Recensione: Madame Xanadu 3 – Matt Wagner

Pubblicato il 5 Marzo 2011 alle 09:38

Vertigo Visions – Madame Xanadu 3

Autori: Matt Wagner (testi), Amy Reeder Hadley, Joelle Jones (disegni)
Casa Editrice: Planeta De Agostini
Provenienza: USA
Prezzo: € 16,95, 16,8 x 25,7, pp. 128


Il serial Madame Xanadu, scritto da Matt Wagner e prevalentemente disegnato da Amy Reeder Hadley, dedicato a un vecchio personaggio della sezione ‘occulta’ della DC, inventato negli anni settanta dal grande Michael Wm. Kaluta, ha fatto parlare di sé negli Stati Uniti e, aggiungerei, meritatamente, poiché il fumetto in questione è di elevata qualità, come è facile rendersene conto leggendo questa terza uscita, che comprende i nn. 16-23 del comic-book originale.

Madame Xanadu, stupenda veggente e strega che, negli anni cinquanta, dopo una serie di vicissitudini, gestisce un’agenzia investigativa specializzata in casi paranormali, è in realtà Nimue, mitica ninfa un tempo amata da Merlino e che, nel corso dei millenni, ha vissuto parecchie avventure, spesso in compagnia del misterioso Straniero Fantasma.

In questi episodi, il passato di Nimue si farà sentire, in una vicenda a tratti complessa che inizia nella tipica America maccartista degli anni cinquanta, in pieno clima da guerra fredda, in un paese dominato dai pregiudizi sociali (le donne asservite ai mariti e gli uomini che comandano), razziali (i neri ai margini) e politici (i comunisti da distruggere). Ed è in tale clima che una casalinga si rivolge a Madame Xanadu, in cerca di aiuto.

Qualcosa infatti la sta cambiando. E non in meglio. Forse si tratta di possessione demoniaca; ma la stessa Madame Xanadu intuisce che la soluzione non è semplice. Una setta satanica potrebbe essere la chiave di tutto; ma magari la risposta è più complicata ed è collegata non solo al passato di Madame Xanadu ma al suo problematico rapporto con Morgana Le Fey, sua sorella, strega crudele ed elemento fondamentale dei miti arturiani.

Se in principio Matt Wagner sembra divertirsi a scrivere una storia stile ‘L’Esorcista’, con riferimenti a Crowley e, più in generale, al satanismo, in una tipica atmosfera horror e fantasy, ben presto si sbizzarrisce con una trama in cui le leggende di Re Artù e gli influssi della cultura ancestrale celtica rivestono un ruolo preponderante.

Come sempre, Wagner, autore di Grendel, Mage e Sandman Mystery Theatre, tra le altre cose, si dimostra scrittore abile e capace di intrigare il lettore. Tuttavia, il vero punto di forza della serie è rappresentato dai disegni dell’eccezionale Amy Reeder Hadley. Il suo lay-out è particolarmente inventivo nonché perfetto per la rappresentazione degli orrori ancestrali immaginati da Wagner, con una valenza fortemente visionaria.

La parte centrale del tp è caratterizzata da un flashback in cui scopriremo qual è la vera natura del legame tra Madame Xanadu e Morgana. Illustra questa sezione Joelle Jones, forse non paragonabile alla Hadley, ma efficace. E il flashback in questione non mancherà di piacere, credo, ai fans di Sandman e delle magiche, sognanti situazioni presenti nelle migliori opere di Neil Gaiman. Ma anche gli estimatori del DC Universe propriamente detto avranno di che essere soddisfatti, poiché pure stavolta apparirà lo Straniero Fantasma, presenza ricorrente del serial, in una versione che deve molto alle suggestioni noir e hard-boiled (che non mancano, considerando che nella story-line ci sono alcuni gangster). Insomma, Madame Xanadu è una valida proposta editoriale e se amate le atmosfere esoteriche secondo la tradizione Vertigo, non trascuratela.


Voto: 8 ½

Articoli Correlati

La storica serie animata di MTV sta per trovare nuova vita: il revival di Beavis and Butt-Head infatti è in procinto di...

06/01/2022 •

12:59

Nel corso delle sequenze apparse nel presente del secondo episodio di The Book of Boba Fett è apparso brevemente un wookie nero...

06/01/2022 •

12:12

Con l’uscita nelle sale di Multiverse of Madness, l’attenzione verso il personaggio del Dottor Strange sarà...

06/01/2022 •

11:40