Il Trono di Spade: chi è il Valonqar che ucciderà Cersei?

Cosa ha predetto la strega Maggy la Rana a una giovane Cersei che si aggirava per i boschi di Lannisport?

Mancano soltanto due episodi alla conclusione dell’ottava e ultima stagione di Game of Thrones (potete trovare qui la nostra recensione dell’ultimo episodio andato in onda), e inevitabilmente ritornano alla memoria di coloro che hanno letto i libri che compongono la collana Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (A Song of Ice and Fire in lingua originale inglese) scritti da George R. R. Martin: mi riferisco alla profezia che anni addietro venne fatta a Cersei da Maggy la Rana che si conclude con una sentenza di morte per l’allora molto giovane Cersei Lannister e che non è presente nella serie televisiva.

Ma analizziamo brevemente insieme le parti di cui consta questa profezia, per scoprire che, fino a questo momento, si è avverata in ogni suo punto.

Cersei: Quando sposerò il principe?

Maggy: Mai. Tu sposerai il re.

Il “principe” a cui entrambe fanno riferimento è Rhaegar Targaryen, che in effetti Cersei non sposerà mai, mentre invece andrà in sposa a Robert Baratheon, il Re, per l’appunto.

Cersei: Ma sarò regina?

Maggy: Aye. Sarai regina… fino a quando non verrà un’altra regina, più giovane e più bella di te, a distruggerti e a portarti via ciò che avrai di più caro.

Che si tratti di Daenery Targaryen?

Cersei: Il re e io avremo figli?

Maggy: Oh, aye. Sedici lui e tu tre. D’oro saranno le loro corone e d’oro i loro sudari.

Nella serie televisiva, quando si è deciso di mostrare questo avvenimento che fa parte della vita di Cersei, ovvero durante il primo episodio della quinta stagione, si è scelto di omettere la parte finale della profezia, probabilmente per non dare troppe informazioni agli spettatori e tenerli un po’ sulle spine, oppure magari per lasciare aperte altre strade per lo svolgimento della storia nel suo complesso, una volta distaccatasi da quella presentata nei romanzi ai quali si ispira. Ecco la terribile ultima parte della profezia, che da quel momento in avanti non farà che attanagliare la mente di Cersei:

Maggy: E quando sarai annegata nelle tue stesse lacrime, il valonqar chiuderà le mani attorno alla tua gola bianca e stringerà finché non sopraggiungerà la morte.

Il termine Alto Valyriano “valonqar” significa “fratellino”, “fratello minore”, e questa profezia, insieme al fatto che quando egli nacque causò la morte di sua madre, non ha fatto altro che inasprire l’odio e il disprezzo che Cersei nutre per Tyrion, il quale viene dunque da lei immediatamente identificato come il valonquar, ovvero quel misterioso fratello minore che la ucciderà soffocandole con le sue stesse mani.

La verità è però che Cersei non ha alcuna prova che il valonquar della profezia che la riguarda sia in effetti Tyrion, poiché Maggy ha semplicemente parlato a Cersei di un generico fratello minore, ma non ha mai specificato che dovesse essere uno dei suoi.

Grazie a questa ambiguità nell’interpretazione non è ancora possibile essere certi di chi possa essere l’omicida di Cersei Lannister, ma siamo curiosi di scoprire in quale modo l’ultima parte della profezia di Maggy la Rana si realizzerà.

Gli episodi che costituiscono l’ottava e ultima stagione di Game of Thrones vengono trasmessi ogni lunedì sul canale Sky Atlantic alle ore 03.00 in lingua originale inglese con sottotitoli in italiano, mentre alle 21.15 dello stesso giorno sono sempre disponibili gli episodi doppiati in italiano.

1 commento

  1. Scrivo come vorrei che finisse, non come finirà, ma come vorrei che finisse. Cersei annienta l’armata del nord ed i rimanenti immacolati e dothraki. Drogon muore, Daenerys e Tyrion riescono a stento a mettersi in salvo a Roccia del Drago. Jon ed Arya vengono catturati, Arya viene giustiziata, ed in quel momento muore anche Jon e nasce il Night King. Solo Arya poteva ucciderlo perché era l’unica persona alla quale Jon è sempre stato vulnerabile. Jon alza le mani ed i morti risorgono, Cersei viene uccisa da Jaime-non morto. Rhaegal e Drogon, ritornati in vita, bruciano la flotta di Euron e distruggono la sala del trono. Daenerys, alla vista di Rhaegal, ritorna ad Approdo del Re e vedendo Jon, ormai Night King, si rende conto di aver combattuto contro la persona che amava di più e diventa un’estranea. Ma Jon conosce il suo destino, Bran prenderà la sua anima e la inserirà nel corpo del primo estraneo creato dalla creature della foresta. Principe che fu promesso, diventato re durante i millenni della lunga notte (il re della notte), guiderà il popolo mettendo fine alle guerre sanguinarie dei lord di Westeros coalizzandoli contro di lui e maledicendo Bran. Daenerys, come Jenny of oldstones, vagherà nelle sale del trono ormai distrutte, tra estranei e non morti, tra ricordi di Jon e delle persone che ha conosciuto ed amato. Jon e Daenerys si sono amati, si sono affrontati, si ameranno per sempre, non si rivedranno mai più.

COMMENTA IL POST