Arriva un intrigante mystery di area francofona: Gil St André di Jean-Charles Kraehn! Scoprite le intense vicissitudini relative a una donna scomparsa in un fumetto ricco di suspense e colpi di scena!

Gil St André n. 1 – Il Lato Oscuro

Autore: Jean-Charles Kraehn (testi e disegni)

Casa Editrice: GP Publishing

Provenienza: Francia

Genere: Noir

Prezzo: € 2,90, pp. 96, b/n

Data di pubblicazione: ottobre 2012

COMPRALO SU AMAZON


Il noir si basa su misteri, intrighi, atmosfere perturbanti, ambiguità morale e psicologie deviate e chiunque abbia letto un romanzo o un fumetto o visto un film di questo tipo lo sa bene. Inoltre, è sovente un pretesto per analizzare le pulsioni più oscure dell’animo umano e ciò vale nel caso di Gil St André, intenso thriller di area francofona che a partire da questo mese GP Publishing propone in un albo in bianco e nero e in formato bonellide, analogamente agli altri validi titoli da essa già pubblicati.

Bisogna puntualizzare che si tratta di un fumetto di grande qualità, classico nell’impostazione narrativa, ma caratterizzato da complessi intrecci che si mantengono però a un livello comprensibile senza confondere il lettore. Come nella migliore tradizione noir, la vicenda inizia in un ambito quotidiano e rassicurante. Il protagonista della story-line, Gil St André, è un uomo di successo che vive a Lione. Ha una moglie bellissima e una figlioletta adorabile. Ma la donna scompare e l’enigma riguardante la sua sparizione è il tema dominante della serie.

Quando passano diverse ore, Gil inizia a temere il peggio. E in effetti la situazione parrebbe essere preoccupante. Forse la consorte se n’è andata di sua volontà; oppure è stata rapita; o, peggio ancora, uccisa. Le forze dell’ordine non fanno molto per risolvere la faccenda (ad eccezione di Djida, attraente poliziotta, coprotagonista del serial, che giocherà un ruolo rilevante nella trama) e suo malgrado Gil è costretto ad indagare per conto suo. E ciò che apparentemente sembrava essere un caso tutto sommato convenzionale si rivelerà un incubo, con situazioni decisamente inquietanti.

L’autore, Jean-Charles Kraehn, costruisce una storia dal ritmo impeccabile e serrato, degna di un serial televisivo. Psicopatici, repressioni sessuali, uomini senza scrupoli, rapimenti, bugie, locali gay e pornografia sono solo alcuni degli ingredienti di una trama dalle costanti sorprese e dagli inaspettati colpi di scena. Niente e nessuno è ciò che sembra e la tensione non viene mai meno, benché sia di tanto in tanto smorzata da piacevoli momenti riflessivi e da un pizzico di ironia. E non mancano riferimenti alla tematica del ‘doppio’ alla David Lynch che rendono ancora più intrigante l’albo. I dialoghi sono ben curati e l’unica pecca che posso rilevare è nelle didascalie, un po’ datate a livello espressivo; ma è un dettaglio che non compromette l’opera nel suo complesso.

E nemmeno i disegni sono da trascurare. Da questo punto di vista, infatti, Kraehn svolge un lavoro impeccabile. Tramite tavole di impostazione tradizionale ma inventive, visualizza in maniera certosina gli sfondi dell’azione, gli interni, le splendide architetture di Lione, e i personaggi sono raffigurati con maestria. Peraltro, Kraehn rivela un gusto e una raffinatezza indiscutibili nella rappresentazione della bellezza femminile. Le sue donne risultano al contempo sexy e raffinate, con lievi tocchi di malizia che non scadono nella volgarità. E sono apprezzabili le sequenze d’azione, degli inseguimenti e delle sparatorie, valorizzate da uno story-telling altamente cinetico che esprime degnamente il senso del movimento.

Gil St André è quindi appassionante e non banale, specie a causa dell’imprevedibilità della sceneggiatura. Piacerà certamente agli estimatori del fumetto di area bd e agli amanti dei thriller contemporanei; e a coloro che apprezzano la letteratura disegnata senza distinzione di nazionalità e di tematiche. Da non perdere.


Voto: 7 ½

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui