E’ volato anche in home video Spie sotto copertura, il divertentissimo film d’animazione diretto da Nick Bruno e Troy Quane, che vede protagoniste le voci originali di Will Smith e Tom Holland nei panni rispettivamente dell’agente segreto Lance Sterling, il migliore nel suo lavoro, che non sbaglia mai un colpo o uno sguardo ammiccante, e Walter Beckett, un giovane scienziato addetto ai gadget più improbabili dell’intelligence grazie alla sua invettiva e creatività.

Le loro strade si incrociano a causa, o grazie a, il cosiddetto “travestimento biodinamico”, che potrebbe rivoluzionare lo spionaggio permettendo alle spie di non farsi notare tramite dei travestimenti “molto particolari”. Inavvertitamente Lance beve il filtro che permette agli agenti di mutare forma e si ritrova trasformato in un piccione. Questo evento improvviso e fuori dall’ordinario farà sì che l’agente e il genio imparino a fare affidamento l’uno sull’altro per portare a termine la più importante di tutte le missioni: salvare il mondo.

Il Film

Spie Sotto Copertura, Spies in Disguise in originale, mescola ottimamente da un lato la commedia degli equivoci e della trasformazione in animale del protagonista (il piccione è un animale considerato fondamentalmente stupido e inutile, e la sequenza ambientata a Venezia è una bellissima strizzata d’occhio in tal senso) e dall’altro l’elemento spionistico omaggiando con regia e fotografia da 007 a Mission Impossible.

L’edizione Home Video

Il menu animato e l’ottimo audio/video permettono di godere sia dell’animazione d’avanguardia messa in campo dai Blue Sky Studios sia la regia rocambolesca che omaggia le spy story più celebri.

Ad accompagnare nella visione degli extra è Trinetee Stokes, star di Disney Channel qui infiltrata nei Blue Sky Studios per svelare i retroscena sulle fasi della realizzazione del film: prima di tutto l’attenzione per il piccione che avrebbe rappresentato l’agente Sterling, e che doveva quindi essere un suo alter ego, stiloso ed elegante pur nella sua forma animale, ma sempre goffo perché deve abituarvisi. Jason Sadler, il direttore artistico dei personaggi, si assicura di questo prima ancora che sia data voce alle immagini e che quindi vengano animate. Vicki Saulls capo scultore rende le immagini 2D in modelli 3D di riferimento per gli animatori.

Dallo script si passa allo storyboard, tavole visive che servono a guidare la direzione della storia: “la magia viene dalle modifiche” come ricorda Jackie Tarascio capo animazione. Gli animatori registrano se stessi a interpretare i personaggi, perché ci vorranno moltissime prove prima che vengano scelti e coinvolti quelli che saranno i doppiatori ufficiali, le “star”.

I registi sono quelli che devono coordinare tutte queste fasi, come spiegano Bruno e Quane. Elvira Pinkhas supervisore effetti ha dovuto realizzarne tanti essendo un film d’azione: dalle esplosioni alla neve ai glitter, e molti altri: gli stessi, come racconta, non devono essere una replica di quanto succede nella realtà ma adattati allo stile del film. In tutto sono state effettuate 1200 riprese di effetti per un totale di 5000 giorni. I colori sono anche importanti, come il blu (isolante) usato per Lance e per l’agenzia, o i colori caldi per la famiglia, l’aggregazione, la squadra.

Accanto alla Guida top secret ai gadget utilizzati nel film e alla Galleria con le immagini più suggestive – divise fra colore e immagine, personaggi, ambientazione, oggetti di scena e gadget – due sono i contributi extra volti a svelare anche la realizzazione dei due brani musicali principali della colonna sonora di Mark Ronson e dei relativi videoclip musicali.

Per Then There Were Two composto insieme a Anderson Paak ricorda come “l’abito faccia la spia”, con influenze musicali funky e un rullo di tamburi per dare più grinta; Freak of Nature composto insieme a The Last Artful, Dodgr rappresenta l’accettazione del proprio corpo. Un film per tutta la famiglia in una semplice ma accattivante edizione home video!

Recuperate Spie Sotto Copertura in Blu Ray!!

COMMENTA IL POST