Per chi non lo conoscesse, Gundam è un franchise giapponese d’animazione creato da Yoshiyuki Tomino e Hajime Yatate, da cui è stata creata una serie anime, Mobile Suit Gundam che ne ha consacrato il successo mondiale. Il gioco che andiamo a recensire oggi è una conversione della versione arcade di Mobile Suit Gundam Extreme VS. Maxiboost del 2016 uscita per PlayStation 3.

Mobile Suit Gundam: Extreme Vs. Maxi Boost ON è un gioco d’azione per combattimenti a squadre 2 contro 2, sviluppato e distribuito da Bandai Namco, che è uscito per PlayStation 4 il 30 luglio 2020. Questo titolo purtroppo non ha la localizzazione in italiano, bensì i sottotitoli in inglese.

Essendo un gioco per sfide a squadre, questo titolo non ha una trama, ma avremo la facoltà di sbloccare i tantissimi mobile suit dalle numerose serie di Gundam. Infatti potremo prendere il controllo di 185 unità dall’universo Gundam, inclusi gli esclusivi Montero e Zaku Amazing.

Avremo la facoltà di giocare e combattere le nostre sfide sia offline che online. Per quanto riguarda l’online, potremo scontrarci con fino a 18 giocatori da ogni parte del mondo nelle seguenti modalità:

  • Player Match: Dai 4-18 giocatori potranno sfidarsi in due sotto modalità. In una, chiamata “Team Shuffle”, l’host può permette di giocare in team casuali e l’altra “Team Free” ci si può creare la squadra da usare per competere. Per partite classificate;
  • Casual Match: per 4 giocatori che vogliono giocare in modo casuale e indipendentemente dalla loro classifica;

Per chi invece vuole fare il tipo solitario e giocare da solo offline, c’è la Branch Battle, in cui potremo affrontare diverse sfida da completare combattendo contro nemici guidati dall’IA, realizzata con un ottimo livello di sfida.

Comparto tecnico

Dal punto di vista grafico Mobile Suit Gundam: Extreme Vs. Maxi Boost ON è realizzato davvero in maniera egregia. L’aspetto dei mecha è stato realizzato con grandissima cura, con il risultato di avere un forte impatto visivo. Sicuramente è uno degli aspetti di spicco del gioco, che solo nelle ambientazioni perde leggermente di spessore.

La realizzazione delle texture è di altissimo livello, come dicevamo. Soprattutto per quanto riguarda i robot che si scontrano nelle varie arene di sfida. Per quanto riguarda gli ambienti invece, soffrono forse un po’ di piattezza, dovuta soprattutto al loro aspetto puramente funzionale e di contorno.

Aspetto decisamente sopra le righe e strettamente funzionale al gioco stesso, è la realizzazione delle collisioni e gli effetti globulari. Questi hanno un grosso impatto visivo nelle sfide e il livello del dettaglio e la resa della modellazione poligonale dei personaggi, salta all’occhio ad ogni occasione.

La colonna sonora è un elemento che in maniera silente ma efficace fa il suo sporco lavoro. Riesce con le sue musiche composte in maniera precisa e funzionale a impreziosire ancor di più questo titolo. Come dicevamo per gli effetti grafici delle collisioni, anche i loro effetti sonori sono degni di menzione. Infatti questi, durante le battaglie, rendono gli scontri ancor più coinvolgenti e intensi.

Conclusioni

Per concludere, Mobile Suit Gundam: Extreme Vs. Maxi Boost ON è un titolo che verrà sicuramente molto apprezzato da tutti coloro che hanno amato la serie animata e le altre declinazioni del mondo Gundam. Rimarremo incollati allo schermo nelle avvincenti sfide 2 Vs 2 o in Multiplayer, affascinati dalla grafica e dal gameplay funzionale.

Può essere giocato anche da chi non conosce le serie animate Mobile Suit Gundam. Perchè i combattimenti nei panni dei mobile suit, possono anche essere presi semplicemente come sfide tra robot super accessoriati. Basta lasciarsi catturare dall’atmosfera futuristica e dagli scontri adrenalinici.

Mobile Suit Gundam: Extreme Vs. Maxi Boost ON è disponibile dal 30 luglio 2020 in Italia su PlayStation 4 in formato digitale.

Acquista il Real Grade Gundam RX-78 GP01 1/144 cliccando QUI

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui