Hell’s Bells Tributo ai Fans dei Santi di Atene: Recensione

Pubblicato il 6 Dicembre 2011 alle 11:03

Un delizioso albo realizzato da autori non giapponesi dedicato a tutti i fans della saga di Masami Kurumada, proposto dalla Cyrano Comics, caratterizzato da un gradevole mix di passione e talento!

Hell’s Bells Tributo ai Fans dei Santi di Atene

Autori: Enrico ‘Nebbioso’ Martini, Needle, Stefano Conte ‘Sparker’, Emiliano Fiumara ‘Caleb’, Rafael Koffe, Pedro Leite, Roberto Branca (testi), Gabriele Bagnoli ‘Bagi’, Michele ‘Miki’ Righetti, Cristian Polizzi ‘Daimon’, Stefano Conte ‘Sparker’, Emiliano Fiumara ‘Caleb’, Pedro Leite, Francesco Finezzo ‘FNX’, Diego Mazzo, Tristram Straus, Samantha Scuri, Vera Gentinetta, Marco Albero, Giada Mancini ‘Lunaatena’, Fa.Gian, Zaionic (disegni)
Casa Editrice: Cyrano Comics
Provenienza: Italia
Prezzo: albo non a scopo di lucro. b/n
Data di pubblicazione: ottobre 2011

I manga sono i fumetti più popolari in assoluto a livello mondiale e ciò è dovuto non solo alla qualità di molte produzioni nipponiche ma anche all’indubbia varietà tematica presente nelle opere fumettistiche giapponesi. Se i comics statunitensi sono, in linea di massima, caratterizzati dai supereroi, con qualche eccezione, per i manga il discorso è differente. I loro estimatori infatti hanno una vasta possibilità di scelta poiché i manga spaziano dal fantasy all’horror, dalla fantascienza alle storie intimiste, dall’erotico al noir e così via.

Credo che sia stato questo l’elemento che ha contribuito alla diffusione dei fumetti giapponesi, oltre all’immediatezza della scansione narrativa. Ma non si deve nemmeno trascurare l’influsso dei cartoon che hanno fatto molto per imporre l’immaginario nipponico. Perciò abbiamo a che fare ormai con un fenomeno trasversale e globale e sono parecchi i cartoonist occidentali che ne sono influenzati. Basti pensare, negli Stati Uniti, al cosiddetto American manga style e a penciler come, tra gli altri, Humberto Ramos e Joe Madureira che, partendo da un tratto grafico alla giapponese, sono poi riusciti a elaborare uno stile personale che è una piacevole combinazione di manga e comic USA.

Un altro dettaglio importante del fenomeno è costituito dai fan. Non che nel comicdom a stelle e strisce i fan non esistano ma forse quelli dei serial Made in Japan hanno una devozione più profonda nei confronti di autori e personaggi. E di ciò deve certamente essere convinta l’intraprendente casa editrice Cyrano Comics che ha pubblicato Hell’s Bells, un gradevole albo, non a scopo di lucro, che si rivolge ai fedeli lettori di Saint Seiya – I Cavalieri dello Zodiaco di Masami Kurumada.

Chiunque conosca la saga sa che costui, oltre ad essere uno dei più abili e talentuosi autori della scena nipponica, è anche complesso e profondo nell’ispirazione. Pur realizzando un’opera dalle atmosfere fantasy e fantascientifiche, si è collegato alle leggende delle divinità greche, ai miti ancestrali e persino a Dante. Di conseguenza, per la vastità del disegno narrativo e per i rimandi a numerose culture, Saint Seiya è divenuto un fenomeno di culto, grazie pure ai capitoli successivi, non meno avvincenti, come Next Dimension, Episode G e Lost Canvas.

Il riscontro di Saint Seiya ha spinto gli appassionati di tutto il mondo a realizzare storie ambientate in questo affascinante universo e si sono visti spin-off, sequel o versioni alternative di particolari sequenze. Simile materiale è presente in rete e a volte è stato pure pubblicato in riviste amatoriali e for fans only. Hell’s Bells della Cyrano Comics, come ho scritto, è stato pensato proprio per i fan di Saint Seiya e infatti il sottotitolo recita Tributo ai Fans dei Santi di Atene.

La mente dell’iniziativa è Enrico ‘Nebbioso’ Martini che scrive un Episodio S della saga in cui i Cavalieri se la vedranno con le consuete situazioni tanto care agli affetti da Saint Seiya mania, con i disegni di Gabriele ‘Bagi’ Bagnoli e Michele ‘Miki’ Righetti, naturalmente manga nell’impostazione ma non privi di tocchi personali. Ciò che colpisce è la conoscenza certosina di Saint Seiya e Martini si muove con sicurezza nel mondo immaginifico di Masami Kurumada.

E, a dimostrazione che un’opera può essere letta e interpretata in chiave differente da quella canonica, non mancano contributi, realizzati da altri fans, che la rivisitano in maniera ironica e comica e ci sono pure gli spassosi sudamericani Koff e Leite. Oltre alle storie, non mancano articoli sui videogames di Saint Seiya, su un cortometraggio sempre creato dai fans e persino un’intervista all’autore giapponese, nonché racconti in prosa imperniati sul fumetto. Questo albo è valido e interessante e c’è qualcosa che emerge in ogni pagina: la passione. Ogni autore coinvolto è innanzitutto un appassionato dei Cavalieri dello Zodiaco e ama alla follia tale saga. E, lo ripeto, la passione e l’amore si percepiscono in continuazione durante la lettura. Se anche voi, quindi, condividete tale febbre, Hell’s Bells è ciò che fa per voi.

Voto: 6 1/2

Articoli Correlati

Lautaro e Perisic stanno facendo impazzire i social per un’azione di gioco che ha richiamato il celeberrimo Capitan Tsubasa...

20/10/2021 •

11:43

Abbiamo incontrato Zerocalcare alla Festa del Cinema di Roma 2021 in occasione della presentazione della sua prima serie animata...

19/10/2021 •

17:23

Demon Slayer – La Saga del Treno Mugen è la versione televisiva del film Il Treno Mugen che ha debuttato anche in Italia...

19/10/2021 •

17:11