Nell’ultimo episodio di Vento Aureo (di cui potete trovare qui la mia recensione), la quinta serie di animazione basata sull’opera del Maestro Hirohiko Araki Le Bizzarre Avventure di JoJo, si è finalmente mostrato lo Stand di Trish Una, che possiede alcune caratteristiche che lo rendono davvero molto particolare.

Come abbiamo potuto vedere, la nostra Trish possiede uno Stand, anche se, al momento in cui Spice Girl si mostra a lei, è più che evidente che la bellissima ragazza ne era del tutto inconsapevole, fino a quel momento. Ma per fortuna di Trish, la sua Spice Girl è uno stand davvero molto, molto particolare…

WATASHI WA ANATA DESU

Quando Trish vede il suo Stand per la primissima volta durante lo scontro con l’immortale Notorius B.I.G., la giovane le chiede da quanto tempo fosse lì, e la risposta è piuttosto illuminante: Spice Girl dice alla sua Portatrice di essere sempre stata lì, al suo fianco, fin da quando era soltanto una bambina. Il fatto che fino ad ora non si sia mostrata forse indica che sia necessario il suo intervento diretto per correre in soccorso di Trish, la quale, diversamente, finirebbe fagocitata dallo Stand necrotizzante contro il quale si ritrova a combattere, suo malgrado.

Una volta chiarito che Spice Girl è sempre stata con Trish, la ragazza le chiede chi sia quella bizzarra e stilosissima figura umanoide femminile che le si sta parando davanti, lo ribadisco, per la primissima volta. Spice Girl, a questo punto, le risponde con la frase giapponese che ho usato come titolo di questo paragrafo, il cui significato letterale è: “Io sono te”. Una descrizione molto sintetica, ermetica, che però racchiude al suo interno il vero significato di che cosa sia uno Stand, ovvero una manifestazione fisica della forza spirituale del suo Portatore. Ma Spice Girl non è uno Stand come tutti gli altri, e lo stesso si può dire per il suo avversario, Notorius B.I.G., su cui ritornerò brevemente più avanti.

4. TUTTO È RELATIVO

Come già sappiamo, i sistemi di catalogazione degli Stand sono anch’essi bizzarri, se paragonati ad altri shonen di combattimento, nei quali fondamentalmente tutto o quasi si riduce a dei power-up dei protagonisti i quali, divenendo più forti, sono in grado di sconfiggere nemici all’apparenza imbattibili.

Nel mondo di JoJo, gli scontri non funzionano sempre in maniera così equilibrata (se un nemico è molto forte, allora anche il protagonista diventerà più potente, per poterlo sconfiggere): molto spesso i combattimenti sono squilibrati, e questo perché, sempre diversamente da altri shonen di combattimento, non ci si garantisce la vittoria soltanto pestando più forte, ma usando il cervello: impiegare i poteri dei propri Stand in maniera sempre differente e originale è infatti molto spesso la chiave per poter uscire vittoriosi da un combattimento, nel bizzarro mondo di JoJo, e questo significa a sua volta che anche uno Stand con un potere all’apparenza stupido o inutile può rivelare il suo vero potenziale.

Questa premessa è fondamentale perché i semplici parametri dei singoli Stand ne rivelano il potenziale, ma non sono garanzia di vittoria o di sconfitta, sul campo di battaglia. Inoltre, sappiamo che esistono diverse tipologie di Stand, da quelli a corto raggio a quelli a lungo raggio e a ricerca automatica, da quelli umanoidi a quelli che hanno sembianze di oggetti, da quelli non senzienti ai semi-senzienti ai rarissimi completamente senzienti.

3. NANIIIII?

Fra le parole più utilizzate in assoluto in tutte le serie di JoJo, l’esclamazione: “Cosaaaa?” è più che calzante per la nostra Spice Girl. Innanzitutto, vi mostro la sua scheda:

Nome originale dello Stand: Spice Girl

La sexy Spice Girl è uno Stand a corto raggio dotato di grandi forza e velocità. Ciò che però non mostra la scheda qui in alto è il suo livello di autocoscienza: Spice Girl è infatti uno dei pochissimi Stand completamente senzienti, e la puntata è disseminata di indizi che lo lasciano intuire: questo particolarissimo Stand parla a Trish, le dà indicazioni, consigli, risponde alle sue domande e agisce contro il nemico in maniera completamente autonoma, sopperendo in questo modo all’impotenza della sua Portatrice, posta all’improvviso di fronte a una situazione virtualmente mortale e, per questo, confusa e terrorizzata.

Il livello di autonomia di Spice Girl è tale che la sua coscienza è separata da quella della sua Portatrice, e arriva perfino a darsi un nome da sola! Anche il semplice fatto che sia un Portatore a chiedere al proprio Stand come si chiami è piuttosto bizzarro, se ci pensate. Il fatto che sia una entità separata da Trish spiega anche come mai, dal punto di vista caratteriale, Stand e Portatrice siano così diverse: mentre Trish è una ragazza timida e insicura, Spice Girl è forte, decisa, spietata, sanguinosa e pure volgare, in contrasto netto con la personalità della malinconica ragazza triste con i capelli rosa.

COMPLETATE LA LETTURA DI QUESTO ARTICOLO NELLA PROSSIMA E ULTIMA PAGINA!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui