Dylan Dog ad un passo dal traguardo dei 300 numeri,  in questo numero 299 con ai testi Giancarlo Marzano e i disegni di Ugolino Cossu

Dylan Dog n. 299
Una affezionata clientela

Autori: Giancarlo Marzano (testi) e Ugolino Cossu (disegni).
Casa Editrice: Sergio Bonelli Editore.
Provenienza: Italia.
Prezzo: 2,70 Euro.

Recensione

“Una affezionata clientela” è quella che quasi quotidianamente fa visita al piccolo ma fornito negozio del signor Brennan per fare la spesa. Sembrerebbe che non ci sia nulla di strano, dunque, nemmeno oggi che vanno di moda i grandi centri commerciali e i cosiddetti piccoli negozi di vicinato se la passano un po’ male. Ma se il proprietario dell’esercizio si è rivolto all’Indagatore dell’incubo, un motivo deve esserci…

Nell’albo mensile di Agosto, Dylan Dog si trova ad affrontare un caso quanto mai insolito: un gruppo di defunti, dimenticando il proprio ruolo, continua ad andare a fare compere al solito negozio in cui si sono serviti per tutta la vita. Il proprietario è così affezionato a loro e felice della loro “fedeltà” che quando cominciano a sparire si rivolge all’inquilino di Craven Road per scoprirne il motivo.

E così questi si mette al lavoro, fingendo di lavorare come commesso nel market di Brennan, a stretto contatto con lui e con la figlia. In questo ruolo, viene anche a conoscenza degli innumerevoli tentativi – leciti e non – perpetrati dalla Walforth Buildings per spingere il titolare del negozio a vendere la struttura permettendo così alla società di realizzare i propri piani di “riqualificazione” edilizia del quartiere.

Tra due mondi a confronto, quello della tradizione e quello del progresso che avanza, Dylan imparerà che è vero che le buone azioni si ricordano anche dopo la morte: quando le cose si metteranno realmente male, i vecchi e defunti clienti daranno una gran mano a Brennan e alla figlia ripagando così il primo per la sua gentilezza…

Voto: 7

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui