelle componenti drama che troppo spesso rendono la visione stucchevole e priva di mordente.

Acquista Superman di Geoff Johns Vol. 1 – L’Ultimo Figlio di Krypton cliccando QUI

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui