Dopo la conclusione del Primo Atto della Saga ambientata nel Paese di Wano e un breve intermezzo, durato soltanto un episodio, che ci ha mostrato cosa stia accadendo nella Terra Sacra di Marijoa e uno spaccato della nuova vita da Imperatore di Barbanera, ieri è andata in onda in Giappone la prima puntata del Secondo Atto della Saga di Wano, che sarà composto, come forse saprete già, da un totale di 5 Atti.

Trattandosi di un episodio introduttivo, non c’è da aspettarsi un gran che, e in effetti gli eventi mostrati sono per lo più prevedibili e di scarso interesse.

YOU ARE MY BROTHERS, EACH ONE I WOULD DIE FOR

La puntata ci mostra due scenari differenti, entrambi presenti all’interno del Paese di Wano: da una parte, avremo modo di vedere come procede il reclutamento di guerrieri avversi a Orochi e ancora fedeli alla famiglia di Kozuki Oden, nonostante siano trascorsi ben 20 anni da quando questi venne brutalmente ucciso, dall’altra potrete dare un ulteriore sguardo a come procede la vita in prigione di Luffy e Kid.

Fino a questo momento, abbiamo potuto constatare come fossero tutti molto felici di vedere gli antichi amici e alleati di Oden tornare in città, ma in questa puntata si è voluto mettere in risalto un elemento fino a ora rimasto inedito.

Per alcuni, una assenza di 20 anni è stata fin troppo lunga: ora, la situazione è cambiata drasticamente, e Orochi, oltre ad aver spento lo spirito combattivo degli eventuali ribelli, ha anche pensato bene di correre ai ripari privandolo dei mezzi materiali per potersi ribellare, poiché l’uso delle armi è permesso unicamente ai suoi samurai.

In una situazione come questa, può essere davvero difficile pensare di ribellarsi a due mostri come Orochi e Kaido con la presunzione di riuscire a rovesciare il loro regime totalitario e dittatoriale, a maggior ragione dopo aver progressivamente perso ogni speranza con il trascorrere di ben 20 anni.

Come fare ora per riaccendere in questi uomini la fiamma della giustizia? E come convincerli della bontà del piano di Kin’emon?

COLD SILENCE HAS A TENDENCY TO ATROPHY ANY SENSE OF COMPASSION

Sappiamo bene che non corre proprio buon sangue fra Kid e Luffy, e in questo momento iniziale della loro convivenza forzata in prigione e condannati ai lavori forzati a vita Kid dimostrerà di non avere alcun tipo di riguardo nei confronti del nuovo arrivato.

Ma tutti noi conosciamo fin troppo bene Cappello di Paglia, e sappiamo che annientare la sua volontà non sarà facile come con gli antichi alleati della famiglia Kozuki.

Tuttavia, i carcerieri dei due Capitani appartenenti alla Generazione Peggiore hanno il preciso compito di piegare la loro volontà, in modo tale che possano trasformarsi da nemici di Kaido delle 100 Bestie a suoi fedeli sottoposti.

Riusciranno King, Queen e Jack nel loro intento, oppure Kid e Mugiwara perderanno le staffe e daranno il via a una serie di azioni atte a sconvolgere l’equilibrio schiavistico di questa crudele prigione?

ANTICIPAZIONI

Luffy e Kid sono due teste calde, per cui non stupisce affatto che verranno alle mani! Purtroppo, anche le guardie della prigione di Kaido verranno coinvolte in questo scontro, portando a conseguenze drammatiche per Cappello di Paglia, nel prossimo episodio di One Piece, dal titolo Grande putiferio – I prigionieri Luffy e Kid! Kaizoku ou ni ore wa naru!

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST