GP Publishing porta in Italia “Vassalord”, seconda fatica di Nanae Chrono, serie shonen ai dalle atmosfere dark e fantascientifiche, per una lettura a suo modo intrigante, ben disegnata e con una giusta vena di humour.

VASSALORD VOL. 1-3

Autore: Nanae Chrono

Editore: GP Publishing

Provenienza: Giappone

Prezzo: € 5,90

Charley è un cyborg al soldo del Vaticano in qualità di cacciatore di vampiri. Nonostante egli stesso sia un vampiro, l’uomo è in perenne lotta con la propria natura, nel tentativo di superarla e avvicinarsi in questo modo a Dio.

Le sue missioni mettono in luce la brama di potere e le contraddizioni della chiesa e di numerose sette, ma soprattutto, mettono alla prova il torbido legame con Johnny, il suo padrone, affascinante e capriccioso, unico essere dal quale Charley accetta nutrimento, in quanto non umano.

GP Publishing porta in Italia “Vassalord”, seconda fatica di Nanae Chrono (“Peace Maker”), serie shonen ai dalle atmosfere dark e fantascientifiche, al momento composta di cinque volumi in prosecuzione.

Coerentemente con la diversa tipologia di storia, si nota innanzitutto il tratto più fino che caratterizza questo titolo rispetto all’opera precedente della Chrono, per un disegno dalle linee sottili e precise, piuttosto curato nei dettagli, senza tuttavia scadere in una ricerca leziosa del particolare. Il character design corrisponde in linea di massima al classico canone bishonen, cui si vanno ad aggiungere influenze gothloli e temi legati al travestitismo e al sottogenere shota.

L’esperienza accumulata dall’autrice nel cimentarsi in passato con il genere d’azione, porta un buon dinamismo alla recitazione dei personaggi, per una trama dal ritmo sostenuto, anche se non sempre fluido. Il primo volume in particolare sconta la decisione di non procedere a una presentazione esplicita dei protagonisti e della loro attività, un’arma a doppio taglio che se per alcuni può costituire un valore aggiunto che incrementa il mistero relativo al rapporto tra Charley e Johnny, per altri potrebbe al contrario rappresentare un fattore di confusione che non permette di orientarsi al meglio nella trama.

A ciò va aggiunta una narrazione che esordisce con una struttura episodica dai passaggi non sempre chiari, per due capitoli iniziali fondamentalmente autoconclusivi che hanno la funzione di introdurre al mondo di “Vassalord”, senza tuttavia fornire informazioni davvero essenziali per comprendere la storia. Unico punto fermo che viene sviluppato ampiamente in tutti i volumi è la relazione tra Charley e Johnny, che a tratti rischia di mettere in ombra il tema dell’occulto su cui ovviamente vanno a prendere forma le vicende.

I personaggi sono ben caratterizzati, pur essendo facilmente ascrivibili agli stereotipi di genere, sia di matrice shonen ai che gotico-soprannaturale. L’impressione generale che si ha è che l’autrice, dichiarando di essersi divertita a mettere in quest’opera tutto ciò che più le piace, abbia perso un po’ in termini di incisività della narrazione, finendo con risultare eccessivamente dispersiva in alcuni punti, anche quando nel secondo e terzo numero inizia a delinearsi una direzione più precisa della trama.

L’edizione presentata da GP Publishing è quella adottata normalmente per i volumi da fumetteria di piccolo formato (12×17), con sovraccoperta, su carta bianca e resistente. Qualche problema con il taglio delle pagine. Il rapporto qualità-prezzo è comunque nella media.

In conclusione “Vassalord” è una lettura a suo modo intrigante, ben disegnata e con una giusta vena di humour.  Consigliato agli amanti del genere.

VOTO: 7

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui