Speciale sulla rocambolesca epopea degli Ultimate Comics Ultimates 2011 di Jonathan Hickman

Quando, nell’ormai lontano 2000, l’Universo Ultimate vide la luce fu subito chiaro l’intento degli editor della Casa delle Idee: dare nuova linfa a quell’intricato stratificarsi di storie (detta Continuity), svecchiare personaggi che rischiavano di risultare anacronistici con il recondito intento di attirare nuovi lettori. Dalla celebratissima prima serie, targata Millar/Hitch, sono trascorsi ormai più di dieci anni, nell’arco dei quali l’Universo Ultimate ha dimostrato di godere dell’affetto di un sempre più nutrito stuolo di lettori e di una popolarità forse a tratti superiore del classico universo di Terra-616.

A causa però di alcune scelte editoriali audaci, come il coinvolgimento dei “Padri Fondatori” dell’Universo Ultimate in progetti della linea canonica o la scelta di una svolta action come quella di Loeb, l’universo “definitivo” sembrava inesorabilmente condannato ad una prematura chiusura. Era dunque necessario ripartire da zero, riplasmare quel giovane universo cosi amato dai lettori. Ma su chi sarebbe ricaduta la scelta?

La conduzione della testata non poteva che essere affidata ad un tandem d’eccellenza: Hickman ai testi e Ribic (coadiuvato da un eccelso colorista come White) alle matite. Il primo si era fatto notare per la sua run su F4/FF e in particolar modo per i Secret Warriors e SHIELD. L’artista croato invece vanta una datata collaborazione con la Marvel, avendo curato negli anni tanto i disegni quanto le cover.

Un team promettente dunque, chiamato a ad un compito arduo: riportare in auge una testata prossima alla chiusura. Ma in che modo? La risposta di Hickman non tarda ad arrivare. Sin dalle prime pagine siamo immersi in una narrazione che ricalca, per impostazione, le atmosfere di un thriller spionistico: la trama si dirama come un fiume con i suoi affluenti, per poi ricompattarsi in un finale ricco di colpi di scena.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui