Critical Role – Vox Machina Volume 1 – Le Origini | Recensione

Pubblicato il 4 Gennaio 2021 alle 15:00

Le origini di una campagna di Dungeons & Dragons diventata una web serie di successo, e traslata anche in versione fumetto. Un’operazione per appassionati.

Autori: Matthew Mercer, Matthew Colville (testi), Olivia Samson (disegni)

Casa editrice: Edizioni BD

Genere: fantasy

Provenienza: Stati Uniti

Prezzo: € 16, p.180, col., 25×16, brossurato

Data di pubblicazione: 28 ottobre 2020

Davide Mirabello
Davide Mirabello
2021-01-04T15:00:25+00:00
Davide Mirabello

Le origini di una campagna di Dungeons & Dragons diventata una web serie di successo, e traslata anche in versione fumetto. Un’operazione per appassionati. Autori: Matthew Mercer, Matthew Colville (testi), Olivia Samson (disegni) Casa editrice: Edizioni BD Genere: fantasy Provenienza: Stati Uniti Prezzo: € 16, p.180, col., 25×16, brossurato Data di pubblicazione: 28 ottobre 2020

La storia di Critical Role – Vox Machina è piuttosto particolare, considerando che il progetto di partenza è quello di una web serie in cui un gruppo di attori giocano a Dungeons & Dragons. Vox Machina Volume 1 – Le Origini è quindi il racconto di origini della campagna con tutti i personaggi fantasy protagonisti.

Critical Role – Vox Machina Volume 1 – Le Origini: dal web al fumetto

Al centro del racconto ci sono una serie di aspiranti eroi piuttosto suggestivi: possiamo incontrare elfi, mezzi elfi, stregoni Dragonidi. Insomma, un assemblaggio di personaggi tipici da racconto fantasy. L’idea alla base sembra quella di vedere un gruppo in stile Guardiani della Galassia declinato in un universo alla Dungeons & Dragons.

Lo spunto di base della storia riguarda una palude e delle misteriose scomparse che chiameranno a indagare due fratelli elfi. Tra intrighi, demoni extrasensoriali ed un misto di umorismo ed action, il fumetto scorre, ma non troppo.

Sì, perché nonostante la campagna portata avanti dagli attori e doppiatori di Critical Role, quell’avventura fantasy declinata in un fumetto non riesce a trasmettere la stessa brillantezza.

Un aspetto particolare riguarda i dialoghi: autori come Brian Michael Bendis hanno fatto delle vignette ricche di nuvolette un punto di forza. Ma, la capacità di creare dialoghi brillanti che sappiamo rallentare il ritmo della lettura, creando interesse e non pesantezza, non è un qualcosa di semplice da ottenere.

Ecco, nel primo volume di Critical Role – Vox Machina i fitti dialoghi appesantiscono la lettura, ed allontanano da un racconto scorrevole ed avvincente che non riesce ad intrigare, così come è accaduto nella web serie.

Critical Role – Vox Machina Volume 1 – Le Origini: un cambio di medium non efficace

Il tema del cambio di medium è importante, e la forza trasmessa dalla storia e dai personaggi è la base per rendere il tutto adattabile al passaggio da un mezzo di comunicazione all’altro.

I disegni di Olivia Samson sono improntati verso il cartoonesco, hanno la loro efficacia, ma vengono condizionati dalla sceneggiatura di Matthew Mercer e Matthew Colville. Le situazioni proposte in alcuni tavole appiattiscono un po’ la narrazione, con la rappresentazione di continue scene di dialogo che non riescono a far decollare la storia.

Edizioni BD ha ben confezionato questo primo volume di Critical Role – Vox Machina, che però alla base non riesce ad essere del tutto convincente. Il fatto che una web serie di successo abbia generato un fumetto è un qualcosa d’intrigante e suggestivo, ma l’operazione ultimata non ha colto nel segno.

Il fantasy, a livello mondiale, è un genere inflazionato, ed il fatto che un cast di attori e doppiatori si cimentasse in una campagna di Dungeons & Dragons da giocare dal vivo, rendendola una web serie, è un’idea convincente.

Ma ciò che ha portato al successo di Critical Role è l’intrattenimento generato dal vedere dei bravi attori e doppiatori cimentarsi con il gioco di ruolo per eccellenza. Riportare quella campagna su carta non suscita lo stesso entusiasmo. 

Anche la stessa idea di leggere di personaggi con una personalità, che riflette ovviamente quella dei loro alterego giocatori, ma senza quella controparte visibile ad animarli, sembra come mostrare una storia a metà.

Forse sarebbe stato più efficace riportare nei fumetti questo doppio ruolo di giocatore ed avatar, per raccontare una storia fantasy fuori dai canoni, che diventa un racconto sospeso tra immaginazione e realtà.

Ma, probabilmente ai grandi appassionati di Critical Role non interesserà più di tanto di tutto questo, e troveranno più che interessante l’essere intrattenuti con le storie d’origini di una campagna D&D che seguono con passione.

Diciamo perciò che per tutti gli appassionati della Web serie Critical Role questo fumetto è un’estensione della loro avventura, mentre per i neofiti potrebbe essere un fantasy che non toglie né aggiunge niente di particolare al genere, e che non sempre riesce ad intrattenere.

Acquista Critical Role – Vox Machina Volume 1 – Le Origini cliccando QUI

In Breve

Storia

5.9

Disegni

6.5

Cura editoriale

6.5

Sommario

Edizioni BD propone il fumetto dedicato alla web serie sulla campagna di Dungeons & Dragons divenuta popolare, e da cui sono nate trasposizioni a cartone ed in versione comics. Un gruppo di personaggi si unisce per combattere intrighi e situazioni misteriose nella cittadina paludosa di Stilben.

6.5

Punteggio Totale

Articoli Correlati

Tra le uscite Panini Marvel Italia tra Marzo e Aprile 2022 è da segnalare la conclusione della gestione di Jonathan Hickman sui...

14/01/2022 •

14:09

Tra le uscite Planet Manga di Marzo 2022 spiccano i manga dedicati a Batman in occasione dell’uscita del film, Shangri-La...

14/01/2022 •

13:40

Con il disappunto di qualcuno, il quarto ed ultimo capitolo della saga animata di Sony Pictures Animation Hotel Transylvania 4:...

14/01/2022 •

12:38