carlo rambaldi, mangaforever
La Fondazione Carlo Rambaldi sta girando l’Italia con una esposizione di oggetti, memorabilia, fotografie, ed i tre premi Oscar appartenenti al maestro di Effetti speciali.

Carlo Rambaldi è soprannominato “L’uomo delle Stelle” per diversi motivi: ha curato gli effetti speciali di film fantascientifici leggendari come Alien, Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo, e soprattutto E.T. l’Extraterrestre. Partendo dall’Italia ha conquistato Hollywood, dove nei suoi primi sei anni di collaborazioni ha ottenuto quattro nomination agli Oscar e tre vittorie (rispettivamente per King Kong, Alien ed E.T.). Ma Carlo Rambaldi è l’uomo delle stelle anche perché nel paesino vicino Ferrara dove nacque nel 1925, e dove visse per tutta la sua infanzia, agli inizi degli anni Venti cadde un piccolo meteorite che il barbiere del paese raccolse e custodì nel suo negozio all’interno di una teca. La fantasia del piccolo Carlo, e la sua passione per lo Spazio, nacquero proprio in quel momento, attorno a quella meteora caduta a pochi passi da casa.

Carlo Rambaldi è morto il 10 agosto del 2012 (proprio nella notte delle stelle cadenti) a Lamezia Terme, in Calabria. Dopo aver conquistato Hollywood si ritirò nelle terre calabresi per stare più vicino alla figlia, residente proprio a Lamezia. Morì nel silenzio e nella quiete. Viveva ormai in disparte, lontano dal mondo dello spettacolo. Ma dopo la sua scomparsa il ricordo delle sue imprese lo riportò nuovamente alla ribalta.

Così, per preservarne la memoria, e per trasmettere alle nuove generazioni l’arte di quegli effetti speciali frutto di una maestria tutta artigianale (e senza l’intervento del digitale) è nata la Fondazione Carlo Rambaldi. La mostra organizzata dalla fondazione, dedicata alla storia ed al percorso del maestro scomparso, sta facendo il giro d’Italia, ed i suoi membri (con Victor e Daniela Rambaldi su tutti) cercano di coltivare i giovani talenti che incontrano in giro per il Paese (oltre a raccogliere fondi per acquistare giocattoli da destinare ai bambini delle zone di Guerra). La fondazione, infatti, organizza masterclass, laboratori e borse di studio per offrire a tanti ragazzi l’opportunità di imparare l’arte e la professione del curatore degli effetti speciali, facendo apprendere l’utilizzo delle tecniche artigianali (comprese anche quelle meccaniche e robotiche), nelle quali Carlo Rambaldi è stato maestro incontrastato.

Abbiamo avuto l’opportunità di vedere una delle mostre organizzate dalla Fondazione Carlo Rambaldi. L’esposizione si è  tenuta a Vibo Valentia, presso il Valentianum – Camera di Commercio, dal 18 al 21 dicembre, ed ha permesso agli appassionati di cinema e fantastico di vedere dal vivo alcuni dei pezzi da collezione (con i tre premi Oscar inclusi) che rendono questa esposizione unica nel suo genere.

Il curatore della mostra Marcello Baretta ci ha guidato nel percorso della mostra, aiutandoci ad esplorare la vita e le opere di Carlo Rambaldi. E tra le tante storie che riguardano lo straordinario percorso nel mondo dell’arte e dello spettacolo di questo grande Maestro abbiamo voluto raccontare quella che ha fatto entrare definitivamente nella leggenda Carlo Rambaldi: la creazione di E.T. l’Extraterrestre.

GIRATE PAGINA PER SCOPRIRE LA STORIA DELLA NASCITA DI E.T.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui