Quali sono gli anime che sfidano i cliché?

Pubblicato il 23 Novembre 2020 alle 12:15

Il protagonista principale che sconfigge sempre il nemico, il team sportivo che trionfa contro la squadra più forte, l’eroe spuntato dal nulla che salva la situazione e l’elenco potrebbe continuare all’infinito.

Sono tanti gli esempi di situazioni, trame, personaggi e sviluppi ricorrenti negli anime. Certo, seppur simili ci sono sempre alcune differenze che li differenziano dagli altri, tuttavia ci sono forti punti in comune. Aspetti simili che a lungo andare sono diventati tratti caratteristici di interi generi.

Ci sono poi anime, pochi bisogna ammetterlo, che tentato di sfidare tali cliché e andare contro tutto ciò che è il tradizionale e il tipico.

Hai to gensou no Grimgar

Hai to gensou no Grimgar

Quando il finire in un mondo parallelo o all’interno di un videogioco MMORPG è un’evento magnifico poiché si è l’eroe imbattibile capace di vincere qualsiasi sfida, ecco che interviene Hai to gensou no Grimgar a cambiare le carte in tavola. I nostri protagonisti finiscono sì all’interno di un mondo fantasy medievale con tanto di mostri e spade magiche, ma non è nulla di così bello come si può immaginare.

Non hanno nessun potere speciale, anzi hanno mantenuto tutte le debolezze del corpo umano e anche il più sciocco e debole mostriciattolo potrebbe facilmente ucciderli. Inizia quindi un’avventura dove ogni giorno rischiano di morire e dove la sopravvivenza è fatta anche di piccole cose come: cosa mettere sotto i denti la sera o dove dormire.

Paranoia agent

Paranoia agent

Realtà e finzione vengono mischiati su più livelli reali e immaginari in Paranoia agent. Tutto inizia in modo abbastanza normale, con la brutale aggressione di una ragazza da parte di uno squilibrato su pattini a rotelle che brandisce una mazza. Man mano che le indagini della polizia proseguono le cose prendono pieghe inaspettate.

Più ci si avvicina alla fine, se così la vogliamo definire, e maggiore diviene la confusione. Fino a che tutto è mischiato in modo così denso che non si capisce più cosa sia cosa e dove sia dove.

Ahiru no sora

Ahiru no sora

Quando si parla di spokon manga, e delle relative trasposizioni animate, è quasi inevitabile che il team protagonista vinca sempre le partite o il torneo finale. Certo può capitare che durante o alla fine del torneo perda la partita decisiva, ma nel cuore degli spettatori rimane il fatto che loro sono il team più forte.

Approccio molto diverso è quello di Ahiru no Sora che, nonostante ci mostri il classico team di basket raffazzonato e nato dal nulla, non vince un incontro nemmeno se giocassero dieci contro cinque. Un anime sportivo che non ha paura di rappresentare la cruda realtà del mondo sportivo.

Quan zhi gao shou

Con i manga è un fenomeno che si è iniziato a vedere prima che con gli anime. L’ormai vecchia considerazione che le serie animate migliori sono solo giapponesi è destinata a cambiare poiché i vicini animatori della Cina stanno affinando i denti, pronti a lanciare prodotti sempre più appetibili per il fandom mondiale.

Al momento non possono ancora rivaleggiare con i colossi giapponesi, ma ci sono comunque alcuni anime degni di nota. Tra di essi uno degli esponenti migliori è Quan zhi gao shou che sia a livello di trama che, soprattutto, per impatto visivo non ha nulla da invidiare alle produzioni nipponiche.

Beastars

Quali sono gli anime che sfidano i cliché? 1
Beastars

Beastars non è stato il primo esempio di anime che ha provato a mettere in scena l’amore o comunque una storia incentrata su protagonisti animali antropomorfizzati. Resta indubbio il fatto che è stato l’anime meglio riuscito.

L’anime è riuscito ad andare oltre lo stereotipo largamente diffusa di furry (animali antropomorfizzati) come tema per materiale vietato ai minori. Creando una serie capace di commuovere e appassionare per la profondità della storia e dei suoi personaggi che riescono ad infondere così tante emozioni proprio perché sono rappresentati come animali.

Puella magi madoka magica

Puella magi madoka magica

Tra le tante cose di cui Puella magi madoka magica si può fare portatrice c’è anche quella di aver capovolto il ruolo delle maghette. Non più personaggi carini che combattono le forze del nemico a colpi di dolcezza e candida innocenza, ma scontri all’ultimo sangue in un mondo corrotto e oscuro.

La tanto pure e colorate maghette sono finite in un mondo crudo e spietato dove niente viene regalato, nel quale devono fare i conti con la loro avidità e l’aver ricevuto la felice realizzazione dei loro desideri. Niente viene fatto per niente.

Dorohedoro

Quali sono gli anime che sfidano i cliché? 2
Dorohedoro

Perché sfida i cliché Dorohedoro? Perché è quel genere di apparente non-sense che in realtà funziona e piace pure. Leggendo la trama e guardando il primo episodio ci sono tutti i presupposti per il drop sicuro eppure capita l’esatto contrario.

Nel caos più completo dove tutto sembra confusionario e senza una logica in realtà non potrebbe essere più chiaro. Anche fermandosi e chiedendosi: perché? La risposta è semplice: perché non potrebbe essere in altro modo, ovvio.

Acquista Madoka Magica – The Complete Series in Blu-Ray cliccando QUI

Articoli Correlati

Mentre è arrivato anche in home video il nuovo adattamento di Denis Villeneuve, Eagle Pictures Home Video propone in...

31/12/2021 •

19:19

Il manga The Legend of Zelda – Twilight Princess di Akira Himekawa è a un passo dalla conclusione. Attraverso Twitter il...

31/12/2021 •

10:04

Eternals è uscito in tutti Cinema Italiano il 3 Novembre scorso, e adesso si appresta ad arrivare anche su Disney+ il...

30/12/2021 •

12:30