La Gazzetta della BD – covid, guerra mondiale e mostri –

Le conseguenze del covid e nuovi volumi.

0

Il Covid non è certamente passato, anzi in tutta Europa e non solo ci sono ancora molte preoccupazioni sulla sua diffusione. Per questo il reportage di Actua BD sui suoi riflessi sul mondo del fumetto francese è ancora molto attuale ed anzi potrebbe essere premonitore.

Ma non dimentichiamo che le librerie sono ancora aperte! Quindi ecco dei nuovi volumi che potete recuperare anche in Italia online.

Come sempre la BD storica conferma la sua importanza e fascino con questo volume su un “mistero” della seconda guerra mondiale. Hitler è veramente morto o è riuscito a fuggire, magari in Sud America? Questo volume, Hitler est mort, vuole raccontarci la storia.

Ma rivivremo anche la storia francese attraverso le vite di alcuni ragazzi e non dimentichiamo gli altri due volumi, in cui ci addentreremo in mondi sconosciuti!

Iniziamo comunque dall’analisi delle conseguenze del Covid di questa settimana.

5Covid e autori

telegram_promo_mangaforever_3

Siamo arrivati quasi alla fine del lungo reportage che Actua BD ha realizzato al tempo del covid per mostrare le conseguenze della pandemia su tutto il ciclo di produzione del fumetto, dalla creazione alla distribuzione. Ora ci occuperemo in particolare deli autori, individui certo particolari e fantastici, come ben riusciva a descriverli René Goscinny nel 1967:

“Se, in qualsiasi luogo di villeggiatura, noti un uomo che, invece di essere sulla spiaggia come tutti, lavora chiuso nella sua stanza d’albergo, c’è la possibilità che sia un fumettista che ha ceduto alle obiezioni della moglie esasperata: “Quest’anno, fumetto o no, andiamo in vacanza!” Eccolo, lo sfortunato, e sospira quando sente le grida gioiose che salgono dalla spiaggia. Soffre, si lamenta e si chiede perché ha scelto di fare questo dannato lavoro. E sai cosa fa, il nostro povero designer, per rilassarsi un po’? Fa piccoli disegni ai margini dei suoi disegni!”…

Non sappiamo quanto questa descrizione fosse vera o quanto lo possa essere al giorno d’oggi. Tuttavia la solitudine è un sentimento che i nostri autori preferiti hanno probabilmente sentito maggiormente in questi mesi, come testimonia Jean Dufaux:

Le pandemie ci sono state sempre. Anche le vittime. Molto più di quello che stiamo vivendo oggi. Ma non abbiamo mai conosciuto questo tipo di reazione al contagio, mai questa massima protezione da parte dei poteri forti. C’è stata manipolazione da parte degli stati sulle popolazioni? Diffido delle delusioni e delle esplosioni paranoiche al riguardo. Ma è ovvio che stiamo andando verso una società che ci controllerà – e ci osserverà – sempre meglio, con mezzi sempre più raffinati, con qualunque pretesto, per ridurre i nostri spazi di libertà e codificare i nostri modi di pensare. Orwell ha già detto tutto questo meglio. Tuttavia, visti i luoghi in cui vivo, sarei un individuo molto triste a dirmelo durante questa reclusione. Le persone ne hanno veramente sofferto, sono loro che dobbiamo ascoltare.

Jean Dufaux, dunque, autore di Murena (in Italia per Panini Comics) sembra essere conscio della gravità della situazione, ma comunque lancia un allarme per il futuro delle libertà individuali.

Comprate Murena. L’integrale: 1

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui