Ken Il Guerriero Le Origini del Mito – Regenesis 1 | Recensione

Pubblicato il 16 Aprile 2021 alle 20:00

Arriva in Italia Ken Il Guerriero Le Origini del Mito – Regenesis 1, sequel della serie prequel del mitico Ken Il Guerriero!

Autori: Hiroyuki Yatsu (testi) Hideaki Tsuji (matite) Buronson e Tetsuo Hara (supervisione)

Casa editrice: Planet Manga

Genere: shonen

Provenienza: Giappone

Prezzo: € 7.50, 13×18, 200 pp., b/n + col., B.

Data di uscita: 18 marzo 2021

Domenico Bottalico
Domenico Bottalico
2021-04-16T20:00:45+00:00
Domenico Bottalico

Arriva in Italia Ken Il Guerriero Le Origini del Mito – Regenesis 1, sequel della serie prequel del mitico Ken Il Guerriero! Autori: Hiroyuki Yatsu (testi) Hideaki Tsuji (matite) Buronson e Tetsuo Hara (supervisione) Casa editrice: Planet Manga Genere: shonen Provenienza: Giappone Prezzo: € 7.50, 13×18, 200 pp., b/n + col., B. Data di uscita: 18 marzo 2021

Con Ken Il Guerriero Le Origini del Mito – Regenesis 1 arriva in Italia, grazie a Planet Manga, il seguito della fortuna, ma sicuramente peculiare, serie prequel di una delle serie più amate in assoluto nel nostro paese ovvero Ken Il Guerriero (Hokuto No Ken per i puristi).

A differenza però di Ken Il Guerriero – Le Origini del Mito, i due autori originali ovvero Buronson e Tetsuo Hara figurano solo ed esclusivamente come supervisori (Tetsuo Hara aveva disegnato la serie precedente) lasciando la penna a Hiroyuki Yatsu e la matita a Hideaki Tsuji.

Il ritorno del 62° successore della Divina Scuola di Hokuto

Ken Il Guerriero Le Origini del Mito – Regenesis 1 ci catapulta subito al centro dell’azione. Ritroviamo infatti la giovane Erika Arendt che, a causa alla sua memoria fotografica custodisce il Catalogo della Speranza (ovvero l’ubicazione di decine di migliaia di opere d’arte che gli ebrei hanno nascosto ai nazisti), è stata fatta prigioniera da quelli che apprendiamo essere militari olandesi.

L’entrata in scena di Kenshiro in soccorso della ragazza conferma che gli olandesi vogliono mettere le mani sulle opere d’arte per rivenderle ed ottenere fondi per la loro politica espansionistica nell’asia sudorientale. Ed è proprio in Indonesia che Kenshiro, Erika e Yasaka si dirigono.

Non solo per estirpare alla radice la prepotenza olandese ma anche per capire la connessione che alcuni degli ufficiali sembrano avere con la Divina Scuola di Hokuto. La lotta in seno ad essa infatti sembra essere tutt’altro che sopita!

Ken Il Guerriero Le Origini del Mito – Regenesis 1, dai fan per i fan

Sin dalle primissime pagine di Ken Il Guerriero Le Origini del Mito – Regenesis 1 ci si rende subito conto che la serie è scritta e strutturata di modo da accontentare i fan più irriducibili del franchise unendo parte del fascino della serie originale a quella ironica esagerazione che caratterizzava il prequel.

Il cambio di ambientazione viene motivato da Hiroyuki Yatsu in maniera abbastanza credibile e organica fornendo a Kenshiro Kasumi un nuovo stuolo di temibili nemici da affrontare in uno schema che, in maniera più o meno ricorrente si ripete, offrendo al lettore la sua dose di arti marziali e scontri all’ultima tecnica segreta in una narrazione asciutta, semplice ed essenziale.

Questo primo tankobon non offre molti elementi per giudicare l’effettiva bontà della serie che, se dovessimo basarci su quanto fatto dalla serie precedente, troverà la sua vera ragion d’essere, narrativamente parlando, solo nel lungo periodo cioè quando i personaggi archetipici della saga vengono “diluiti” in situazioni e scenari sempre più eterogenei da quelli della serie originale. In questo senso un elemento da tenere d’occhio potrebbe essere l’anno in cui si svolge la serie quel 1939, anno di inizio del Secondo Conflitto Mondiale.

Muscolari e ipertrofiche, come conviene alla serie, sono le matite di Hideaki Tsuji che si sforza pochissimo nello scostarsi dall’ombra, influentissima, di Tetsuo Hara. Il tratteggio è spesso ed insistente, le mezze tinte diventano fondamentali per dare profondità alle tavole che pure si distinguono per una ottima leggibilità.

Vignette regolari, fatta eccezione per qualche geometricamente più fantasiosa, trovano più nelle linee cinetiche e nei giochi prospettici una solida cifra stilistica alla cui base ci sono le anatomie antigravitazionali dei protagonisti e soprattutto dei grotteschi antagonisti.

Ken Il Guerriero Le Origini del Mito - Regenesis 1 | Recensione

Il volume

Planet Manga confeziona per Ken Il Guerriero Le Origini del Mito – Regenesis 1 un volume formato 13×18 impreziosito da sovraccoperta dall’ottima cura carto-tecnica. La carta usomano è chiara e dall’ottima grammatura e la rifilatura delle pagine è tale da permettere una lettura agevole.

Il volume non presenta nessun tipo di extra inoltre la mancanza di un apparato redazionale potrebbe penalizzare la lettura di qualche lettore più smemorato o neofita. Da segnalare qualche incertezza in fase di revisione testi che fa “perdere per strada” qualche congiuntivo.

Acquista Ken il Guerriero Le Origini del Mito – Regenesis 1 cliccando QUI

In Breve

Storia

6.0

Disegni

6.5

Cura Editoriale

6.5

Sommario

Sin dalle primissime pagine di Ken Il Guerriero Le Origini del Mito - Regenesis 1 ci si rende subito conto che la serie è scritta e strutturata di modo da accontentare i fan più irriducibili del franchise unendo parte del fascino della serie originale a quella ironica esagerazione che caratterizzava il prequel.

6.5

Punteggio Totale

Articoli Correlati

Immortal X-Men è la nuova serie scritta da Kieron Gillen che affianca la serie X-Men (senza aggettivi, scritta da Gerry Duggan),...

14/08/2022 •

18:00

Haikyu!! è tra i manga spokon più celebri degli ultimi anni e ha saputo raccogliere il consenso e l’appoggio di...

14/08/2022 •

16:00

Chainsaw Man ha raggiunto un successo incredibile diventando tra i titoli più attesi dagli appassionati. Infatti proprio per...

14/08/2022 •

14:00