Attack on Titan 4: il regista parla della sua ispirazione nell’usare la CGI nell’anime

Attack on Titan 4: il regista parla della sua ispirazione nell'usare la CGI nell'anime

Pubblicato il 24 Aprile 2022 alle 10:22

L’anime di Attack on Titan grazie a WIT Studio ha ottenuto un enorme successo per via della direzione di Tetsuro Araki, che nel corso del tempo ha creato delle animazioni capaci di far discutere, nel bene e nel male, tutti gli appassionati.

Quando la quarta stagione della serie è stata passata a Studio MAPPA i fan hanno storto il naso visto che ovviamente l’animazione della serie era mutata completamente. Oltre a tenere fede al manga, MAPPA ha aumentato l’uso della CGI sui Giganti, donando un aspetto diverso rispetto a quello che era precedenza il lavoro di WIT Studio.

Yuichiro Hayashi, è stato intervistato da Japan Forward, in merito al passaggio di testimone della serie Attack on Titan da WIT a MAPPA, fino alla scelta estrema di aumentare l’utilizzo della CGI.

Secondo Yuichiro Hayashi la sua più grande ispirazione è Dorohedoro. Il regista infatti stava lavorando alla trasposizione animata Netflix prima di lavorare sulla quarta stagione di Attack on Titan. In Dorohedoro i personaggi erano animati in computer grafica e si muovevano su schermi disegnati dettagliatamente.

Il risultato è eccezionale e il regista ha voluto utilizzare lo stesso schema organizzativo anche per Attack on Titan, che è passato da un solo Gigante in CGI a ben 9 Giganti, così da mantenere un equilibrio visivo e non stonare il tutto come avveniva dalla seconda stagione.

Infine Yuichiro Hayashi si è esposto sul passaggio della serie in corso ad un nuovo Studio, e dimostrandosi sorpreso della cosa non ha comunque saputo aggiungere dei nuovi dettagli.

Attack on Titan 4: il regista parla della sua ispirazione nell'usare la CGI nell'anime

Attack on Titan è un manga di genere dark fantasy post apocalittico scritto e disegnato da Hajime Isayama, serializzato in Giappone sulla rivista Bessatsu Shōnen Magazine di Kōdansha dal 9 settembre 2009 al 9 aprile 2021.

L’edizione italiana è stata pubblicata da Planet Manga, etichetta della Panini Comics, dal 22 marzo 2012 al 28 ottobre 2021 nella collana Generation Manga.

L’opera è ambientata in un mondo dove i superstiti dell’umanità vivono all’interno di città circondate da enormi mura difensive a causa dell’improvvisa comparsa dei giganti, enormi creature umanoidi che divorano gli uomini senza un apparente motivo.

La storia ruota attorno al giovane Eren Jaeger, a sua sorella adottiva Mikasa Ackermann e al loro amico d’infanzia Armin Arelet, le cui vite vengono stravolte dall’attacco di un gigante colossale ed un gigante corazzato, che conduce alla distruzione della loro città e alla morte della madre di Eren.

L’attacco dei giganti ha ottenuto un successo immediato. È stato tra i 13 manga a ricevere una nomination per il premio Manga Taishō nel 2011, ha vinto il Premio Kodansha per i manga nella categoria miglior manga per ragazzi ed è stato nominato alla sedicesima e alla diciottesima edizione del Premio culturale Osamu Tezuka.

 

Articoli Correlati

Demon Slayer ci proietta nuovamente in un nuovo scontro. Questa volta tra i fan! L’utente di Reddit KnYChan2 ha condiviso...

13/05/2022 •

21:00

Nel capitolo precedente di Dragon Ball Super, i lettori hanno visto come Bardock ha sconfitto Gas della malvagia famiglia Heeter...

13/05/2022 •

20:00

Doctor Strange in the Multiverse of Madness presenta un colpo di scena finale (prima dei titoli di coda e delle scene extra) in...

13/05/2022 •

19:30