Elric vol. 2: Tempestosa – Recensione collana Prima di Mondadori Comics

Pubblicato il 12 Novembre 2014 alle 16:30

Tornano le vicende di Elric, il guerriero albino inventato da Michael Moorcock, con un adattamento fumettistico scritto da Julien Blondel e Jean-Luc Cano e illustrato da un gruppo di eccezionali artisti di area bd! Imperdibile per ogni amante del fantasy!

Prima_v08

Ragionare su Michael Moorcock è difficile poiché si tratta di una delle menti più geniali e poliedriche degli ultimi decenni. È un romanziere ma ha scritto anche sceneggiature fumettistiche e non sono mancati suoi contributi nell’ambito della musica rock tramite la collaborazione con gli Hawkwind. Moorcock è stato particolarmente attivo nel campo della fantascienza come rappresentante, al pari di J.G. Ballard, della new wave grazie alla sua discussa e innovativa saga di Jerry Cornelius. Nella sua vasta produzione letteraria si annoverano pure opere sperimentali e post-moderne del livello di Madre Londra che hanno ottenuto il plauso della critica più esigente.

Però tanti lo conoscono per i suoi libri fantasy e Moorcock va senz’altro annoverato tra gli innovatori del genere sword & sorcery, ancora oggi legato ai canoni tolkieniani. La saga di Elric è forse la più famosa in assoluto e quando i primi libri del ciclo di Melniboné iniziarono ad essere pubblicati ebbero un impatto senza precedenti, a causa della crudezza e della visionarietà di molte pagine. Elric, malinconico guerriero albino in possesso della spada demoniaca Tempestosa, colpì quindi l’immaginario collettivo.

Come sanno gli utenti, le trasposizioni fumettistiche di Elric non sono mancate e a volte hanno coinvolto lo stesso Moorcock. DC e Dark Horse in anni recenti hanno realizzato interessanti miniserie sul personaggio e persino la Marvel nei primi anni settanta lo fece apparire in uno storico episodio di Conan scritto da Roy Thomas e illustrato dal grande Barry Windsor-Smith. E queste sono solo alcune delle produzioni incentrate su di lui. Ora è il turno di un ulteriore serie di comics, stavolta di area francofona, che Mondadori propone nella collana Prima.

Questo è il secondo volume, scritto dagli abili Julien Blondel e Jean-Luc Cano che hanno dimostrato di comprendere e di conoscere a fondo il complesso universo narrativo di Elric. Nelle loro mani, il guerriero albino è un uomo coraggioso ma irrazionale, non privo di istinti crudeli, e all’inizio del libro è sconvolto dalla sparizione della splendida Cymoril, il suo grande amore, rapita dal perfido Yyrkoon, sua classica nemesi. I fan di Elric sanno che il mondo immaginato da Moorcock è dominato da entità ancestrali che rappresentano gli elementi ed Elric, nella sua ossessiva ricerca della donna, dovrà confrontarsi proprio con queste creature.

C’è poi un altro importante elemento delle avventure di Elric e cioè la letale spada Tempestosa che assume un ruolo rilevante nella sezione conclusiva del volume. La story-line è avvincente nonché piena di battaglie, sangue, esseri mostruosi, divinità capricciose e violenza (è scioccante la vignetta che rappresenta un gruppo di bambini orrendamente trucidati). Blondel e Cano rispettano quindi l’atmosfera e lo stile dei romanzi di Moorcock, rendendosi responsabili di una delle versioni fumettistiche di Elric più convincenti. E lo fanno con testi e dialoghi graffianti e mai retorici.

La parte grafica è frutto di un lavoro collettivo che ha coinvolto Didier Poli, Robin Recht e Julien Telo. I tre rivelano attenzione maniacale nei confronti dei dettagli di ogni singola vignetta. Visualizzano un mondo oscuro e inquietante, degno di un horror più che di un fantasy, e lo stesso Elric evoca forza e aggressività persino nelle sequenze più tranquille. Quelle incentrate sull’azione sono invece caratterizzate da indiscutibile dinamismo. L’atmosfera crepuscolare, quasi gotica, dell’opera è enfatizzata dai colori cupi di Robin Recht, Scarlett Smulkowski e Jean Bastide e le loro scelte cromatiche conferiscono ulteriore qualità al libro. In appendice sono poi inclusi studi e prove dei personaggi e delle tavole e va segnalata la provocatoria introduzione di Alan Moore. Insomma, i fan di Michael Moorcock, di Elric, del fantasy e del buon fumetto in generale farebbero bene a prendere in considerazione questa uscita.

Articoli Correlati

Tutte le uscite Panini DC Italia del 20 gennaio 2022, direttamente dal sito Panini; scopriamo insieme le novità della casa...

16/01/2022 •

14:00

La notizia che emerge dell’ultimo Connect pubblicato dalla DC Comics è che la serie Wonder Girl di Joelle Jones chiude con...

15/01/2022 •

17:45

Scorrendo la lista delle uscite Panini Comics di Marzo 2022 bisogna sicuramente segnalare l’edizione definitiva di Rat-Man, la...

15/01/2022 •

16:27