L’arrivo della nuova generazione è ormai alle porte ed entro la fine del 2020 vedremo il lancio di PS5 Xbox Series XNintendo nel frattempo segue la sua filosofia di non competere con nessuno e lo Switch prosegue con le sue ottime vendite e il parco titoli che si ampia sempre più a distanza di 3 anni dal lancio. La settima generazione segnò una svolta del mercato con dell’hardware di molto più potente rispetto a quella precedente con l’astro nascente di Microsoft imperare su Sony e Nintendo. Quest’ultima vide la sua generazione migliore e le vendite dei suoi dispositivi furono spropositate.

Vediamo insieme più da vicino la storia della settima generazione. Potete recuperare le parti precedenti ai seguenti link: prima parte, seconda, terza, quarta, quinta e sesta.

3Xbox 360 – Microsoft parte al contrattacco

xbox 360
La prima versione di Xbox 360.
telegram_promo_mangaforever_3

Dopo il buon successo di vendite della prima XboxMicrosoft aveva ben capito di non riuscire a competere con quel colosso che era PlayStation 2 di Sony. Decise così di iniziare i lavori per una console molto più potente della concorrenza e che soprattutto anticipasse l’inizio della settima generazione. Fu infatti nel 2005 che, dopo un’ottima presentazione, Xbox 360 vide la luce per la fine dello stesso anno.

Fu immediatamente un successo straordinario. Forte di una massiccia campagna pubblicitaria, esclusive di peso come Halo 3 Gears of War, e un hardware notevole, Xbox 360 vide moltiplicarsi le vendite a vista d’occhio. La console superava di gran lunga qualsiasi cosa si fosse vista fino a quel momento dal punto di vista grafico, includeva un sistema più “social” rispetto alle console del passato e l’Xbox Live fu espanso e reso ancora più stabile.

Molto presto Microsoft dovette anche fare i conti con un grave problema che minò fortemente le vendite della console nei suoi primi anni: i “Cerchi Rossi della Morte” come veniva chiamate all’epoca. La console, per una serie di malfunzionamenti hardware, si bloccava completamente e risultava inutilizzabile ed irrecuperabile. La scelta di Microsoft di ritirare le console difettose e sostituirle con altre funzionanti, pur rimettendoci molti soldi, fu vincente: i clienti si fidavano dell’azienda e la popolarità di Xbox 360 continuò a crescere.

Verso la fine del suo ciclo vitale, Xbox 360 fu affiancata dalla periferica “Kinect” per i sensori di movimento. Microsoft investì molto in questo controverso dispositivo ma non incontrò mai pienamente il favore dei fan, andandoseli addirittura ad alienare nella generazione successiva.

In definitiva Xbox 360 vendette quasi 86 milioni di unità, una cifra enorme, resa possibile anche dalle varie revisioni a cui la console andrò incontro ed un generale abbassamento di prezzo negli ultimi anni di vita. Come avrebbe fatto Sony a superare questo numero?

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui