One Piece: una sorte peggiore della morte

0

Nell’ultimo episodio di One Piece, del quale potete trovare qui la mia recensione, abbiamo potuto assistere a un paio di rivelazioni interessanti quanto inaspettate e sconvolgenti che riguardano un altro Capitano della Generazione peggiore come Luffy e Law il quale, come Law, è stato separato dalla sua ciurma in quel di Wano: dove saranno i loro compagni? Cosa gli staranno facendo gli scagnozzi di Orochi e Kaido?

Non ci è ancora dato sapere determinate informazioni, ma almeno adesso sappiamo cosa sia successo a Killer e chi è in realtà Kamazo…

LA VERA IDENTITÀ DI KAMAZO

Abbiamo già visto Kamazo, il quale viene descritto come un uomo che agisce di propria iniziativa, anche se in realtà lavora per lo shogunato di Orochi: Zoro si era imbattuto in Gyukimaru mentre era alla ricerca della sua Shusui, ma in quel momento sopraggiunse anche Kamazo, un individuo dai lunghi capelli biondi e il sorriso perennemente stampato sul volto.

Come sta capitando a diversi personaggi, e diversamente da quanto abbiamo visto nelle saghe precedenti, anche Kamazo in realtà non è chi dice di essere. Questa informazione resta però celata quando il personaggio viene presentato, e questa volta non abbiamo dovuto attendere mesi o anni prima di scoprire chi sia in realtà! Ora sappiamo che a quell’uomo è toccata una sorte che potrebbe essere definita come peggiore della morte, a maggior ragione ascoltando le parole del suo Capitano, il coraggioso e impulsivo Kidd.

LA TRISTE STORIA DI KILLER

Non sappiamo ancora in quali circostanze la ciurma di Kidd si sia scontrata contro quella di Kaido, ma è evidente chi abbia avuto la meglio. Kidd era tenuto prigioniero all’interno della prigione di Udon, ma era riuscito a scappare (anche in questo caso, non sappiamo ancora come). Ora, però, è stato catturato nuovamente; tuttavia, il Capitano non sembra curarsene: qualcosa di più importante tiene impegnata la sua mente, in questo momento. Perché Kidd è di nuovo lì? Dopo tutta la fatica fatta per riuscire ad evadere da quell’Inferno di lavori forzati, cosa lo ha spinto a mettere a rischio la propria libertà? La risposta è in realtà molto più semplice di quanto non possa sembrare.

Dalle sue parole, capiamo che conosce già da tempo Kamazo, e lo conosce anche molto bene: Kidd afferma che l’uomo davanti a lui fosse serioso e che si irritasse quando qualcuno osava deridere la sua risata: cosa è cambiato, adesso? Kidd non riesce proprio a capirlo: non sa ancora che quelle risate convulse sono l’effetto collaterale più comune degli Smile difettosi

Per rendere Kidd più debole, per fargli comprendere chi ha il coltello dalla parte del manico e chi comanda a Wano, Kaido sceglie di dimostrare al giovane Capitano dai capelli rossi che non ha scrupoli: se ha fatto questo al suo fedele braccio destro, cosa avrà fatto agli altri suoi compagni?

Killer non solo è stato privato per sempre della capacità di nuotare, ma gli è anche stata strappata via la possibilità di esprimere i suoi sentimenti, ora che è stato condannato a ridere per il resto della propria vita, proprio lui, che tanto detestava ridere: se fossimo all’interno della Divina Commedia dantesca, potremo parlare di un degno contrappasso per Killer. Ma tutto questo non basta…

Evidentemente, il compagno di Kidd deve essere stato ricattato in qualche modo (magari hanno minacciato i suoi compagni di ucciderli, torturarli o di far mangiare loro uno Smile difettoso), se ora lavora per Kaido per giunta sotto falso nome. O forse sotto c’è anche dell’altro, chissà? Fatto sta che ora di Killer non resta che l’ombra, deprivato della sua capacità di esprimere sentimenti differenti da una inspiegabile gioia, della sua identità, del suo nome.

Quando il suo Capitano e grande amico gli chiede spiegazioni, Killer non riesce a fare altro che ridere a squarciagola, lasciando così Kidd ancor più interdetto e sconvolto: dopo aver rischiato la vita ed essere stato catturato insieme a lui nel tentativo vano di trarlo in salvo, ora Kidd è alle prese nuovamente con le atrocità perpetrate nella prigione di Udon, e la situazione è resa ancor più grave dal fatto che abbia trascinato laggiù con sé anche l’uomo che avrebbe voluto e dovuto salvare, il quale per giunta ora a stento riesce a riconoscere.

Cosa succederà ora a Kidd, Killer/Kamazo e agli altri membri della loro ciurma?

Vi ricordo infine che da qualche tempo a questa parte tutti gli episodi della serie di animazione completa di One Piece è disponibile per la visione GRATUITA su Crunchyroll anche qui da noi in Italia, e potrete godervi ogni singolo episodio senza avere nemmeno la necessità di iscrivervi al celebre servizio di streaming.

Tuttavia, è comunque necessaria una precisazione: per quanto riguarda le ultime due puntate trasmesse ogni domenica in simulcast con il Giappone, queste saranno sempre disponibili per la visione su Crunchyroll unicamente se si dispone di un abbonamento al servizio.

Acquistate la figure BANDAI di Killer QUI!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui