One Piece: i 10 Frutti del Diavolo più bizzarri

Scopriamo insieme alcuni dei Frutti del Diavolo più strani creati dal Maestro Eiichiro Oda!

0

Esistono tre tipologie di Frutti del Diavolo: gli Zoan, che permettono di trasformarsi in un animale, i Paramisha, grazie ai quali è possibile manipolare il proprio corpo o l’ambiente circostante, e quelli considerati i più potenti in assoluto, i Rogia, Frutti elementali che consentono agli utilizzatori di creare, manipolare e trasformare il proprio corpo in un elemento.

Tuttavia, questo non significa ad esempio che un Rogia debba necessariamente avere la meglio su tutti i suoi avversari: molto dipende infatti dalla familiarità dell’utilizzatore con il proprio potere, per cui gli esiti degli scontri non è detto che debbano essere così scontati come potrebbe sembrare. Allo stesso modo, gli Zoan potrebbero sembrare i meno potenti fra tutti, e i Paramisha i più imprevedibili e bizzarri, per via delle loro infinite modulazioni.

Proprio per via di tutti i poteri derivanti dai Frutti del Diavolo presenti in One Piece e delle diverse tecniche create dai loro utilizzatori per sfruttarne al meglio le caratteristiche, l’opera del Maestro Eiichiro Oda offre tantissimi spunti di riflessione, uno dei quali potrebbe essere la ricerca dei poteri meno usuali presenti in questo straordinario e longevo manga, e non è una coincidenza che i poteri più strani derivino dai Paramisha!

Ma quali sono in definitiva i Frutti del Diavolo più strani concepiti dal Maestro Eiichiro Oda? Certo, non è facile formulare una classifica del genere, ma in questo articolo speciale cercherò di inserire quelli che, a mio parere, sono i 10 Frutti dagli effetti più bizzarri, e non soltanto sul campo di battaglia.

Prima di iniziare, tengo comunque a fare un paio di precisazioni:

  • alla voce “Punti deboli” ho indicato solo quelli specifici di ogni Frutto, tralasciando quelli comune come l’incapacità di nuotare e l’indebolimento conseguente al contatto con l’Agalmatolite;
  • i Frutti che vi illustrerò a breve sono classificati senza seguire un ordine preciso: sarete voi a decidere quale, a vostro avviso, è il più inusuale di tutti!

Siete pronti? Allora procediamo subito!

10ATO ATO NO MI

telegram_promo_mangaforever_3

  • Nome in giapponese: ハナハナの実
  • Significato: “Ato” riflette la pronuncia giapponese di “Art”, “Arte”
  • Tipologia: Paramisha
  • Caratteristiche: permette di trasformare persone e oggetti in opere d’arte
  • Punti deboli: scomparsa degli effetti in seguito a svenimento
  • Utilizzatore precedente: sconosciuto
  • Utilizzatore attuale: Giolla

Questo bizzarro potere conferisce a chi è in grado di utilizzarlo la capacità di deformare i propri obiettivi, trasformandoli in veri e propri pezzi d’arte astratta o cubista e rendendo così inefficaci i loro movimenti; anche le armi se colpite da questo potere perdono ogni efficacia, così come i mezzi di trasporto, per cui non possono più essere usati come via di fuga.

Naturalmente, Giolla è anche in grado di far tornare oggetti e persone colpite dal suo Ato Ato no Mi perfettamente normali quando desidera.

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui