Tale Padre | Recensione

0
Un matrimonio finito ancor prima di iniziare è lo spunto che darà il via al riavvicinamento fra Rachel (Kristen Bell) e suo padre Harry (Kelsey Grammer), che l’ha abbandonata quando aveva solo 5 anni.

Rachel è una donna dedita più al suo lavoro che al suo promesso sposo, al punto che il giovane decide di lasciarla proprio sull’altare. Alla cerimonia che non avrà mai luogo partecipa anche Harry, il padre di Rachel scomparso dalla sua vita da ben 26 anni, ma che decide di rifarsi vivo in quello che sarebbe dovuto essere il giorno più bello della vita della donna. Presa dallo sconforto per essere stata abbandonata sull’altare, Rachel decide di darsi a una nottata di eccessi alcolici con suo padre, che culminerà nella scelta dei due di partire insieme per il viaggio di nozze, ormai programmato, sulla nave da crociera Harmony of the Seas.

Tale Padre è una commedia agrodolce diretta da Lauren Miller Rogen, moglie dell’attore Seth Rogen, che è anche un prodotto originale Netflix. Il film è stato girato sulla nave da crociera Harmony of the Seas la cui prima è stata proiettata sulle navi Oasis di RCI e che vede come protagonisti Kristen Bell (Veronica Mars) nei panni di Rachel, Kelsey Grammer come suo padre Harry (Frasier, X-Men – Conflitto finale) e Seth Rogen (Donnie Darko, Steve Jobs) nel ruolo di Jeff, un uomo che ha divorziato da pochi mesi e che è in crociera con sua sorella, la quale ha pensato che una bella vacanza su una nave di lusso avrebbe potuto tirargli un po’ su il morale.

  • Padre, dove sei?

Essendo svanito dalla vita di Rachel quando lei era ancora solo una bambina, Harry non è stato invitato dalla donna al suo matrimonio, ma grazie a Google è riuscito a scoprire data e luogo della cerimonia, così decide di ritornare nella vita di sua figlia.

Questo è solo un pretesto narrativo per dare inizio a un viaggio che riavvicinerà i due, in maniera anche piuttosto prevedibile e scontata, per una commedia di questo genere, oltre che poco plausibile: colmare 26 anni di assenza completa solo grazie a una breve vacanza sembra infatti un po’ forzata e poco naturale, e sembra risolversi in maniera troppo rapida, denotando una indagine psicologica sui personaggi presente, ma in maniera tutto sommato superficiale e poco intensa.

Harry sembra però sinceramente pentito del suo comportamento con sua figlia Rachel, anche se, nel corso del film, scoprirete che l’uomo ha anche altre ragioni che lo hanno spinto a questo riavvicinamento così inaspettato e a imbarcarsi in questa avventura insieme a Rachel.

  • Le strane coppie

Questa esperienza di viaggio era inizialmente intesa come molto breve, perché Rachel ha pur sempre un lavoro a cui pensare, a maggior ragione nel momento attuale, essendo molto probabile una sua promozione. Per questo, la donna non si staccherà praticamente mai dal suo smartphone, coerentemente con quanto mostrato anche poco prima che la donna andasse all’altare. Questa sua dipendenza dalla tecnologia di Rachel sarà il sottofondo costante della crociera, dimostrando ancora una volta quanto per lei l’unica priorità sia il suo lavoro.

Rachel e Harry pernottano in una suite nuziale, il che lascia intendere ad alcuni ospiti, altre coppie in viaggio insieme, che anche i due siano novelli sposi, così iniziano a passare il proprio tempo insieme, sia usufruendo dei tanti svaghi e divertimenti presenti a bordo della Harmony of the Seas che prendendo parte ad attività ed escursioni su alcune isole caraibiche.

Tutto questo contribuirà a rinsaldare il legame fra le diverse coppie, e tutti insieme saranno protagonisti di alcune scene divertenti e di altre di puro imbarazzo, dovute al burrascoso rapporto fra un padre che cerca il perdono e la rabbia di sua figlia.

  • Una resa poco incisiva

Tale Padre è un film piacevole che scorre fluido, grazie anche alle interpretazioni degli attori, ma non può essere certo definito “memorabile”: il film è strutturato in maniera lineare ed è semplice da seguire, e non sono presenti intrecci complessi. Tuttavia, il rovescio della medaglia si traduce in una sensazione di già visto, poiché sono presenti alcuni cliché tipici del genere: un rapporto deteriorato che si rinsalda, una coppia in viaggio per festeggiare i propri 50 anni di matrimonio, una coppia di neo-sposini di colore e un’altra composta da due ragazzi gay.

  • Conclusioni

Tale Padre è una commedia variegata da alcuni spunti e intermezzi più drammatici che scorre piacevole, ma che non spicca mai il volo a causa dell’assenza di spunti e guizzi particolarmente incisivi o originali, ma grazie alla quale potrete godervi sullo schermo di casa vostra degli intrattenimenti offerti da una nave da crociera di lusso.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui