Assassin’s Creed tornerà finalmente entro la fine dell’anno con un nuovo capitolo, Assassin’s Creed: Valhalla. Il nuovo gioco si concentrerà sull’invasione dell’Inghilterra da parte dei Vichinghi e la sua uscita è prevista per giugno 2020:

La serie di Assassin’s Creed ha sicuramente avuto molti alti e bassi nel corso degli anni, e le critiche mosse a Ubisoft hanno spesso costretto lo studio a cambiare il suo approccio e a ridefinire le sue storie e il suo sistema di combattimento.

Ci sono pro e contro in ogni gioco di Assassin’s Creed, e in questo articolo li troverete elencati per ogni singolo capitolo della serie principale, con tanto di screenshot, trailer e una breve scheda riassuntiva.

10ASSASSIN’S CREED

telegram_promo_mangaforever_3

  • Paese di origine: Canada
  • Sviluppo: Ubisoft Montreal
  • Distribuzione: Ubisoft
  • Team: Jade Raymond (produttore), Patrice Desilets (project manager), Corey May (sceneggiatore), Jesper Kyd Jakobson (compositore)
  • Modalità: giocatore singolo
  • Motore grafico: Anvil Engine
  • Genere: storico, avventura, azione, stealth
  • Periodi storici: Terza Crociata (1189 – 1192), presente
  • Protagonisti: Altaïr Ibn La-Ahad (“Colui che vola figlio di nessuno”, Terza Crociata), Desmond Miles
  • Piattaforme: Microsoft Windows, Xbox 360, PlayStation 3
  • Data di uscita: PS3 e Xbox 360: 13 novembre 2007 (Nord America), 15 novembre 2007 (Europa), 29 novembre 2007 (Giappone); PC Windows: 11 aprile 2008 (Europa), 14 aprile 2008 (Nord America, Italia)

La saga ha avuto inizio nel 2007 con Assassin’s Creed, titolo ambientato cronologicamente fra il presente e la Terza Crociata. Come potete leggere in questo mio articolo di approfondimento, la narrazione si basa sullo scontro fra l’Ordine degli Assassini e i Templari, realmente esistiti, inseriti però in un contesto fittizio.

Grazie a un fantastico trailer di lancio, molti giocatori speravano che Assassin’s Creed sarebbe stato uno dei giochi più rivoluzionari del 21° secolo, ma purtroppo non è stato così:

Il gioco è sicuramente divertente, ma i suoi difetti erano palesemente ovvi: le missioni, sia della campagna principale che secondarie, erano strenuamente ripetitive e costringevano i giocatori a seguire una routine standard basata su intercettazione, interrogazione e saccheggio dei civili, prima che potessero uccidere il loro obiettivo.

Ai giocatori non era concessa alcuna libertà d’azione nel modo in cui dovevano uccidere i Templari, dovendo usare solo la loro Lama Celata. Per molti, il primo titolo della saga è stato deludente, essendo caratterizzato da un’idea progettuale meravigliosa, ma messa in atto in modo purtroppo inefficace e non all’altezza delle aspettative del grande pubblico.

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui