Io Sono Daredevil: le migliori storie per prepararsi alla seconda stagione su Netflix

Pubblicato il 14 Marzo 2016 alle 11:20

Arriva un corposo volume dedicato a uno dei più amati eroi della Marvel, l’unico e solo Uomo Senza Paura: Devil! Non perdete le storie più rappresentative del Diavolo Rosso firmate da leggende dei comics del calibro di Stan Lee, Wally Wood, Frank Miller, Ed Brubaker e tanti altri!

Devil è uno dei personaggi più carismatici della Marvel. Il Diavolo Rosso creato negli anni sessanta dal grande Stan Lee fu il primo supereroe cieco della storia dei comics. Fedele al motto ‘supereroi con super problemi’, il Sorridente immaginò un giustiziere in calzamaglia privo della vista ma dotato di un senso radar simile a quello dei pipistrelli che gli permetteva di compiere azioni incredibili.

Compra: Io sono Daredevil

Poteva essere considerato una specie di versione Marvel di Batman e le sue avventure erano prive dei toni fantascientifici di Fantastic Four o fantasy di Mighty Thor. Anche i criminali che Devil affrontò nella prima fase della sua esistenza editoriale erano volutamente farseschi, analoghi ai villain del telefilm kitsch di Batman.

Daredevil, nel complesso, è stata ed è tuttora una delle serie migliori della Marvel e dagli anni ottanta in poi ha spesso assunto caratteristiche adulte e autoriali. Non c’è da stupirsi, dal momento che nel corso dei decenni il comic-book del Diavolo Rosso si è avvalso dell’opera di talenti indiscussi del comicdom americano. Questo corposo volume propone alcuni degli episodi più significativi e costituisce un ottimo punto di partenza per coloro che ancora non conoscessero Matt Murdock.

Il libro si apre ovviamente con il mitico n. 1 della prima serie di Daredevil, scritto da Stan Lee e disegnato da un altro nome leggendario, Bill Everett, creatore di Sub-Mariner. Sebbene ci siano le ingenuità degli anni sessanta, in questo esordio si colgono subito le caratteristiche basilari del personaggio: il forte senso della legalità e della giustizia di Matt Murdock, giovane avvocato; la voglia di contrastare il crimine; e le pulsioni di vendetta che lo spingono a combattere il gangster Fixer, reo di aver ordinato l’esecuzione del padre di Matt, il pugile Battling Jack, perché si era rifiutato di perdere un incontro truccato.

Le atmosfere della storia sono tipiche del thriller e dell’hard-boiled e Devil fa il suo esordio con il costume giallo e nero che presto abbandonerà. E’ qui che appaiono anche il fido socio di Matt, Foggy Nelson, e la splendida Karen Page, destinata a diventare uno dei più grandi amori dell’eroe.

Insomma, c’è già tutto, e ancora oggi, a tanti anni di distanza, l’episodio conserva un innegabile fascino. Si procede poi con il n. 7, altro albo storico, poiché è qui che Matt indossa per la prima volta la divisa rossa tuttora molto amata dai fan.

Anche in questo caso è Lee a scrivere la sceneggiatura, incentrata su un drammatico scontro tra Devil e l’inarrestabile Sub-Mariner, avversario certamente non alla portata del vigilante cieco. Ma è qui che Stan evidenzia il coraggio e lo spirito di abnegazione di Devil che continua a combattere persino quando la situazione è disperata, ottenendo l’ammirazione e il rispetto dello stesso Namor.

Alle matite c’è il grandissimo Wally Wood che realizza splendide tavole, valorizzate da una fluidità e una raffinatezza encomiabili.

Potevano poi mancare episodi illustrati dal decano Gene Colan, il penciler ombroso e cupo responsabile di una delle interpretazioni grafiche di Devil più apprezzate di sempre e considerata per lungo tempo canonica? Lo troviamo nella storia del n. 47, con Stan Lee che introduce il personaggio dell’ex soldato Willie Lincoln.

E’ un episodio dai forti toni pacifisti e antimilitaristi, in linea con la sensibilità Marvel dei tardi anni sessanta. E c’è ancora Colan nell’avventura del n. 81, scritta da un altro nome storico della Casa delle Idee, Gerry Conway.

In questo episodio le strade del Diavolo Rosso incrociano quelle dell’affascinante e sexy Natasha Romanova, alias Vedova Nera, che presto diventerà la sua amante nonché co-protagonista della collana. Le vicende sono imperniate sulle macchinazioni del Gufo, celebre nemesi di Devil, e del perfido Mr. Klein ma è più interessante proprio per il rapporto che si instaura tra Matt e Natasha.

Il n. 146 è rappresentativo di un altro momento importante della vita editoriale di Devil, quello della run di Jim Shooter che enfatizzò gli elementi noir, preparando la strada per Frank Miller. L’ex editor in chief della Marvel narra uno scontro tra il Diavolo Rosso e il folle Bullseye, destinato a diventare uno dei suoi nemici più ricorrenti. Ai disegni c’è il grandissimo Gil Kane che si rende responsabile di tavole di grande impatto visivo.

E poi ci sono due capolavori assoluti. L’episodio del n. 168 segna l’inizio della rivoluzionaria run di Frank Miller e introduce un personaggio cruciale, la ninja Elektra. L’autore del Maryland, ispirandosi a Will Eisner, stravolge il passato di Matt e delinea una trama drammatica, struggente e adulta, realizzando nello stesso tempo disegni che rielaborano lo stile di Ditko e di Kane, facendosi assistere dagli inchiostri dell’ottimo Klaus Janson.

Il n. 181, L’Ultima Mano, è forse uno degli episodi più famosi e acclamati in assoluto. Il folle Bullseye uccide Elektra, distruggendo psicologicamente Devil, e Miller scrive testi di una profondità assoluta. La storia è il culmine della tendenza ‘morte e distruzione’ dei comics anni ottanta ed è un vero e proprio spartiacque per la testata. Inutile specificare che i disegni sono di elevatissimo livello.

C’è anche il n. 257 che invece simboleggia la run controversa e discussa della geniale Ann Nocenti. La scrittrice propone uno scontro tra Devil e il Punitore e affronta la tematica scottante della corruzione delle industrie farmaceutiche. Sullo sfondo della trama, appaiono Kingpin, classica nemesi di Devil, e la schizoide Typhoid Mary, altro personaggio essenziale della saga del Diavolo Rosso. I disegni sono del bravo John Romita Jr., assistito alle chine dal maestro Al Williamson.

Si procede con il n. 380. D.G. Chichester scrive un episodio riguardante l’ennesima battaglia tra Devil e la setta di ninja denominata La Mano, retaggio della run milleriana. L’autore punta sull’azione, firmando però testi piuttosto sperimentali e ostici, senza rinunciare alla ormai consueta presenza di Bullseye e Kingpin. I disegni sono del bravissimo Lee Weeks che non si collega ai modelli di Miller o di Romita Jr. ma riprende in maniera personale lo stile di Colan, con risultati decisamente efficaci.

Il libro include poi due storie tratte dalla seconda serie di Daredevil, iniziata nel 1998. Il n. 65 è scritto da un altro autore celebrato, Brian Michael Bendis, la cui run ha ottenuto un plauso pari a quella milleriana. In questo caso, Devil deve vedersela con Kingpin e con il mostruoso Mr. Hyde.

A disegnarla c’è Alex Maleev, penciler dal tratto dark e suggestivo. Il n. 88 è invece scritto da Ed Brubaker, fuoriclasse responsabile di una story-line coinvolgente. La storia però si concentra su Foggy, elemento importante di tante storie, e i disegni sono del bravo David Aja.

Il volume si chiude con un episodio tratto dall’ultima serie di Devil, introdotta nel 2011. Lo sceneggiatore è Mark Waid, ulteriore scrittore che ha suscitato l’approvazione dei fan del Diavolo Rosso, che delinea una vicenda originale con l’eroe e un gruppo di bambini ciechi in difficoltà.

Le matite sono di Paolo Rivera che raffigura egregiamente le situazioni narrative immaginate da Waid. Insomma, dati i nomi coinvolti, potrete capire che Io Sono Daredevil è un volume da non perdere. Coloro che già conoscono queste storie lo sanno. Chi invece non ha ancora avuto modo di scoprirle avrà davvero una lieta sorpresa.

Compra: Io sono Daredevil

Articoli Correlati

Non poteva esserci un tempismo migliore: poco più di una settimana dall’arrivo del primo volume di The Marvels nelle...

04/12/2021 •

08:00

Yamato Video ha annunciato il doppiaggio italiano di Mix – Meisei Story, la serie anime che adatta il manga omonimo di...

03/12/2021 •

23:07

Tokyo Revengers è uno dei trend manga del momento. Lo spessore di trama e disegni catturano l’attenzione del lettore di...

03/12/2021 •

20:30