Arriva in home video Downton Abbey Il Film con Universal Pictures Home Entertainment Italy e la confezione color oro pur nella sua semplicità richiama la “regalità” della situazione, dato che per la prima volta il Re e la Regina faranno visita alla tenuta, mettendo in subbuglio tanto il “piano di sopra” quanto quello di sotto. Ed è proprio dai due “piani” che partono i ricchi extra dell’edizione blu-ray, accanto a un comparto audio/video degno di nota.

Due chiacchiere con il cast si divide appunto fra il “piano di sopra” – a cui partecipano Hugh Bonneville (Robert Crawley, il Conte di Grantham), Elizabeth McGovern (Cora Crawley, Contessa di Grantham), Michelle Dockery (Lady Mary), Laura Carmichael (Lady Edith) e il buon Allen Leech (Tom Branson). Alla conversazione del “piano di sotto” invece partecipano Jim Carter (Mr. Carson), Phyllis Logan (Mrs. Hughes), Sophie McShera (Daisy), Joanne Froggatt (Anna Bates), Robert James-Collier (Thomas Barrow), Michael C. Fox (Andy) e a sorpresa Imelda Staunton (Lady Bagshaw), nella vita reale moglie di Jim Carter.

Il cast principalmente racconta l’emozione di tornare a girare a Highclere Castle tre anni dopo la chiusura della serie e quanto in realtà fin dall’ultima stagione si sentissero tutti già pronti a rifarvi visita, merito del calore dei fan e come unica difficoltà quella di riunire l’intero enorme cast. Gli interpreti scherzano poi sulle differenze coi propri personaggi, come Robert James-Collier nella realtà padre di quattro figli e nella serie cameriere omosessuale negli anni ’20.

Accanto alle Scene eliminate e al Commento audio del regista gli extra proseguono con mini approfondimenti che analizzando i vari aspetti del passaggio di Downton Abbey dal piccolo al grande schermo, dove tutto comunque parte dalla scrittura sopraffina di Julian Fellowes con il grande evento della visita della Corona per arrivare alla regia di Michael Engler e a inquadrature mai viste prima della tenuta per valorizzarla. Nei vari speciali La visita reale – Fedeli agli anni venti Benvenuti a Downton Abbey – Il genio di Julian Fellowes intervengono il consulente storico Alastair Bruce, la produttrice Liz Trubridge, il produttore Gareth Neame, lo scenografo Donald Woods, la costumista Anna Mary Scott Robbins e la truccatrice e acconciatrice Anne Nosh Oldham.

Si racconta di come nel 1927 – anno in cui è ambientato il film – non ci fosse ancora la tv e al massimo alla radio si poteva sentire la Regina, della difficoltà di realizzare la sequenza dell’ispezione degli ussari da parte del Re con 100 soldati a cavallo, un momento imponente da mettere in scena; dei luoghi verosimili più che “belli”, e storicamente accurati; del pizzico di anni ’30 negli abiti delle donne, più lunghi, nelle inquadrature di Highclere Castle, dato che la Casa è ancor più protagonista in questo caso; degli ambienti vari dalla sala da pranzo al salotto francese alla biblioteca inglese al salone all’italiana; dell’elevazione a livello cinematografico dalle riprese (con i droni) alla fotografia col nuovo punto di vista della new entry il direttore della fotografia Ben Smithard.

Chiude gli extra un divertente riepilogo della serie tv in dieci minuti narrato da Jim Carter e Phyllis Logan. Come dice la Contessa Madre meravigliosamente interpretata da Maggie Smith alla nipote Lady Mary nel film: “Gli antenati e gli eredi dei protagonisti vivranno vite diverse ma Downton Abbey farà ugualmente parte di loro”.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui