Recensione: Gli Escapisti

Pubblicato il 15 Febbraio 2011 alle 09:33

Autori: Brian K. Vaughan (testi) Steve Rolston, Jason Shawn Alexander, Philip Bond, Eduardo Barreto (disegni)
Casa editrice: Edizioni BD
Provenienza: USA
Prezzo: € 14,00, 16 x 24, 176 pp., col.


Le fantastiche avventure di Kavalier e Clay, uscito nel 2001 e insignito del premio Pulitzer, è un romanzo che ogni appassionato di fumetti dovrebbe leggere. Scritto da Michael Chabon, grande appassionato di supereroi, nel libro vengono raccontate le tumultuose vite di due fumettisti: Josef Kavalier e Samuel Clay, attivi durante la cosiddetta golden age dei comics, periodo di guerre, tragedie, ma anche di un forte fermento creativo nella nascente industria della letteratura disegnata. I due autori, ispirati alle storiche figure di Jerry Siegel e Joe Shuster (i papà di Supeman), creano anch’essi il loro eroe: l’Escapista, le cui avventure pulp, narrate nel libro stesso, sono risultate essere così intriganti da meritarsi spazio anche su un altro medium. È stata infatti la Dark Horse ad aver “liberato” il personaggio dai confini dell’opera in questione, per portarlo effettivamente in un fumetto. Lo stesso Michael Chabon, accompagnato da grandi artisti come Howard Chaykin, Kyle Baker, Bill Sienkiewicz, o il compianto Will Eisner, ha dato vita nel 2004 a una serie di storie dell’Escapista e dei suoi comprimari, serializzate sull’antologico Le fantastiche avventure dell’Escapista, poi raccolte in volumi, che le Edizioni BD hanno successivamente proposto anche al pubblico italiano.

Più o meno da qui è partito Brian K. Vaughan per realizzare Gli Escapisti, una vicenda che si avvicina all’opera originale sotto certi aspetti, ma anche che se ne distanzia ed emancipa abbastanza da poter essere assolutamente godibile senza conoscerla. Kavalier e Clay non ci sono più, sono soltanto due vecchi autori che tempo fa realizzarono questo fumetto ormai quasi dimenticato. Sì perché siamo ai giorni nostri, e il protagonista è un ragazzo ebreo con un’infanzia difficile e una grande passione per quell’antica serie collezionata da sua padre. Una dedizione che lo porta a mettere in piedi un team creativo, composto dall’eclettica Case e dal suo migliore amico Denny, per creare un fumetto dell’Escapista per le nuove generazioni. E così le peripezie dei tre autori s’intrecciano e scorrono parallelamente con quelle del loro personaggio, in un gioco metanarrativo che è la vera forza di quest’opera.

Sorvolando sulla grande abilità di Vaughan di creare trame sempre avvincenti, sorprendenti e profonde, e la sua capacità di proporre dialoghi perfetti, ciò che stupisce qui è proprio il modo in cui riesce a far comunicare le due linee narrative. Ci troviamo di fronte a due storie diverse indissolubilmente legate in una, e a quest’esito ha sicuramente contribuito la felice scelta di alternare più disegnatori. Philip Bond e Steve Rolston per la linea principale, Jason Shawn Alexander per quella del nuovo Escapista, ed Eduardo Barreto per le pagine del vecchio fumetto. I diversi stili (anche di colorazione) rendono l’esperienza di lettura molto più varia e sofisticata, e l’espediente si rivela vincente anche per bilanciare la quantità di azione e dialoghi presente in ognuno dei sei capitoli.

La vicinanza de Gli Escapisti al romanzo originale comunque non sta tanto nei particolari, o nel fatto di avere al centro della trama ancora i creatori dello stesso fumetto, molti anni dopo; quanto piuttosto nello spirito che lo contraddistingue. Anche qui abbiamo un romanzo di formazione intenso, avventuroso e divertente, dei personaggi che crescono insieme affrontando tante “avventure”, un elogio della fuga e dell’immaginazione, e un discorso commovente, sincero e mai banale sulla vita. Ma soprattutto un ispiratissimo atto d’amore verso il fumetto, verso la sua essenza passionale ed autentica. Il motivo per cui tutti noi, lo amiamo così tanto.
Perfetta l’edizione del volume, che contiene un’estesa cover gallery di artisti del calibro di Frank Miller, John Cassaday, James Jean e Brian Bolland, le biografie di tutti gli autori coinvolti, e la deliziosa introduzione di Chabon, imperdibile.


voto: 9

Articoli Correlati

One Piece ha ripreso la sua regolare serializzazione settimanale dopo la pausa di un mese di Eiichiro Oda in vista...

15/08/2022 •

19:00

Successivamente ad alcune notizie spesso non confermate, questa volta abbiamo una dichiarazione ufficiale direttamente dalla...

15/08/2022 •

16:30

I lettori di Dragon Ball Super nello scorso capitolo hanno visto scagliare il più forte attacco di Granolah durante un violento...

15/08/2022 •

14:00