06 – One Piece: Burning Blood

Bandai Namco chiama Spike Chunsoft per crare questo picchiaduro che guarda senza troppo nascondersi a esempi come Naruto Shippuden Ultimate Ninja Storm.

Purtroppo il risultato non è all’altezza delle aspettative, per una serie di limitazioni: la prima è nella meccanica di gioco, con i personaggi che tendono ad allontanarsi per sfruttare i loro attacchi a lunga distanza, il che rallenta in realtà non poco il ritmo di gioco. Il secondo limite arriva dall’ambientazione della modalità storia, che si è autoliminatta alla saga di Marineford; una scelta a dire il vero abbastanza discutibile, data la varietà di scenari alternativi che presenta questa ricca saga.

A dire il vero, il gioco guadagna invece punti se giocato con compagni umani, ma tuttavia i limiti esposti non possono certo farlo considerare tra i migliori giochi dedicati al franchise di One Piece; resta comunque il primo gioco reso disponibile su una console Xbox, quindi in questo caso la scelta risulta quasi obbligata per i fan della console Microsoft.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui