One Piece: la potenza dei Frutti del Diavolo in mare

Pubblicato il 17 Novembre 2018 alle 09:30

La saga di Whole Cake Island non smette di affascinare i tantissimi fan di One Piece, sorprendendoli con la morte di diversi personaggi e deliziandoli con tante nuove e interessantissime informazioni che riguardano sia le varie tonalità di Haki che le caratteristiche salienti dei Frutti del Diavolo. In questo caso, vi parlerò di una bizzarra e finora quasi del tutto inedita caratteristica dei Frutti del Diavolo, che dimostrano una potenza straordinaria anche se impiegati a contatto diretto con l’acqua marina.

Per quante notizie e informazioni possiamo avere al momento attuale sui Frutti del Diavolo, la verità è che sappiamo ancora molto poco: li ha davvero creati il mitico Diavolo del Mare? E perché chi ne ha ingerito uno è così debole a contatto con l’acqua? Proprio a causa della scarsità di informazioni a riguardo, nel mondo di One Piece si sono generate diverse leggende, ma, a quanto pare, la verità sarebbe nascosta nella Grand Line, e lo stesso Oda ha dichiarato che sarà compito di “un certo professore” svelare il mistero che li avvolge.

Ciò che sappiamo per certo, però, è che il contatto con l’acqua marina o l’Agalmatolite, che ne possiede le medesime qualità, indeboliscono i possessori dei Frutti del Diavolo al punto da inibire i loro poteri e da farli affogare, se immersi in mare aperto. Alla luce di questo, sembrerebbe naturale che questi poteri non possano attivarsi a contato con il mare o sulla sua superficie. Eppure, abbiamo visto almeno tre personaggi che sembrano ignorare questo importante punto debole dei Frutti del Diavolo.

Prima di analizzare questi personaggi e i loro strabilianti poteri, però, è bene fare alcune precisazioni riguardo i Frutti del Diavolo, alcune delle loro caratteristiche salienti e soprattutto i loro punti deboli, basandoci sulle informazioni disponibili fino a questo momento.

5. Frutti del Diavolo e acqua

Oh… sì, abbiamo trovato un frutto del Diavolo. Ho sentito dire che i frutti del Diavolo sono l’incarnazione del Diavolo del Mare. Mangiandone uno si ottengono dei poteri demoniaci, ma si viene respinti dal mare.

Con queste parole, che potete trovare alla pagina 14 del capitolo 19 del manga originale di One Piece, Shanks descrive i Frutti del Diavolo a Buggy. Si tratta di un assioma noto a tutti, in linea generale, ma poiché alcuni personaggi sono in grado di usare i propri poteri anche a contatto con l’acqua è opportuno specificare un po’ meglio cosa intendesse dire Shanks il Rosso:

  • Non solo acqua marina: Eiichiro Oda ha dichiarato che i portatori di poteri derivanti dall’ingestione di un Frutto del Diavolo non sono indeboliti soltanto dall’acqua marina, ma da qualsiasi tipologia di acqua, anche dolce;
  • Immersione: i poteri dei Frutti del Diavolo sono indeboliti solo con l’immersione del corpo dell’utilizzatore in acqua, poiché, una volta che una persona ha mangiato uno di questi misteriosi frutti, il mare lo rigetta, ed è per questo che questi individui diventano completamente inermi quando il loro corpo è immerso nell’acqua. Anche se la terminologia classica di solito si riferisce all’incapacità di nuotare, una definizione più accurata è che l’acqua di mare in sé costituisce un punto debole, poiché impedisce al corpo di muoversi al suo interno. Tuttavia, non toccare direttamente l’acqua proteggendo il corpo permette ai possessori di non essere affetti da questo stato, anche se immersi all’interno dell’acqua. Inoltre, il semplice contatto con l’acqua non indebolisce all’istante, poiché è necessario che raggiunga un certo livello. Importante è inoltre aggiungere che anche se una parte del corpo dell’utilizzatore è immersa in acqua, egli non può usare i propri poteri.
  • Poteri attivi sott’acqua: anche se tutti gli utilizzatori di un Frutto del Diavolo sono molto deboli contro l’acqua, il potere in sé può ancora essere impiegato attivamente sott’acqua;
  • Frutti del Diavolo che implicano l’uso dell’acqua: alla luce di quanto detto finora, potrebbe sembrare un controsenso il fatto che esistano alcuni Frutti del Diavolo i cui poteri dipendono direttamente dall’acqua oda stati diversi della stessa, come ad esempio le bolle di Kalifa o il ghiaccio di Kuzan (o Aokiji, se preferite). Ebbene, in questi casi l’utilizzatore non sarà indebolito da quella che è una caratteristica intrinseca del proprio potere, ma saranno comunque deboli contro tutti gli altri stati dell’acqua;
  • Solo acqua statica: dicendo che i possessori di poteri derivanti dall’ingestione di un Frutto del Diavolo sono indeboliti dall’acqua in generale, verrebbe da pensare che anche l’acqua piovana abbia su di essi il medesimo effetto. Tuttavia non è affatto così, e questo perché l’acqua in movimento, come per l’appunto la pioggia o le onde, non costituiscono un problema per gli utilizzatori, che invece sono affetti unicamente dalle distese di acqua statica, come è l’acqua del mare.
  • Rischio annegamento: essere immersi nell’acqua può essere fatale per un possessore di Frutti del Diavolo, a causa dell’impossibilità di muovere il proprio corpo. Naturalmente questo è il rischio maggiore per Pirati e Marine che hanno mangiato uno di questi Frutti maledetti, poiché l’incapacità di nuotare è un problema serio in un mondo in cui questi utilizzatori trascorrono la stragrande maggioranza della propria vita in mare!

Dopo questa serie di necessaria precisazioni, analizziamo ora brevemente alcuni personaggi visti finora le cui caratteristiche sembrano in contrasto con i punti deboli dei Frutti del Diavolo, ma che, al contrario, sono perfettamente coerenti con queste caratteristiche, alla luce proprio delle precisazioni di cui sopra.

PROSEGUITE NELLA LETTURA GIRANDO PAGINA PER SCOPRIRE LE PECULIARITÀ DEL POTERE DI GALDINO!

4. Galdino

Meglio conosciuto come Mr. 3, Galdino è un ex agente della Baroque Works, l’organizzazione criminale creata dall’ex pirata della Ciurma dei Sette Crocodile. L’uomo ha ingerito il frutto Doru Doru No Mi, un Frutto Paramisha che gli consente di creare e manipolare liberamente la cera. Durante la saga di One Piece, abbiamo potuto vedere in due occasioni come Galdino sia stato in grado di impiegare il proprio potere in circostanze che sembrerebbero incoerenti con la definizione stessa di Frutto del Diavolo:

  • Sott’acqua: Galdino dimostra di essere in grado di sopravvivere anche se completamente immerso all’interno dell’acqua di mare proteggendo il proprio corpo grazie a una sorta di bolla creata con la sua cera;
  • Agalmatolite: nella saga di Marineford, Mr. 3 riesce a liberare Portgas D. Ace dalle manette di Agalmatolite che gli bloccano i polsi grazie a una chiave di cera.

Nel primo caso, il fenomeno si spiega con il fatto che è il solo utilizzatore a essere indebolito dall’acqua, non il suo potere, mentre nel secondo notiamo come questa definizione valga in maniera eguale anche per l’Agalmatolite.

PROSEGUITE ALLA PROSSIMA PAGINA PER SCOPRIRE COME FUNZIONA IL POTERE DI AOKIJI!

3. Kuzan/Aokigi

Kuzan, meglio conosciuto con il soprannome di Aokiji, è un ex Ammiraglio della Marina Militare che ha ingerito il Frutto Hie Hie No Mi che lo ha trasformato in un Rogia in grado non solo di generare e di manipolare a proprio piacimento il ghiaccio, ma che gli permette di trasformare in ghiaccio anche il proprio corpo, caratteristica, quest’ultima, peculiare proprio dei Frutti del Diavolo di tipo Rogia, considerati proprio per questo i più potenti nel mondo di One Piece.

Anche in questo caso, possiamo notare due caratteristiche del suo potere:

  • Usa uno stato dell’acqua: Aokiji è in grado di usare uno degli stati dell’acqua poiché legata al suo potere, ma non è comunque immune agli altri;
  • Può ghiacciare l’acqua del mare: questo è possibile perché il suo potere resta attivo anche a contatto con il mare (e lo sarebbe anche a contatto con l’Agalmatolite) nonostante il suo corpo resti comunque affetto dall’incapacità di movimento se immerso in acqua. Dunque, può usare il suo potere anche in acqua o sull’Agalmatolite a patto di non essere immerso nell’acqua.

PROSEGUITE NELLA LETTURA VOLTANDO PAGINA PER SCOPRIRE IL POTERE DI CHARLOTTE PEROSPERO!

2. Charlotte Perospero

 

Gli ultimi due casi più eclatanti di impiego dei poteri dei Frutti del Mare in mare aperto riguardano i primi due figli di Charlotte Linlin, meglio nota con il nome di Big Mom. Perospero è il primogenito dell’unica Imperatrice donna e, per quanto il potere derivante dal Frutto del Diavolo di tipo Paramisha Pero Pero No Mi sembrerebbe ridicolo e inutile, in realtà fa di lui uno dei guerrieri più potenti fra le fila dei tantissimi e temibilissimi figli di Big Mom. Questo bizzarro uomo è anche il Ministro delle Caramelle di Tottoland.

Durante le ultime fasi della saga corrente nell’anime, quella di Whole Cake Island, abbiamo visto come Perospero sia in grado di creare sulla superficie dell’acqua marina una enorme piattaforma con la sua caramella sulla quale cammina la sua dolce mammina, ormai da lungo tempo in preda a una crisi alimentare che la acceca al punto di farla iniziare a camminare sulla superficie del mare. Poiché se immersa in mare Big Mom non potrebbe più muoversi e rischierebbe di annegare, il suo primogenito interviene prontamente creando una piattaforma mobile che le impedisca anche solo di toccare la superficie del mare.

In questo caso, ciò è possibile perché il corpo di Perospero è al sicuro, aggrappato a quello di Big Mom, e per questo è libero di attivare e di usare senza alcun tipo di penalizzazione il proprio potere, anche a contatto con il mare.

GIRATE PAGINA PER UN’ULTIMA VOLTA PER SCOPRIRE LE CARATTERISTICHE DEL POTERE DI CHARLOTTE OVEN!

1. Charlotte Oven

Charlotte Oven è il quarto fliglio maschio e il quinto figlio di Charlotte Linlin e ha ingerito il Frutto del Diavolo di tipo Paramisha chiamato Netsu Netsu No Mi. Il possente uomo è il Governatore dell’Isola Yakigashi, nonché Ministro della Doratura di Tottoland. Nell’ultimo episodio di One Piece, di cui potete trovare qui la nostra recensione, abbiamo potuto vedere come Oven sia perfettamente in grado di surriscaldare l’acqua del mare toccandone la superficie.

Questo è possibile per due motivi fondamentali:

  • Il suo corpo non è immerso nell’acqua del mare: pur toccando la superficie del mare, Oven è i  grado di usare il suo potere perché il suo corpo non è immerso nel liquido. Inoltre, l’uomo indossa un paio di guanti, che potrebbero creare una ulteriore protezione contro la sua personale Kriptonite;
  • Solo il portatore è indebolito: come abbiamo già visto per tutti gli altri casi analizzati fino a questo momento, anche Oven è in grado di usare il proprio potere direttamente sulla superficie del mare poiché l’acqua statica influenza, indebolisce e non fa muovere al suo interno soltanto il suo corpo, ma non indebolisce il potere in sé, il quale può dunque essere impiegato a piena potenza anche a contatto con il mare.

 

Articoli Correlati

One Piece ha dato il via alla saga finale della storia, rivelando ufficialmente i poteri inerenti al Frutto del Diavolo del nuovo...

29/07/2022 •

13:00

Dragon Ball ha esordito nel capitolo 113 nel 1987 con il Torneo Tenkaichi ribaltando completamente le sorti sia della saga, che...

29/07/2022 •

11:00

Quando trattiamo di manga cult, di certo Nana è sempre tra i consigliati vista la sua influenza e la sua storia profonda. Il...

29/07/2022 •

09:00