Grant Morrison parla dell’ingiusto legame tra i fumetti e Hollywood

Grant Morrison parla dell'ingiusto legame tra i fumetti e Hollywood

Pubblicato il 9 Giugno 2022 alle 14:00

Realtà e irrealtà oggigiorno non sono ben definite e distinguibili. Studia te stesso come un cacciatore monitora la sua preda. Sfrutta ogni tua debolezza per creare il desiderio di cambiare. Tutti i bambini intelligenti fanno incubi.
Grant Morrison è un autore straordinario e dopo aver regalato al mondo capolavori con protagonista Batman, Superman, l’intero Multiverso DC, gli X-Men e tanto altro, si prepara a lanciare il suo primo romanzo, Luda.
Conosciuto non solo come autore fuori dalle righe ma anche come persona, Morrison discute spesso apertamente di numerose situazioni che lo hanno visto protagonista, come quella volta che fu rapito dagli alieni, ma non è la storia che racconteremo oggi.
L’autore però, durante una nuova intervista ha discusso del rapporto che ha Hollywood con gli scrittori di fumetti, dato che spesso e volentieri questi ultimi non ricevono il giusto merito, spesso quando le loro storie fruttano miliardi alle grandi case di distribuzione cinematografica.
“Il mio pensiero è che ormai ci sia una sorta di rottura tra queste due “fazioni”. Penso che la maggior parte degli scrittori di fumetti abbia creato dei personaggi che poi ha visto sul grande e piccolo schermo, senza ricevere la giusta considerazione al riguardo, specie se discutiamo del compenso.
Purtroppo come si suol dire “sono solo affari” e la maggior parte delle volte ci cascano negativamente gli autori di fumetti, anche per questo i due campi lavorativi sono spesso lontani.
A Morrison è stato chiesto anche cosa ne pensa dello stato attuale riguardante l’industria del medium fumettistico, ecco la risposta.

“Per quanto mi riguarda non posso dare una risposta concreta, non leggo più quanto vorrei e dovrei. La DC ancora mi invia del materiale da leggere. L’altro giorno ho avuto l’occasione di leggere l’antologia DC Pride: davvero sorprendente. Altre opere non le ho seguite e quindi non credo di essere qualificato per parlare della loro situazione attuale”.

Morrison è attualmente al lavoro su una newsletter di Substack, Xanaduum, che usa per distruggere i miti creati sull’industria editoriale, condividendo pensieri e ipotesi sulla creazione di titoli a fumetti più recenti.

“L’intero Xanaduum, ovviamente, è una “missione” davvero importante per me. Sto cercando di produrre due post a settimana e il mio obiettivo è quello di raccontare una storia sensata e completa.

Lavoro su questa specie di collage che pubblico mensilmente, ispirandomi ai fumetti di fantascienza di 24 pagine. Mi baso su questo in poche parole. Mi occupo di questa nozione di frammenti e di collage e del modo in cui la vita può essere rappresentata semplicemente selezionando dei pezzi”.

 

 

Articoli Correlati

One Piece si concederà una pausa estiva di un mese, intanto che Oda prepara le “carte” per la saga finale della...

24/06/2022 •

13:30

Paramount Plus, il servizio streaming di Paramount Global (NASDAQ: PARA, PARAA) arriverà in Italia il prossimo settembre....

24/06/2022 •

12:06

Su MangaForever presentiamo una clip in anteprima e in esclusiva di The Deer King – Il Re dei Cervi di Masashi Ando &...

24/06/2022 •

10:40