One Piece – Episodio 861: La torta è affondata?! La battaglia per la fuga di Sanji e Bege | Recensione

Pubblicato il 12 Novembre 2018 alle 15:30

Azione e introspezione caratterizzano questo ultimo episodio di One Piece, in cui è però è riscontrabile una particolare predilezione per la narrazione e per l’aspetto più sentimentale di una triste storia familiare.

Sono trascorsi i fatidici dieci minuti di cui Rufy necessita per poter tornare a usare il suo Haki, per cui il ragazzo è tornato nel Mirro World ancora con lo scopo di sconfiggere una volta per tutte quella specie di T1000 di Katakuri.

  • Face the thing that should not be

Sapendo che Katakuri era ancora nel Mirro World, Rufy avrebbe potuto continuare a fuggire da lui per mettersi in salvo. Invece, ilo Capitano dei Pirati di Cappello di Paglia ha scelto di ritornare sui suoi passi: ora che ha recuperato le sue forze e il suo Haki e che ha capito che anche l’Haki dell’Intuizione del suo avversario deve per forza necessitare di un certo tempo di recupero, il ragazzo è pronto allo scontro.

Prima di iniziare il combattimento, però, Katakuri chiede a Rufy cosa lo abbia spinto a tornare sui suoi passi, e come mai non sia scappato via, proseguendo nel dirgli che se avesse scelto di fuggire nessuno lo avrebbe mai potuto biasimare o deridere, proprio perché l’avversario è lui.

La superbia e l’imponenza fisica di Katakuri fanno pensare a Escanor, il Peccato Capitale della Superbia con il simbolo del Leone della serie The Seven Deadly Sins. Eppure, c’è molto più di questo dietro le parole di Katakuri: come abbiamo già potuto vedere in altre occasioni, Mugiwara è l’avversario che sta mettendo alla prova il super-uomo più di chiunque altro. Certamente si tratta di un ragazzino impertinente e testardo, ma quel ragazzino si sta anche rivelando un degno avversario, ed è per questo che il combattimento si sta rivelando per entrambi una sfida decisamente eccitante.

Tuttavia, nel momento stesso in cui il Generale Sweet ammette apertamente quanto Rufy sia per lui un degno e problematico avversario, dimostra di rispettarlo, e anche in questo caso, la sua frase non è una provocazione, quanto piuttosto un consiglio: è come se stesse dicendo: “Sei molto forte, ma non abbastanza per sconfiggermi. Se fossi scappato saresti potuto sopravvivere perché io non ti avrei dato la caccia. Ma hai scelto di tornare, perciò non mi lasci altra scelta se non ucciderti”.

Così, Rufy si scaglia senza pensarci oltre contro il suo nemico, dando inizio a questa nuova fase dello scontro.

Ma perché il futuro Re dei Pirati non è scappato via? Beh, innanzitutto perché non lo ha mai fatto, e poi perché, sempre memore delle parole e degli insegnamenti del Re Oscuro Silvers Rayleigh, sa che se dovesse riuscire a sconfiggere un nemico così potente potrà divenire egli stesso più forte.

  • Proteggere la dolcezza

Nel frattempo, continuano le operazioni per provare a trasportare la torta nuziale per Big Mom grazie alla nave di Capone “Gang” Bege, giunto qui per mettere in salvo sua moglie Chiffon e riunire così la propria famiglia. Grazie alla disumana potenza delle gambe di Sanji, l’operazione sembra andare a buon fine:

Oven è però giunto qui proprio per catturare coloro che hanno congiurato contro la sua affettuosissima mammina, e non starà certo a guardare chi ha così sfacciatamente sfidato l’Imperatrice dei Mari. Il suo potere gli permetterà infatti di mettere in serie difficoltà i suoi nemici, ma c’è anche un’altra persona qui sull’Isola Cacao che non ha certo intenzione di starsene con le mani nelle mani mentre il suo figliastro attenta alla vita di una delle sue figlie: si tratta di Pound, protagonista di una commovente sequenza.

  • L’amore di un padre

Anche se Pound ha visto solo in questa terribile occasione sua figlia Chiffon per la prima volta dopo la sua nascita, l’uomo si profonde in una serie di dolci quanto tristi considerazioni sulla sua vita e sul suo ruolo di padre, che non ha potuto espletare a causa della sua ex moglie. Ora Chiffon è una donna adulta, ha messo su famiglia e sembra anche essere felice, nonostante le difficoltà del momento attuale.

Così, dopo aver ricordato proprio il momento della nascita delle sue due gemelline Chiffon e Lola e dopo aver riflettuto fra sé e sé, il bizzarro uomo dai capelli rosa decide di scagliarsi contro il suo figliastro Oven, per cercare, se non di salvare sua figlia, quantomeno di darle la possibilità di scappare via.

  • Boom!

Nell’episodio è stato anche dato spazio alla Thousand Sunny, che non è certo fuori pericolo, poiché è bersaglio di un massiccio bombardamento da parte della flotta di Big Mom. Come tipico di Oda, il Maestro ancora una volta sdrammatizza una situazione così pericolosa con il suo sempre presente e spiccato senso dell’umorismo, mostrandoci un comportamento piuttosto inusuale delle già inusuali palle di cannone-Homie in dotazione alla flotta di Big Mom:

  • Anticipazioni

Daifuku e Smoothie hanno circondato la Thousand Sunny grazie alle loro navi, e proprio quando la situazione sembra precipitare ecco che Carrot rivela il suo asso nella manica! Vedremo tutto questo la prossima settimana nel nuovo episodio di One Piece, dal titolo Suron: la misteriosa trasformazione di Carrot. Kaizoku ou ni ore wa naru!

Articoli Correlati

Per la prima volta la Marvel Comics pubblicherà una storia a fumetti di uno dei personaggi simbolo della propria “casa...

24/02/2024 •

17:00

L’anime di One Piece ha raggiunto una nuova fase dell’Arco di Egghead e in attesa dei prossimi eventi è possibile...

24/02/2024 •

14:00

Sakamoto Days è uno dei manga shonen più recenti che è riuscito a conquistare in pochissimo tempo appassionati sparsi in ogni...

24/02/2024 •

12:04