9 – Stagno di Monet (Prefettura di Gifu)

Vi siete mai trovati davanti a un quadro così dettagliato, realistico e affascinante da farvi pronunciare la frase: “Potrei quasi immergermi dentro”? Ora potete farlo davvero, o quasi, grazie a una iper realistica ricostruzione di uno dei quadri più famosi dell’altrettanto celebre pittore impressionista Monet: “Lo Stagno delle Ninfee”.

monet

Lo stagno si trova in uno dei tanti templi scintoisti costruiti sui pendii delle montagne che circondano la città di Seki. Non ha un vero e proprio nome, così viene semplicemente indicato come “Lo stagno di Monet”, grazie alla somiglianza incredibile con uno dei suoi quadri.

Le acque sono così chiare, pulite e limpide da apparire di un blu brillante, elettrico, dalle sfumature verdi che appartengono alle montagne e alla vegetazione circostante.

Carpe, alghe, fiori galleggianti e ninfee arricchiscono e abbelliscono questo panorama da cartolina, dove le fotografie stesse potranno apparire come quadri in miniatura.

monetrrr

Il laghetto riesce a sprigionare la sua bellezza in qualsiasi stagione e con qualsiasi tempo meteorologico, arricchendosi dei colori più miti dell’autunno o di quelli sgargianti della primavera.

Durante le giornate soleggiate, tuttavia, la sua brillantezza da acquerello vi saprà davvero trascinare in un panorama da quadro impressionista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui