Spider-Man, il design scartato di Dan Jurgens per Ben Reilly

Lo Spider-Man di Ben Reilly avrebbe dovuto avere un altro costume: ecco com'era!

Pubblicato il 19 Novembre 2021 alle 15:17

Una vera chicca riguardante l’ex Scarlet Spider Ben Reilly, ritornato di recente come Spider-Man, è uscita allo scoperto grazie a una variant cover della sua nuova miniserie prequel.

Trattasi del costume scartato progettato decenni addietro dal fumettista Dan Jurgens per il lancio della serie Sensational Spider-Man. Trovate le immagini a seguire.

Come potranno intuire i fan più navigati, questo character design del clone di Parker come nuovo Spidey venne scartato in favore dell’iconico costume ideato da Mark Bagley che esordì in tutto il suo splendore in Sensational Spider-Man #0 del gennaio 1996, albo in cui Ben Reilly lo utilizzò per la prima volta per fronteggiare Armada, un guerriero corazzato al soldo di Mysterio, il Signore delle Illusioni.

Come da contratto, Dan Jurgens curò sia i testi che i disegni di Sensational Spider-Man fino al sesto episodio, e scelse di non rinnovarlo a causa di divergenze creative con i vertici della Marvel, cedendo il testimone allo scrittore Todd DeZago, che mantenne in piedi la baracca arrivando al novembre 1998 col numero 33.

Intercettato dalla Marvel, Jurgens ha dichiarato: “Ai tempi, nel 1995, quando stavamo per lanciare la nuova serie Sensational Spider-Man con Ben Reilly che prendeva il ruolo di Spidey, decidemmo di modificare il suo costume.

Mark Bagley e io facemmo a botte e alla fine il design classico di Mark ne uscì giustamente vincitore. Ho messo da parte i miei disegni e me ne sono praticamente scordato finché la nuova serie è saltata fuori in una recente conversazione che mi ci ha fatto ripensare.

Adesso è assolutamente figo il fatto che, dopo tutti questi anni, quest’altra versione del costume vedrà infine la luce del giorno come una delle copertine variant di Ben Reilly: Spider-Man #1.

È perfino più figo di tornare a disegnare Ben, con le copertine alternative che realizzerò regolarmente per la testata!”

Resuscitato per l’evento ragnesco “Il Complotto del Clone” orchestrato da Dan Slott a partire dall’All-New, All-Different Marvel, il temporaneamente impazzito Reilly si è avvalso per un po’ dell’alias di Sciacallo, contrapponendosi all’Uomo Ragno e resuscitando alcuni dei più grandi nemici e comprimari di quest’ultimo.

Come Scarlet Spider, è divenuto protagonista di una nuova ongoing sceneggiata da Peter David, e col rilancio “Beyond” messo in atto dopo la conclusione dell’Amazing Spider-Man di Nick Spencer è stato nuovamente promosso a protagonista della serie ammiraglia ragnesca, finendo nelle sapienti mani di autori del calibro di Zeb Wells, Kelly Thompson, Cody Ziglar e Saladin Ahmed.

L’effetto nostalgia che ha provocato il ritorno di Ben come Spider-Man ha permesso alla Marvel di approntare una sua nuova miniserie ambientata nel passato, Ben Reilly: Spider-Man, che nei suoi cinque numeri vedrà all’opera il leggendario scrittore J.M. DeMatteis e l’artista David Baldeón, che in passato firmò alcuni numeri dello Scarlet Spider di Chris Yost.

DeMatteis afferma a SYFY Wire: “Ben Reilly: Spider-Man prende luogo in un momento chiave nella vita di Ben: Peter e Mary Jane si sono trasferiti a Portland per voltare pagina e Ben – dopo cinque anni vissuti da nomade, senza radici e senza una vera identità – ha fatto ritorno a New York, riprendendo il costume da ragno e cercando di costruirsi la sua nuova vita.

Ma non è la vita di Peter Parker, bensì quella di Ben Reilly, il che significa che non ha alcun vecchio amico a cui rivolgersi, e nemmeno un lavoro.

È, in molti modi, più solo di quanto lo sia mai stato. Non può tornarsene nel passato, quella porta ormai è chiusa, quindi deve andare avanti.

Ma non ha nessuna idea di come farlo. Ben Reilly: Spider-Man è una grande storia, un mistero che si dipana su cinque numeri.

Lungo il cammino incontreremo alcuni classici antagonisti di Spidey, così come uno dei miei personaggi preferiti, il capo dell’Istituto Ravencroft, la Dottoressa Kafka, che ricopre un ruolo essenziale nella storia.

Quello che ho sempre trovato affascinante riguardo a Ben Reilly è che lui è Peter Parker — anche se non lo è.

La vita ha condotto Ben in un sentiero strano e contorto che lo ha alterato, talvolta in senso positivo, altre volte in negativo; ma, proprio come Peter, è un uomo che si sforza costantemente di fare la cosa giusta, sebbene non sempre ci riesca.

Ben è meravigliosamente e dolorosamente umano, immensamente immedesimabile – e la nostra nuova serie Ben Reilly: Spider-Man mi consente di immergermi ancor più a fondo nella psiche di Ben per esplorarlo in nuovi e, spero, interessanti modi.”

Il primo numero della serie limitata, per cui Dan Jurgens firmerà le variant, esordirà negli USA a gennaio 2022.

Recupera adesso la run di Dan Jurgens su Sensational Spider-Man!

Articoli Correlati

Era temuto come tutti gli adattamenti live action in generale e ancor di più come tutti gli adattamenti live action di anime di...

23/11/2021 •

17:35

Le principali novità Disney Plus di Dicembre 2021 includono l’attesa serie The Book of Boba Fett, il film The Last Duel e...

23/11/2021 •

17:29

Da gennaio 2022 si spegneranno i 7 canali Mediaset Premium dedicati al cinema e alle serie su Sky e rimarrà Infinity Plus come...

23/11/2021 •

17:07