L’Eroe di David Rubín: Recensione

Pubblicato il 19 Dicembre 2011 alle 11:45

Il mito di Eracle nell’interpetazione contemporanea di David Rubín, in equilibrio tra l’eroe classico, il supereroe e l’uomo di successo del nostro tempo.

L’eroe

Autore: David Rubín
Editore:
Tunuè
Provenienza:
Spagna, 2011
Formato:
17×24, cop. plast. opaca, brossura, 300 pag., col.
Prezzo:
€ 24,00
Anno di pubblicazione:
2011

Tunuè propone al pubblico italiano “L’eroe”, primo volume dell’opera con cui David Rubín rivisita con spirito moderno il mito di Eracle.

Le dodici fatiche dell’eroe vengono infatti reinterpretate in chiave quasi supereroistica, per un lavoro che si potrebbe ben definire sperimentale, e che ama giocare con numerose citazioni (su tutte quelle riferite all’opera di Jack Kirby) senza però rinunciare a mantenere alcune delle caratteristiche di fondo dei protagonisti, mutuandole direttamente dal mito classico (vedi in special modo la figura di Era).

Rubín quindi si assume il rischio di realizzare una storia che pur attingendo al patrimonio culturale universale è chiaramente non convenzionale, rileggendo il personaggio di Eracle in una stratificazione del concetto stesso di eroe che parte dall’antica Grecia e va via via arricchendosi dei nuovi significati dell’eroe come inteso nel nostro tempo.

Ecco quindi che l’Eracle di Rubín ha molto del supereroe come rappresentato nella letteratura a fumetti, soprattutto di matrice americana, ma ha altresì numerosi elementi di quegli eroi contemporanei come possono essere intese le odierne celebrità di stampo hollywoodiano. Quest’ultima interpretazione, infatti, raffigura il vittorioso Eracle come una sorta di vip circondato dal successo, riprendendo qui qualche evidente suggestione dall’“Hercules” disneyano e da quello televisivo, che producono azzardati accostamenti tra contemporaneità e classicità  in una visione che sul finale diventa puramente onirica (vedi l’incontro con Teseo).

La lettura che Rubín fa di Eracle, pertanto, presenta diverse sfaccettature, che ne presentano non solo la natura di eroe, antico e moderno insieme, ma lo arricchiscono in più dell’esperienza personale dell’autore nell’affrontare quest’opera ambiziosa e corposa (il volume conta infatti ben 300 tavole a colori).

Lo stile con cui l’autore dà vita al suo fumetto ricorda in alcuni punti il Ted Naifeh della saga di “Courtney Crumrin”, anche se il disegno di Rubín deve molto a un gusto più propriamente grafico che fumettistico in senso stretto, e che tuttavia viene coniugato con grande abilità con il linguaggio della nona arte, per un volume che nonostante la mole, riesce a scorrere con inaspettata facilità e leggerezza, articolandosi in nove capitoli fondamentalmente autonomi tra loro, cui si aggiunge l’epilogo.

Le tavole sono estremamente dinamiche, strutturate con poche vignette sempre chiare e di grande respiro, dove la fanno da padrone i colori saturi e forti degli sfondi, che puntando sui contrasti tra le tonalità fredde e quelle calde, guidano l’occhio del lettore. In questo senso, il gioco degli spazi bianchi che si interpongono tra le vignette, tutte rigorosamente scontornate, diventa un espediente narrativo che facilita ulteriormente la lettura.

L’edizione proposta da Tunuè è ben curata in tutte le scelte di adattamento, lettering e impaginazione, persino dei credits iniziali, per un albo interamente stampato su carta lucida, che restituisce in tutte le pagine la coerenza dell’opera. Il volume vanta anche la prefazione di Paco Roca. Il rapporto qualità-prezzo è pertanto proporzionato.

In conclusione, “L’eroe” è una lettura interessante e curiosa, che ad avviso di chi scrive, può dividere nettamente il pubblico. Un titolo sperimentale, insolito, probabilmente definibile come un prodotto di nicchia, ma che è in grado di offrire al lettore molteplici chiavi di lettura, da quella più immediata dell’avventura a quella più complessa della riflessione sull’eroismo.

VOTO: 7,5

Articoli Correlati

Le novità Anime Factory di Dicembre 2021 vedono la pubblicazione del film Earwig e la strega di Studio Ghibli, di cui qui potete...

20/10/2021 •

13:18

Lautaro e Perisic stanno facendo impazzire i social per un’azione di gioco che ha richiamato il celeberrimo Capitan Tsubasa...

20/10/2021 •

11:43

Abbiamo incontrato Zerocalcare alla Festa del Cinema di Roma 2021 in occasione della presentazione della sua prima serie animata...

19/10/2021 •

17:23