Se state leggendo la recensione di questo contenuto aggiuntivo (sì, lo so, sono in terribile, terribile ritardo, e di questo chiedo venia), probabilmente conoscete già il gioco base di cui Hot Garbage è la prima espansione. Se così non fosse, nessun problema: potete tranquillamente leggere la mia recensione di Journey to the Savage Planet, che trovate qui.

Cosa vi aspetta, dunque, in questa espansione che vi terrà occupati per ulteriori 3/6 ore circa?

FACE POLLUTION

Ho già analizzato l’aspetto più puramente di denuncia di Journey to the Savage Planet nella mia recensione che vi ho linkato poco più in alto, ed è per questo che non c’è da stupirsi se si è deciso di rendere di primaria importanza l’ambientalismo e l’inquinamento anche in Hot Garbage, come si può anche evincere facilmente già dal titolo di questo contenuto aggiuntivo.

Il nuovo pianeta tutto da esplorare si chiama DL-C1, e in questo invece è riuscontrabile un altro tratto caratteristico di Journey to the Savage Planet che mi è pisciuto fin da subito: una ironia costantemente presente e a tratti davvero cupa.

In breve, dunque, sia il gioco originale che Hot Garbage sono delle aperte denunce del comportamento criminoso dell’umanità che, non paga di aver portato sull’orlo della morte il nostro amato “pianeta blu”, per citare il modo in cui lo chiamano i Demoni in Devilman, lo abbandona alla ricerca di un altro pianeta da sfruttare, esattamente come fanno i virus (e questa è una citazione dell’Agente Smith, da Matrix).

Dunque, se volete cimentarvi in un videogioco open world esplorativo in prima persona pervaso in ogni suo aspetto di un costante senso di ironia e di sarcasmo e di denuncia sociale sulle scellerate manipolazioni di ambiente e clima operate dagli esseri umani, Journey to the Savage Planet fa proprio al caso vostro, e lo stesso vale, naturalmente, anche per il contenuto aggiuntivo Hot Garbage.

THE STORY SO FAR

Se avete già letto altre mie recensioni, allora sapete bene che non mi piace addentrarmi troppo nelle trame di ciò che recensisco per evitare spoiler indesiderati, ma comunque posso dirvi a grandi linee quale sia la storia alla base di Hot Garbage: la Vyper Corp ha deciso di usare il povero DL-C1 come discarica, mentre invece il vostro compito sarà quello di cercare di liberare il pianeta da tutti i rifiuti tossici che lo affliggono per poter permettere la costruzione di un resort per vecchiardi, Boomerdale (nome divertentissimo, per altro!).

Accedere al nuovo pianeta liberamente esplorabile in questo DLC vi basterà recarvi a bordo della vostra piccola astronave e utilizzare il teletrasporto. Naturalmente, dal punto di vista del gameplay non ci si discosta molto dal titolo originale, per cui niente paura: anche Hot Garbage può essere affrontato da soli o in modalità cooperativa per due giocatori.

Oltre a un mondo e a una storia tutti nuovi avrete anche modo, come potete vedere già dal trailer di Hot Garbage che trovate poco più in alto, di trovare e utilizzare nuovi pezzi di equipaggiamento e armi che vi permetteranno anche di esplorare zone prima inaccessibili, come ad esempio i fondali marini.

CONCLUSIONI

Hot Garbage è un DLC fresco, divertente, visivamente caratterizzato da ambientazioni molto ben realizzate e da colori sgargianti e ultrasaturati come in Journey to the Savage Planet, il tutto arricchito da attrezzature e armi aggiuntive che potrete sfruttare per esplorare al meglio ogni location presente nel gioco.

Acquistate Journey To The Savage Planet per PlayStation 4 QUI!

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST