Com’è finita davvero I Soprano? Parla David Chase – Mangaforever.net

David Chase si sbottona sul destino misterioso occorso a Tony Soprano

Pubblicato il 8 Novembre 2021 alle 18:45

In una recente intervista al The Hollywood Reporter’s Awards Chatter Podcast, David Chase, showrunner de I Soprano (1999-2007), è tornato a parlare del controverso finale dello show di HBO che ha tenuto milioni di fan incollati allo schermo per anni.

I Soprano viene ad oggi considerata come la serie tv migliore di tutti i tempi. Ha fatto incetta di premi e ha influenzato pesantemente il corso della televisione per come veniva intesa fino a quel momento. La HBO, in particolare con un apripista come OZ – capostipite di quel drama che avrebbe poi forgiato varie produzioni di successo come The Wire, Six Feet Under e appunto I Soprano – ha dato il via alla cosiddetta “golden age” della televisione via cavo americana.

La serie di Chase segue le vicissitudini di Tony Soprano (James Gandolfini) e della sua cricca, che fanno capo ai DiMeo, una delle cinque famiglie malavitose che governano la criminalità dello stato di New York.

Un personaggio che, grazie alla maestria di Chase, è stato sviscerato in modo impeccabile come mai era stato fatto prima per un personaggio tv, mostrando punti di forza ma soprattutto debolezze di un uomo depresso che si ritrova in mano le redini della famiglia.

Una depressione che proverà a combattere facendosi seguire dalla psicoterapeuta Jennifer Melfi (Lorraine Bracco), altro perno dello show che tenterà – fallendo – di “umanizzare” la figura del boss protagonista comprenderne l’interiorità.

 

Che fine fa Tony Soprano?

Lo show è permeato di simbolismo, tra sequenze oniriche e surreali, dove tutto non è mai ciò che sembra. Tali caratteristiche convergono tutte nel celebre finale della serie, dove Tony è seduto in una tavola calda in compagnia della famiglia. A un certo punto, Tony guarda in camera e lo schermo diventa improvvisamente nero, nel silenzio più totale. Poi partono i titoli di coda che decretano la fine della serie.

Un finale molto controverso all’epoca e che ancora oggi genera le teorie più disparate, ma che portano sempre alla stessa domanda: Tony Soprano è stato ucciso oppure no? Chase ha sempre evitato di rispondere a questa domanda super gettonata, anche a distanza di 14 anni dalla conclusione della serie. C’è da dire però che nell’ultima intervista che ha rilasciato, ha aggiunto dei dettagli abbastanza espliciti sulla scena finale.

Le parole del creatore de I Soprano

In mente avevo un’altra scena e non lo schermo che diventava nero. Avevo pensato a una scena dove Tony sta guidando di ritorno da un meeting a New York. Nella sigla dello show lo si vede sempre tornare da New York verso il New Jersey. Nell’ultima scena sarebbe potuto accadere il contrario, lui che va a New York dove verrà poi ucciso. Una volta però stavo guidando su Ocean Park Boulevard, vicino l’aeroporto, quando vidi una tavola calda. Era un posto dove si veniva a fare colazione. Per qualche strano motivo pensai ‘Tony dovrebbe entrare in un posto così’. Perché? Non saprei. E questo era due anni prima [del finale della serie].

Chase ha dunque confermato un dettaglio importante, ovvero che l’idea iniziale sul finale dello show avrebbe previsto la morte del protagonista. Non ha però né confermato né smentito se al Tony Soprano del finale andato in onda il 10 giugno 2007 sia toccata la stessa amara sorte.

Recupera il cofanetto di tutte e sei le stagioni de I Soprano

Articoli Correlati

I Marvel Studios come ben sappiamo oramai hanno programmato i loro progetti con anni di anticipo. Anche con la pandemia...

28/11/2021 •

21:31

La serie anime basata sullo shonen manga One Piece di Eiichiro Oda ha da poco tagliato il traguardo dei mille episodi trasmessi....

28/11/2021 •

20:30

Nuovo gruppo Telegram per parlare degli ultimi capitoli del manga di ONE PIECE, oltre a numerose novità, curiosità e teorie....

28/11/2021 •

17:46